Mercoledì 19 Settembre 2018 | 12:32

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Ecco il «Freccia-Rosso» per «i treni più veloci»

Ecco il «Freccia-Rosso» per «i treni più veloci»
di RITA SCHENA

BARI - Una valigia di cartone con una grande pagnotta cotta in un forno a paglia come facevano i nostri nonni, un simbolo che ricorda i tanti emigrati pugliesi e un vino, «Freccia-Rosso», dal nome che suona come uno schiaffo a chi ha tolto alla Puglia treni indispensabili per poter arrivare al cuore d'Europa. E' la doppia provocazione che è andata in scena ieri in Gazzetta: Angelo Maci, presidente di «Cantine Due Palme» ha presentato un vino per appoggiare la battaglia del giornale per avere treni più veloci lungo la dorsale adriatica e lo chef Peppe Zullo ha portato i sapori della terra di Orsara di Puglia con il suo pane, formaggio, salumi e frutta.

«Oltre alle istituzioni, alla campagna della Gazzetta sta aderendo il meglio della società pugliese – ha sottolineato il direttore della Gazzetta del Mezzogiorno, Giuseppe De Tomaso – in una sorta di marketing spontaneo fondato su una battaglia giusta. La Puglia è un brand di qualità con tradizioni enogastronomiche riconosciute in tutto il mondo e questi prodotti lo dimostrano. Un sistema infrastrutturale all'altezza può fare la differenza nella spinta alla crescita».

«Il pane di Orsara in una valigia di cartone è il simbolo di una Puglia che ha conosciuto la durezza dell'emigrazione e che ora vuole vincere valorizzandosi – ha detto lo chef Peppe Zullo –. I nostri nonni partivano e il valigia con loro portavano un po' della loro terra, il pane, il formaggio, queste mele che ho portato in tavola. Cibo che serviva per mangiare durante i lunghi viaggi. Oggi dobbiamo dire basta ai lunghi viaggi e pretendere più treni, e con tempi dignitosi perché significa riuscire ad attrarre più turisti e quindi più economia».

«Dobbiamo riuscire a legare i nostri prodotti al nostro bellissimo territorio – ha spiegato l'assessore regionale all'Agricoltura, Fabrizio Nardoni, presente all'iniziativa -. Questo territorio viene raccontato, sognato da tanti che vorrebbero viverlo, treni efficienti sono indispensabili per “vendere” la Puglia. Basta viaggi della speranza da Roma in giù, vogliamo le stesse opportunità e tempi di percorrenza che ha il nord Italia».
Sul tavolo l’assessore Nardoni lancia poi una proposta accolta con entusiasmo da tutti i presenti: «Stiamo organizzando un treno per promuovere Taranto e la Puglia tutta. Faremo in modo che una carrozza su quattro sia dedicata all’iniziativa della Gazzetta, la promozione del Freccia-Rosso e di tutti i nostri tesori enogastronomici».

In pratica un treno in giro per l’Italia per chiedere treni di collegamento tra Nord e Sud della penisola. Perchè per «vendere» la storia di un territorio la ferrovia è indispensabile. Il treno arriva in ogni paese, fin nel suo cuore e tagliare questa rete di collegamenti significa una condanna a morte.

«Ecco il perchè della nostra sfida - sottolinea Angelo Maci - noi siamo orgogliosi del nostro Sud ma abbiamo bisogno di essere collegati all'Europa e il nostro vino rappresenta proprio questo: una sfida ai dirigenti di Ferrovie dello Stato che ci negano collegamenti vitali. Quando Franco Giuliano (animatore della battaglia della Gazzetta del Mezzogiorno e promotore della petizione) ci ha chiesto di sostenere questa campagna del giornale abbiamo messo in campo quello che noi sappiamo fare meglio: il nostro vino, “Freccia-rosso”, il vino di un Sud che vuole correre».

Cantine Due Palme devolverà un euro per ogni bottiglia venduta per promuovere la battaglia della Gazzetta, perché, come si legge sull'etichetta, scegliendo «Freccia-Rosso» si collabora al successo di questa importante iniziativa. «Pensiamo di regalare questo vino all'amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, e a Luca Cordero di Montezemolo di Ntv - annuncia Maci sorridendo - sarà la nostra provocazione».
Una provocazione che non prescinderà dal mercato: «i marchi della grande distribuzione sono invitati - dice Maci - a far rete mettendo il "Freccia-rosso" sui loro scaffali».

«Il Freccia-rosso è importante perché con un milione di bottiglie possiamo puntare a noleggiare un Frecciarossa - spiega Franco Giuliano - per dimostrare che se i pugliesi hanno i treni li usano e non come afferma Moretti che “non c'è mercato”. La scusa che è stata utilizzata per privarci di treni indispensabili».

«Vi aspetto a Roma per organizzare al Senato un evento di promozione della Puglia e della battaglia della Gazzetta – dice il senatore Dario Stèfano giàassessore pugliese all’Agricoltura, raggiunto telefonicamente – da parte mia il massimo impegno per portare queste rivendicazioni sino in Europa, perchè questa Italia divisa in due è uno scandalo. Sanare questa frattura deve entrare nell’agenda del prossimo Governo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 
Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

 
Bari, anziano cade in un pozzoil salvataggio dei Vigili del fuoco

Bari, anziano cade in un pozzo
il salvataggio dei Vigili del fuoco Vd

 
Bari, il raduno dei bikers:moto, birra e tanta musica IL VIDEO

Bari, il raduno dei bikers: moto,
birra e tanta musica fino a sera

 
Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

 
Pace fatta tra Emiliano e Nunziante, il governatore: «Grazie Tonino»

Pace fatta tra Emiliano e Nunziante, il governatore: «Grazie Tonino» VD

 

PHOTONEWS