Lunedì 20 Maggio 2019 | 22:29

NEWS DALLA SEZIONE

Sanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
L'indagine
Arresto Giancaspro, legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

Bancarotta, l'ex patron del Bari Giancaspro interrogato per 6 ore
Legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

 
I danni
Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

 
Riflettori puntati
Trani, inchiesta Giancaspro: nuovo stadio in periferia, palazzi al posto del vecchio

Trani, inchiesta Giancaspro: nuovo stadio in periferia, palazzi al posto del vecchio

 
Il diretto
Ferrovie: l'Alta Velocità arriva a Barletta, due Frecciargento da e per Roma

Treni, a Barletta fermerà Bari-Roma. Mit: nuovi servizi su Alta velocità. Che non esiste

 
L'episodio
Bisceglie: atti osé in piazza fra adolescenti, scoppia rissa

Bisceglie: atti osé in piazza fra adolescenti, scoppia rissa

 
Magnitudo 2
Piccola scossa di terremoto tra Barletta e Foggia: nessun danno

Piccola scossa di terremoto tra Barletta e Foggia: nessun danno

 
REBUS VIABILITÀ
Trani, caos passaggio a livello: 60 giorni per scegliere

Trani, caos passaggio a livello: 60 giorni per scegliere

 
Il memoriale
Nardi Savasta

Magistrati arrestati, D'Introno: «Ai giudici escort, mazzette e frullatori»

 
Ambiente
Andria, ex opificio trasformato in discarica: una denuncia

Andria, ex opificio trasformato in discarica: una denuncia

 
Salvato dalla Polstrada
Andria, uomo si lancia da tir su A14: illeso. Nell'abitacolo hashish

Andria, si lancia da tir su A14: illeso. Nell'abitacolo hashish

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Taranto, il questore vieta i funerali pubblici per il boss Taurino

Taranto, il questore vieta i funerali pubblici per il boss Taurino

 
BariL'evento
Ecco «Bitonto cortili aperti» con la guida di 800 studenti

Ecco «Bitonto cortili aperti» con la guida di 800 studenti

 
BrindisiL'appello di Adelina
Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

Da 20 anni a Brindisi: «Sono malata datemi la cittadinanza»

 
PotenzaComando provinciale
Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

 
BatSanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
HomeLa visita
Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

Cagnano Varano, Trenta balla la tarantella con le ballerine del Gargano

 
LecceIl sopralluogo
Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato»

Xylella, Centinaio: «Chiedo scusa alla Puglia per il voltafaccia dello Stato» FT
Ulivi infetti anche nel Tarantino

 
MateraAi domiciliari
Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

Matera, minaccia moglie e la picchia davanti ai figli, arrestato

 

i più letti

restauro

Trani, torna a splendere
il campanile del duomo

Alla cattedrale cominciata l'operazione di smontaggio dell'impalcatura

campanile duomo di Trani

di NICO AURORA

TRANI - Ieri pomeriggio, intorno alle 18, ha cominciato a svelarsi anche la pentafora, vale a dire la prima, e più ricca, serie di arcate affiancate poste subito sotto la cuspide del campanile della cattedrale di Trani. È il segno che le operazioni di smontaggio delle impalcature, iniziate ieri mattina intorno alle 9, stanno procedendo secondo programma e proseguiranno fino alla totale liberazione della torre campanaria del duomo che dovrebbe completarsi entro il prossimo 13 settembre.

I primi ponteggi erano comparsi lo scorso 3 marzo, preludio di un restauro conservativo atteso da tempo. Al contrario, un primo accenno di smontaggio era stato compiuto lo scorso 4 agosto, in occasione dell’inizio della festa patronale, quando era stata liberata la sola. I lavori sarebbero dovuti terminare entro fine luglio, ma la necessità di completare in ogni dettaglio gli interventi, compreso il sistema cosiddetto «anti piccioni», per evitare la nidificazione di volatili lungo l’intera torre campanaria, aveva consigliato, all’esito di un sopralluogo compiuto anche dalla Soprintendenza, di posticipare a fine settembre la chiusura dei lavori. A questo punto, però, l’inizio dello smontaggio avvenuto ieri lascia dedurre che il campanile sarà libero già entro la metà del mese.

Si è trattato di «lavori straordinari e indifferibili per opere di consolidamento, restauro e salvaguardia della torre campanaria della Cattedrale di Trani», disposti e finanziati dal Ministero delle attività culturali e del turismo, attraverso il Segretariato regionale del Mibact per la Puglia e la Soprintendenza archeologica delle belle arti e paesaggio per le province di Barletta-Andria-Trani e Foggia. Partiti da un importo a base d’asta di 291.000 euro, i lavori sono stati affidati, per 271.000, all’impresa “Galante restauri e conservazione opere d’arte“, di Mola di Bari. L’impresa subappaltatrice è stata la “Edilizia Di Ciommo“, di Trani. Il responsabile unico del procedimento è l’architetto Doriana De Tommasi, progettista e direttore dei lavori sono Lucia Patrizia Caliandro e Antonia Di Marzo.

Il campanile della cattedrale di Trani, alto circa 60 metri, fiancheggia la facciata del tempio. Cronologicamente più tardo rispetto allo stesso, fu realizzato da Nicolaus Protomagister, architetto e scultore già impegnato nella costruzione della cattedrale di Bitonto, a partire da 1230. Suo, probabilmente il progetto originale del campanile, di cui però egli innalzò solo il primo basamento ed i primi due piani, ornati di bifore ad arco tondo romanico, con una colonnina ciascuna. La torre campanaria poggia su un basamento parallelepipedo alto 13,25 metri ed aperto con archi a sesto acuto, e che sul lato nord si innesta alla fabbrica del duomo. Dopo un’interruzione di circa un secolo, i lavori ripresero nel 1313, anno in cui si portò a compimento la costruzione del terzo piano, in stile gotico. La torre fu poi completata solo nei 1365, come segnato nell’epigrafe custodita nel cupolino.

Il restauro del campanile precedente all’attuale avvenne intorno al 1950, e fu quello più clamoroso di tutti i tempi, fotografato già all’epoca da numerosi testimoni e che i tranesi ricordano come quello del campanile «smontato e rimontato pezzo per pezzo»: infatti, fu sottoposto ad una completa anastilosi, in quanto pericolante e con preoccupanti fenomeni di perdita di materiale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400