Giovedì 25 Aprile 2019 | 08:47

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
Botta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 
Il furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
Il furto
Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

 
Discariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 
La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceOmicidio in Salento
Maglie, ucciso un pregiudicato in strada: forse dopo una lite

Maglie, ucciso un pregiudicato in strada: forse dopo una lite

 
BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

amore «malato»

Minacce alla «ex»
attraverso Facebook
arrestato canosino

Nei guai un 26enne, l'uomo, già ai domiciliari, finisce così dietro le sbarre

minacce web

di GIAMPAOLO BALSAMO

CANOSA - La fine di quella relazione proprio non riusciva ad accettarla. Pensava che quella ragazza, sua coetanea, potesse essere la sua compagna per sempre ma lei, invece, pensava il contrario e da un anno, circa, si erano lasciati.

Un allontanamento che subito scatenò il disappunto del ragazzo che cominciò a tormentarla e minacciarla. S.S. (questo il nome del 26enne canosino) fu pertanto arrestato per stalking e sottoposto al regime degli arresti domiciliari dove, nel frattempo, fu raggiunto da un’altra ordinanza di custodia cautelare per tentato furto. Ma, nonostante i gravi precedenti penali, il giovane ha proseguito imperterrito a minacciare la sua ex e il suo attuale compagno attraverso post minacciasi su «Facebook» e ripetuti messaggi su «Whatsapp» del tipo: «Ti ammazzo», «Prima o poi uscirò e ti uccido».

Un’ennesima vicenda di «amore malato», insomma, che fortunatamente non ha vissuto pagine di sangue, ma che certamente ha pesato in maniera enorme sulla giovane canosina, vittima della possessività di chi diceva di amarla.

Lo stalking-digitale è stato tale da provocare nella sventurata un grave stato di ansia e di paura. Temeva, infatti, di ritrovarsi dinanzi il suo ex che avrebbe potuto dare sfogo alla sua ira. E così, dopo l’ennesima denuncia presentata ai poliziotti del commissariato, gli uomini della squadra di polizia giudiziaria hanno effettuato una perquisizione nell’abitazione di S.S. dove hanno trovato sai il computer che il telefono cellulare attraverso i quali inviava i vari messaggi minacciosi. A quel punto il Gip del Tribunale di Trani ha ritenuto opportuno «sostituire la misura degli arresti domiciliari con quella cautelare in carcere, l’unica idonea a evitare pericoli concreti verso la vittima». Il provvedimento è stato eseguito ieri mattina dagli stessi poliziotti canosini ai comani del vice questore aggiunto Raffaele Fiantanese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400