Giovedì 15 Novembre 2018 | 03:02

NEWS DALLA SEZIONE

Sanità e occupazione
Addio lavoro precario per 103 lavoratori dell'Asl Bat

Addio lavoro precario per 103 lavoratori dell'Asl Bat

 
La strage
Scontro treni in Puglia, per i dirigenti del MIT: «Rispettate norme sicurezza»

Scontro treni in Puglia, per i dirigenti del MIT: «Rispettate norme sicurezza»

 
Turismo
Barletta, il faro napoleonico ha lanciato il suo «Sos»

Barletta, il faro napoleonico ha lanciato il suo «Sos»

 
Gastronomia
Norbarese: burrata e cipolla protagoniste a Milano

Nordbarese: burrata e cipolla protagoniste a Milano

 
A Trani
Compie 106 anni il cittadino più longevo della Bat

Compie 106 anni il cittadino più longevo della Bat

 
il ritrovamento
Bisceglie, sub trova ordigno bellico e lo consegna

Bisceglie, sub trova ordigno bellico e lo consegna

 
La proposta
Bat, Polo museale in agitazione: operatori culturali, pochi e ignorati

Bat, Polo museale in agitazione: operatori culturali, pochi e ignorati

 
Giù le entrate
Mercato di Andria abbandonato a se stesso: la protesta

Mercato di Andria abbandonato a se stesso: la protesta

 
Nel pomeriggio
Termoli, muore 51enne di Barleta: era un senza fissa dimora

Termoli, muore 51enne di Barletta: era un senza fissa dimora

 
Tra Barletta e Trani
Clean sea life, un progetto per ripulire il lungomare

Clean sea life, un progetto per ripulire il lungomare

 
Sanità
Trani, vicenda ospedale, l'assessore Santorsola: «diffido» la Asl Bat

Trani, vicenda ospedale, il consigliere Santorsola: «diffido» la Asl Bat

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

la storia

Addio «Ringo»
il cane sepolto
in centro a Bisceglie

Ringo

BISCEGLIE - Il ricordo di Ringo vivrà per sempre nella memoria di Bisceglie. Nella sorpresa di molti e nell’apprezzamento di tanti altri sui social, le ceneri del cane più amato dai biscegliesi sono state sotterrate in una aiuola della centralissima piazza Vittorio Emanuele. Ringo era un cane libero, adottato da tanti biscegliesi che lo hanno curato e cresciuto, lasciandolo scorrazzare per le strade. Fino a quando è rimasto vittima di un investimento che ne ha provocato la morte. I “genitori putativi” di Ringo avevano creato anche una pagina su Facebook per condividere le gioie che il cane regalava loro.

Ed è proprio dal social che arriva l’ultimo pensiero di dolore rivolto al cane. «Un ulivo per te, in Villa Comunale. Un albero che, da sempre, è simbolo di pace come di vita. Ringo tu sei tutto questo e molto di più. Continuerai ad esserlo sempre. Abbiamo scelto di farti riposare "libero", nella radici di questo albero, in un posto che è stato per te il luogo delle nuove conoscenze, delle partite a pallone, dei bambini. L’Amministrazione comunale ci ha trovato subito uno spazio, ci hanno regalato l’ulivo più bello, una di noi ti ha disegnato sul legno, un altro ti ha ben sistemato la tavola nella pietra. Questa città ti ha voluto bene, e te ne vogliamo ancora. Sei stato capace di mettere insieme una comunità, di sensibilizzare grandi e piccini. Ringo è tempo di riposare adesso. Sii sempre libero». [aldo losito]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400