Lunedì 22 Ottobre 2018 | 01:54

NEWS DALLA SEZIONE

Davanti alla chiese
Bisceglie, spacciano 50 euro falseper le piantine dei malati di tumore

Bisceglie, spacciano 50 euro false per le piante dei ma...

 
Il prodigio
Mons. Dimiccoli, il miracolo fu valido: curò paraplegico

Mons. Dimiccoli, il miracolo fu valido: curò paraplegic...

 
Presi dalla Polizia
Andria, in cella due rapinatori: pestarono cliente in sala giochi

Andria, in cella due rapinatori: pestarono cliente in s...

 
la tragedia di Andria
Scontro treni, il gup chiama in causail Ministero e la Ferrotramviaria

Scontro treni, gup chiama in causa il Ministero e la Fe...

 
Il caso
Barletta, cantieri «a sorpresa» e il traffico va subito in tilt

Barletta, cantieri «a sorpresa» e il traffico va subito...

 
Il convegno
Bat? Territorio fragile, ma lo Stato c'è: focus sicurezza a Canosa

Bat? Territorio fragile, ma lo Stato c'è: focus sicurez...

 
Il bilancio
Vendemmia: un'ottima annata, +20% rispetto al 2017

Vendemmia: un'ottima annata, +20% rispetto al 2017

 
La strage
Cani morti in strada a Trani, mistero irrisolto

Cani morti in strada a Trani, mistero irrisolto

 
Ad Andria
Sequestrate costruzioni abusive nel Parco Nazionale Murgia

Sequestrate costruzioni abusive nel Parco Nazionale Mur...

 
Il caso
Domenica con beffa, chiuso il castello di Trani: «Famiglie state a casa»

Chiuso castello di Trani di domenica: «Famiglie a casa»

 
Sulla Corato-Altamura
Furgone si ribalta a causa di cinghiali: ambulanti salvi per miracolo

Furgone si ribalta a causa di cinghiali: ambulanti salv...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

I dati

Giustizia, nel Nord Barese
in aumento omicidi stradali

Giustizia, nel Nord Baresein aumento omicidi stradali

GIANPAOLO BALSAMO

TRANI - In un anno sono aumentate le denunce di omicidio volontario (da 12 a 13) e, purtroppo ben otto casi hanno riguardato donne. Il numero delle denunce degli omicidi tentati è passato da 13 a 25 così come sono aumentate le denunce per omicidi colposi da incidente stradale, da 9 a 13. Questi alcuni dei dati (relativi al circondario del Tribunale di Trani) estrapolati dalla relazione sull’amministrazione della giustizia 2017 presentata ieri mattina dal presidente della Corte di Appello di Bari, Franco Cassano, in occasione della cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario.

«L’aumento crescente dei reati di omicidio volontario (20 in più dal giugno 2015 in tutto il distretto della Corte d'appello di Bari che è formato dai circondari dei tre Tribunali ordinari di Bari, Foggia e Trani, ndr) - ha spiegato lo stesso presidente - potrebbe far dubitare, nonostante la sensibile diminuzione di taluni reati (estorsioni, usure, rapine), nel miglioramento della sicurezza collettiva in ambito distrettuale. Tuttavia occorre correlare quei dati con gli esiti delle indagini, che, generalmente, hanno assicurato in tempi rapidi alla giustizia i responsabili degli eventi delittuosi (come dimostra l’aumento sensibile dei procedimenti con autore noto), restituendo alla collettività un tasso elevato di percezione della propria sicurezza».

Sui tempi della giustizia Cassano ha evidenziato la netta flessione della durata media dei procedimenti «nonostante le scoperture degli organici - ha precisato - che negli uffici del distretto ammontano, in media al 15%». La durata media dei procedimenti civili nel Tribunale di Trani è di 512 giorni, inferiore al limite dei tre anni previsto dalla legge Pinto, mentre in Corte d’appello si è passati dai 970 ai 734 giorni.

Nel Tribunale tranese, invece, i procedimenti che approdano negli uffici del Giudice per le indagini preliminari e del Giudice dell’udienza preliminare del Tribunale hanno una durata più breve (161 giorni) rispetto a Bari la cui durata è più lunga (315 giorni).

Per quanto riguarda il diritto di famiglia, si è incrementato il movimento dei procedimenti di separazione e di divorzio (consensuale e giudiziale). Sempre nel Tribunale di Trani, in aumento il numero dei procedimenti ex art. 709, volti ad ottenere, dal giudice, la modifica dei provvedimenti presidenziali nei giudizi di separazione personale o di divorzio o conseguenti alla violazione delle responsabilità genitoriali, manifestatisi nel tempo. Inoltre, un notevolissimo incremento è stato registrato per quanto riguarda il contenzioso derivato dall’introduzione della legge n. 219/2012 che ha spostato la competenza in materia di controversie relative al mantenimento ed affidamento di figli nati da genitori non coniugati dal Tribunale per i minorenni al Tribunale ordinario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400