Sabato 20 Aprile 2019 | 04:26

NEWS DALLA SEZIONE

È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

 
LecceLa decisione
Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

 
BrindisiIl batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
TarantoA grottaglie (Ta)
Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

 
Materavittima un materano
Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

 
PotenzaL'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
BatÈ incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 

autorizzazioni

Andria, manca il regolamento
rischio smontaggio per i dehors

La denuncia arriva da Savino Montaruli (Unimpresa Bat)

Andria, manca il regolamento rischio smontaggio per i dehors

MARILENA PASTORE

ANDRIA - Smantellare o no? Il dilemma incombe sui numerosi pubblici esercenti che hanno investito ad Andria nell’allestimento dei cosiddetti dehors, le strutture esterne ai locali. Il comune di Andria, ad oggi, non ha ancora approvato il regolamento concordato con la soprintendenza di Foggia. Una situazione di enorme incertezza per tutte le attività presenti da piazza Catuma a Corso Cavour passando per Porta Castello. «Qualora il comune non approvi con la massima urgenza entro qualche giorno il regolamento comunale, tutti i dehors delle aree d’ambito interessate, quindi quelle più centrali della città, dovranno provvedere allo smantellamento immediato delle strutture e dovranno adeguarsi da subito a quanto prescritto dalla soprintendenza, chiedendo una nuova autorizzazione ad essa direttamente, con tutte le conseguenze del caso, anche in merito alla tempistica di rilascio».

Di questo è convinto il responsabile di Unimpresa Bat Savino Montaruli che aggiunge: «Questo sarebbe un danno economico e d’immagine gravissimo ed insopportabile. Al contrario, in caso di approvazione del regolamento, sarà data la possibilità di usufruire del rinnovo delle attuali autorizzazioni per un altro anno salvo l’obbligo, nel corso del 2018, di predisporre i nuovi progetti per gli allestimenti che dovranno essere sostitutivi di quelli esistenti.

Una confusione enorme che ancora una volta si riversa su chi ha voluto investire in questa città ma che vede sempre più a rischio le proprie attività lavorative. Come Unibat torniamo a chiedere all’amministrazione comunale e agli uffici competenti interventi immediati e celeri che evitino il peggio. In caso di assenza di tali interventi non escludiamo formali richieste di intervento da parte delle competenti autorità al fine di accertarne responsabilità per quanto potrebbe derivarne. Da parte nostra c’è la massima disponibilità purché si arrivi a soluzione di un problema che anche nelle altre città non è stato risolto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400