Domenica 21 Ottobre 2018 | 12:06

NEWS DALLA SEZIONE

Davanti alla chiese
Bisceglie, spacciano 50 euro falseper le piantine dei malati di tumore

Bisceglie, spacciano 50 euro false per le piante dei ma...

 
Il prodigio
Mons. Dimiccoli, il miracolo fu valido: curò paraplegico

Mons. Dimiccoli, il miracolo fu valido: curò paraplegic...

 
Presi dalla Polizia
Andria, in cella due rapinatori: pestarono cliente in sala giochi

Andria, in cella due rapinatori: pestarono cliente in s...

 
la tragedia di Andria
Scontro treni, il gup chiama in causail Ministero e la Ferrotramviaria

Scontro treni, gup chiama in causa il Ministero e la Fe...

 
Il caso
Barletta, cantieri «a sorpresa» e il traffico va subito in tilt

Barletta, cantieri «a sorpresa» e il traffico va subito...

 
Il convegno
Bat? Territorio fragile, ma lo Stato c'è: focus sicurezza a Canosa

Bat? Territorio fragile, ma lo Stato c'è: focus sicurez...

 
Il bilancio
Vendemmia: un'ottima annata, +20% rispetto al 2017

Vendemmia: un'ottima annata, +20% rispetto al 2017

 
La strage
Cani morti in strada a Trani, mistero irrisolto

Cani morti in strada a Trani, mistero irrisolto

 
Ad Andria
Sequestrate costruzioni abusive nel Parco Nazionale Murgia

Sequestrate costruzioni abusive nel Parco Nazionale Mur...

 
Il caso
Domenica con beffa, chiuso il castello di Trani: «Famiglie state a casa»

Chiuso castello di Trani di domenica: «Famiglie a casa»

 
Sulla Corato-Altamura
Furgone si ribalta a causa di cinghiali: ambulanti salvi per miracolo

Furgone si ribalta a causa di cinghiali: ambulanti salv...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

bisceglie

Rastrelliere per biciclette
strano boom di richieste

Rastrelliere per biciclette strano boom di richieste

di LUCA DE CEGLIA

BISCEGLIE - Si moltiplicano a Bisceglie le richieste inviate dagli operatori commerciali e dalle associazioni onlus al sindaco ed all’Amministrazione comunale per l’istituzione, all’esterno delle proprie sedi, di spazi di sosta riservati a velocipedi su strada e di spazi pubblici con la sistemazione di rastrelliere.

Saranno di colpo diventati tutti cittadini ecologisti ed amanti della mobilità sostenibile? In realtà le rastrelliere in città (una prima parte sono già state già montate) in più di qualche caso fungono da escamotage per impedire il parcheggio dei veicoli. A palazzo di città si è ritenuto di definire i criteri generali per il rilascio delle concessioni degli spazi pubblici ai margini di strade pubbliche ove consentire l’installazione di rastrelliere per le soste riservate ai velocipedi.

Quindi il sindaco Vittorio Fata ha emesso un’ordinanza sindacale per introdurre specifiche prescrizioni per concedere detti spazi di sosta riservati nell’ambito del territorio comunale. Infatti si parte dal presupposto politico amministrativo di voler promuovere la mobilità ciclistica in particolar modo nelle aree urbane in cui si registra una maggiore congestione del traffico veicolare, considerando che l’uso della bicicletta, ove diffuso in alternativa ad altre tipologie di veicoli, diventa rilevante per migliorare la qualità dell’aria e la vivibilità del centro urbano. Ma si ritiene che per promuovere una mobilità ciclistica diffusa occorre predisporre idonei spazi di sosta riservati ai velocipedi muniti di rastrelliere, che posizionate ai margini della carreggiata consentono una ordinata dislocazione delle biciclette nonché la possibilità di garantire il loro ancoraggio quale deterrente per i furti.

Pertanto l’ordinanza prevede ai fini del rilascio delle suddette concessioni di spazi pubblici l’osservanza delle seguenti prescrizioni: 1) è possibile concedere spazi di sosta riservati a velocipedi ai margini di strade pubbliche ove è consentita la sosta dei veicoli, su ampi marciapiedi ed in prossimità degli accessi ad aree pedonali urbane; 2) l’installazione di rastrelliere ed eventuali elementi di arredo, deve avvenire nell’ambito dello spazio di sosta concesso, che potrà avere le dimensioni non superiori alle seguenti misure: 4,80 metri di lunghezza e 2,00 metri di larghezza, come previsto dal D.M. n.6792 del 5/11/2001; 3) ogni spazio riservato alla sosta dei velocipedi, dovrà essere distante da altre infrastrutture simili per almeno 70 metri lineari, con deroga prevista solo per quegli spazi prospicienti immobili adibiti a pubblici uffici; 4) al fine del rilascio della concessione per l’installazione di spazi riservati a velocipedi muniti di rastrelliere, occorre acquisire preventivamente: il parere del Comando di polizia locale che accerti per i siti richiesti la sussistenza di spazi adeguati per il transito pedonale e situazioni non ostative ai sensi del Codice della Strada valutando anche la conformazione della sede stradale; il parere della Ripartizione Tecnica che dovrà esprimere un preventivo assenso in ordine alla tipologia di rastrelliere e ad eventuali elementi di arredo, i quali dovranno armonizzarsi con le aree urbane circostanti.

Occorre pertanto che, chiunque abbia interesse dovrà allegare all’istanza una planimetria corredata da una relazione tecnica descrittiva della tipologia di rastrelliera e/o elementi di arredo urbano che intende installare; 5) sarà cura dell’istante, a seguito dell’adozione di specifica ordinanza adottata dall’Ente comunale, installare la segnaletica verticale ed orizzontale conforme alle prescrizioni del Regolamento di esecuzione del Codice della Strada per aree di sosta riservate a

velocipedi, nonché la rastrelliera ed eventuali elementi di arredo urbano conformi al progetto preventivamente approvato dalla Ripartizione Tecnica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400