Lunedì 22 Ottobre 2018 | 16:17

NEWS DALLA SEZIONE

A Bisceglie
Sicurezza, chiude Teatro Garibaldi, polemica ritardi nei lavori

Sicurezza, chiude Teatro Garibaldi, polemica ritardi ne...

 
Davanti alla chiese
Bisceglie, spacciano 50 euro falseper le piantine dei malati di tumore

Bisceglie, spacciano 50 euro false per le piante dei ma...

 
Il prodigio
Mons. Dimiccoli, il miracolo fu valido: curò paraplegico

Mons. Dimiccoli, il miracolo fu valido: curò paraplegic...

 
Presi dalla Polizia
Andria, in cella due rapinatori: pestarono cliente in sala giochi

Andria, in cella due rapinatori: pestarono cliente in s...

 
la tragedia di Andria
Scontro treni, il gup chiama in causail Ministero e la Ferrotramviaria

Scontro treni, gup chiama in causa il Ministero e la Fe...

 
Il caso
Barletta, cantieri «a sorpresa» e il traffico va subito in tilt

Barletta, cantieri «a sorpresa» e il traffico va subito...

 
Il convegno
Bat? Territorio fragile, ma lo Stato c'è: focus sicurezza a Canosa

Bat? Territorio fragile, ma lo Stato c'è: focus sicurez...

 
Il bilancio
Vendemmia: un'ottima annata, +20% rispetto al 2017

Vendemmia: un'ottima annata, +20% rispetto al 2017

 
La strage
Cani morti in strada a Trani, mistero irrisolto

Cani morti in strada a Trani, mistero irrisolto

 
Ad Andria
Sequestrate costruzioni abusive nel Parco Nazionale Murgia

Sequestrate costruzioni abusive nel Parco Nazionale Mur...

 
Il caso
Domenica con beffa, chiuso il castello di Trani: «Famiglie state a casa»

Chiuso castello di Trani di domenica: «Famiglie a casa»

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

nell'agro di Loconia

Niente acqua nei campi
sale la tensione a Canosa

Niente acqua nei campi  sale la tensione a Canosa

di Paolo Pinnelli

CANOSA - Tensione a Loconia, ieri mattina, per la protesta davanti alla sede del Conzorzio di Bonifica Terre d’Apulia, da parte di una ventina di agricoltori. Al centro delle lamentele, la mancanza di erogazione di acqua per i campi.

La temperatura, salita in questi giorni anche al di sopra dei 40 gradi, ma soprattutto la siccità persistente, ha portato un gruppo consistente di agricoltori davanti alla sede del Consorzio per chiedere spiegazioni sulla mancata erogazione dell’acqua, in un momento assolutamente delicato per le colture. Soprattutto i frutteti, percoche innanzitutto, verdure e vigneti necessitano di irrigazione in maniera assolutamente urgente ma il Consorzio lamenta la mancanza di acqua nelle riserve, a partire da quella proveniente dalla diga di Conza, in Irpinia, nell’alta valle del fiume Ofanto. Fino all’altro giorno era proprio la diga campana che alimentava la rete del Consorzio. Poi la Regione Campania, in ragione di maggiori esigenze interne (approvvigionamento delle aziende zootecniche), ha negato la disponibilità alla erogazione di acqua per l'uso irriguo del territorio ofantino. Da qui la decisione - finalmente - di attingere dalla vicina diga del Locone, che, almeno a prima vista, è abbondantemente provvista di acqua.

Ma ieri sarebbe sorto un problema tecnico: secondo quanto riferito ad alcuni agricoltori dai responsabili del Consorzio, ci sarebbero difficoltà alle attrezzature di sollevamento dell’acqua. E quindi? «Ci hanno assicurato che da lunedì sarà tutto sistemato - riferiscono ancora alcuni agricoltori - ma noi, se non vedremo uscire quell’acqua che abbiamo pesantemente già pagato (è stato anticipata la metà dell’importo pagato l’anno precedente, ndr) saremo di nuovo davanti al Consorzio, perchè le nostre colture non possono attendere».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400