Martedì 25 Settembre 2018 | 19:01

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Il Frecciarossa Mennea la «Freccia del Sud» non arriverà mai al Sud - Treni, Nord veloce Puglia «lumaca»

di FRANCO GIULIANO
Un treno «Frecciarossa» dedicato alla «Freccia del Sud», così come veniva chiamato il grande Pietro Mennea il campionissimo, barlettano scomparso giovedì scorso all'età di soli 61 anni. Peccato che il nuovissimo super «Frecciarossa 1000», il treno da 360 km/h che collegherà in due ore e 15 minuti Milano con Roma (e viceversa) non arriverà mai a Barletta, la città dalla quale il grande atleta pugliese aveva iniziato la sua ascesa nell'olimpo dell'atletica mondiale. Se i nostri politici iniziassero già da ora a chiedere al «governo che verrà» di iniziare a pensare all'Alta Velocità anche al Sud (lungo la direttrice Adriatica) forse tra 50 anni (come è stato per il doppio binario da Milano a Lecce) il «Frecciarossa Mennea», arriverà anche a Barletta, dunque al Sud.
Il Frecciarossa Mennea la «Freccia del Sud» non arriverà mai al Sud - Treni, Nord veloce Puglia «lumaca»
di FRANCO GIULIANO

Un treno «Frecciarossa» dedicato alla «Freccia del Sud», così come veniva chiamato il grande Pietro Mennea, il campionissimo barlettano scomparso giovedì scorso all'età di soli 61 anni. Peccato che il nuovissimo super «Frecciarossa 1000», il treno da 360 km/h che collegherà in due ore e 15 minuti Milano con Roma (e viceversa) non arriverà mai a Barletta, la città dalla quale il grande atleta pugliese aveva iniziato la sua ascesa nell'olimpo dell'atletica mondiale.

Tutti gli italiani, certamente, ringraziano per la sensibilità dimostrata l'amministratore delegato del gruppo Ferrovie dello Stato Mauro Moretti che ha voluto dedicare il «treno  più veloce di sempre» all'atleta pugliese «più veloce di sempre». 

Resta il fatto tutte le volte che la società di Moretti annuncia un collegamento ferroviario da record tra due città italiane, le regioni del Sud sono escluse e continuano a viaggiare al rallentatore.  Alla luce di questa esclusione la attribuzione dell'epiteto che fu dato a Mennea ad un treno che non arriverà al Sud è un paradosso, una piccola gaffe nei confronti dei pugliesi e degli altri cittadini italiani delle regioni del Sud, a cui non è consentito sognare di viaggiare su un treno ad Alta velocità.

Non sappiamo cosa avrebbe detto quell'ex ragazzo gracile di Barletta che, diventato la «Freccia del Sud», aveva portato la sua Puglia sul podio del mondo, nel vedere che il suo nome sarebbe diventato il simbolo di questa Italia a due velocità.

C'è da giurare che Moretti e la sua società, controllata dal ministero del Tesoro, continueranno ad umiliare ancora le Regioni del Sud eslcuse dai programmi di investimento del trasporto ferroviario e dalle periodiche campagne che annunciano collegamenti con treni super veloci, che mai arrivano in Puglia.

C'è da giurare che anche stavolta, così come avviene oramai da quasi 500 giorni (come riporta il nostro segnatempo), gli amministratori regionali e i parlamentari pugliesi appena eletti non muoveranno un dito per protestare contro il taglio dei collegamenti ferroviari. Figuriamoci se vorranno osare di chiedere al governo che verrà di iniziare a parlare dell'Alta velocità sulla direttrice Adriatica. 

Per la realizzazione del doppio binario Lecce-Milano le battaglie (anche della Gazzetta) sono durate 50 anni. Perchè non iniziare subito a parlare dell'Alta velocità ferroviaria per vederla realizzata tra 50 anni? La gente del Sud sa aspettare. Il problema è trovare la classe politica capace di avviare l'orologio del tempo. Se almeno iniziassimo adesso, forse possiamo sperare che quel «Frecciarossa 1000», intitolato a Pietro Mennea, «Freccia del Sud» tra 50 anni (quando cioè il resto del Paese andrà a 600 km/h) possa sfrecciare sul binario-uno della stazione di Barletta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Arresti a Foggia e Bari per furti mezzi agricoli: l'operazione

Arresti a Foggia e Bari per furti mezzi agricoli: l'operazione

 
Bari, il coro dei 10mila che cantano: «Bari grande amore»

Stadio San Nicola, il coro dei 10mila canta: «Bari grande amore»

 
Bari, viale Traiano: è cominciata la demolizione del ponte

Viale Traiano a Bari: al via la demolizione del ponte

 
La Sancataldese in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

La Sancataldese (illusa) in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

 
Corteo anrtisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

Corteo antisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

 
Acquaviva, rapinatore di marketincastrato dalla ruggine dell'auto

Acquaviva, rapinatore di market incastrato dalla ruggine dell'auto

 
Razzismo, mazze e cinghie in scontri corteo: ferita eurodeputata

Razzismo, mazze e cinghie in scontri a corteo: ferita eurodeputata

 
Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale VD

 

PHOTONEWS