Venerdì 21 Settembre 2018 | 23:08

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Treni, la nostra battaglia Sindaco Emiliano: «Bari e la Puglia devono molto alla Gazzetta» Ecco il testo dell'appello FIRMA QUI LA PETIZIONE

BARI - «La città di Bari ha un debito grandissimo nei confronti della Gazzetta del Mezzogiorno perché storicamente è stata uno dei più importanti mezzi attraverso cui la nostra comunità si è evoluta, ha conseguito successi notevolissimi e ancora oggi combatte in prima linea per le regioni del Mezzogiorno. Se la Puglia è un Sud particolarmente apprezzato, noi lo dobbiamo anche alla Gazzetta che è stata la misura della lungimiranza degli imprenditori baresi e pugliesi». Lo ha detto il sindaco di Bari Michele Emiliano questa mattina nel corso della cerimonia insieme al direttore de La Gazzetta del Mezzogiorno Giuseppe De Tomaso che si è conclusa con l'esposizione di striscione sulla facciata del Palazzo di Città per sensibilizzare la cittadinanza a firmare la petizione per la campagna sull'alta velocità ferroviaria lungo la dorsale adriatica sul sito www.lagazzettadelmezzogiorno.it. (Foto Luca Turi)
Treni, la nostra battaglia Sindaco Emiliano: «Bari e la Puglia devono molto alla Gazzetta»  Ecco il testo dell'appello  FIRMA QUI LA PETIZIONE
BARI - Il Comune di Bari ha aderito all’iniziativa lanciata da La Gazzetta del Mezzogiorno affinché vengano realizzati collegamenti ferroviari ad Alta velocità anche sulla dorsale adriatica. Questa mattina il sindaco Michele Emiliano e il direttore de La Gazzetta del Mezzogiorno Giuseppe De Tomaso hanno esposto uno striscione sulla facciata del Palazzo di Città per sensibilizzare la cittadinanza a firmare la petizione sul sito www.lagazzettadelmezzogiorno.it.

«Ringrazio il sindaco Emiliano per l’adesione del Comune di Bari alla nostra campagna - ha detto il direttore della Gazzetta del Mezzogiorno De Tomaso. Un’iniziativa concreta che spero possa produrre al più presto i suoi effetti a Roma. Il Paese è ancora diviso in due, esiste una frattura che da più di 150 anni non viene sanata e, per colmare questo gap, non si può prescindere dal ruolo pubblico e strategico delle ferrovie. Per questo la Gazzetta, da sindacato del territorio, insiste su questo tema ed è onorata di ricevere il supporto delle istituzioni in questa battaglia, portata avanti nell’interesse di tutti. Saremmo felici se, riaffermando quello che deve essere il ruolo stesso dei giornali, attraverso questa campagna riuscissimo ad incidere sulle decisioni del potere politico e far crescere e progredire il nostro territorio».

«La città di Bari - ha dichiarato il sindaco Emiliano - ha un debito grandissimo nei confronti della Gazzetta del Mezzogiorno perché storicamente è stata uno dei più importanti mezzi attraverso cui la nostra comunità si è evoluta, ha conseguito successi notevolissimi e ancora oggi combatte in prima linea per le regioni del Mezzogiorno. Se la Puglia è un Sud particolarmente apprezzato, noi lo dobbiamo anche alla Gazzetta che è stata la misura della lungimiranza degli imprenditori baresi e pugliesi».

«La campagna per l’alta velocità - ha aggiunto - si inserisce in questo percorso: la Gazzetta del Mezzogiorno ha compreso che la questione ferroviaria è fondamentale per qualsiasi prospettiva di sviluppo sociale ed economico del territorio. Il treno è un mezzo determinante per il turismo, per chi lavora e per chi studia, collega le grandi città, favorisce l’aggregazione delle aree metropolitane e quindi fa viaggiare, insieme alle persone, l’economia. Sono peraltro contento che la Gazzetta stia guidando questa battaglia, perché in questo modo ha favorito l’unità di intenti tra istituzioni diverse».

«Una particolare menzione ha poi detto il sindaco nel corso della conferenza stampa - spetta al giornalista Franco Giuliano, promotore ed ideatore della campagna del giornale e dell'appello che si sta sottoscrivendo e che sta tessendo questa rete di contatti e adesioni. Probabilmente senza la determinazione sua e della Gazzetta il mio pensiero su questo argomento non sarebbe stato lo stesso. Io non sono un materialista storico, la storia la fanno gli uomini. Se c'è qualcuno che ad un certo punto della vicenda umana decide che una cosa va fatta e risce a farla, cambia la storia. E questa inziativa si inserisce in un percorso che speriamo in vita riusciremo a vedere».

Il direttore De Tommaso ha poi spiegato che il prossimo obiettivo (prima dell'entrata in vigore del nuovo orario ferroviario invernale di Trenitalia n.d.r.) il nostro punto di approdo è Palazzo Chigi, sede del governo al quale contiamo, insieme ai rappresentanti di tutte le istituzioni che stanno sostenendo la campagna della Gazzetta, di consegnare sia le firme raccolte che gli appelli sottoscritti dai governatori delle quattro regioni italiane (Puglia, Abruzzo, Molise e Friuli Venezia Giulia) che hanno aderito, già in occasione del forum organizzato lo scorso maggio questa battaglia». 

Il sindaco Emiliano a questo proposito ha annunciato che ci sarà anche lui a Roma. «Io - ha detto il primo cittadino - vi accompagnerò volentieri a Roma e seguirò tutti i passaggi istituzionali successivi per affermare, anche in sede governativa e presso Trenitalia, le ragioni di questa mobilitazione”.

«Ci batteremo in ogni sede istituzionale per portare l’Alta velocità anche nelle regioni del Sud - ha poi fatto sapere Antonio Decaro, delegato del sindaco alla Mobilità -. Il diritto alla mobilità deve essere assicurato non solo per gli spostamenti all’interno delle città, ma anche per i collegamenti di lunga percorrenza tra le diverse città e regioni, da Nord a Sud. La città di Bari in questi ultimi nove anni è stata protagonista di una svolta culturale rispetto ai temi della mobilità sostenibile e del trasporto collettivo. È necessario adesso compiere il salto di qualità che porti l’offerta di mobilità su rotaia agli standard degli altri Paesi europei».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale VD

 
Bari, arsenale d'armi sepolto nel terreno :sequestrate 6 pistole e 100 munizioni

Bari, scoperto arsenale sepolto in un terreno sulla statale 100 VIDEO

 
Palagiustizia, l'affondo di Bonafede«Falsità le accuse contro di me»

Palagiustizia, l'affondo di Bonafede
«Falsità le accuse contro di me»

 
Gli studenti del Poliba creano la PC5 2018 EVO: ecco la monoposto da corsa

Bari, la nuova monoposto da corsa
creata dagli studenti del Politecnico

 
I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 
La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 

PHOTONEWS