Sabato 20 Aprile 2019 | 05:05

NEWS DALLA SEZIONE

È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

 
LecceLa decisione
Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

 
BrindisiIl batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
TarantoA grottaglie (Ta)
Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

 
Materavittima un materano
Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

 
PotenzaL'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
BatÈ incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 

Andria

Centro ricerche «Bonomo»
le istanze dei dipendenti
portate avanti dal Parco

Centro ricerche «Bonomo»  le istanze dei dipendenti  portate avanti dal Parco

Il Centro Ricerche “Bonomo” alle pendici di Castel del Monte

ANDRIA - La questione del , è stata al centro di un incontro tenutosi a Gravina tra l’Ente Parco Nazionale dell’Alta Murgia, rappresentato dal vicepresidente Cesareo Troia e dal direttore Fabio Modesti, ed un gruppo di ex dipendenti del Centro Ricerche.

struttura da rivitalizzare La richiesta di incontro da parte di questi ultimi è scaturita in seguito al comunicato diffuso dall’Ente Parco con il quale si è riproposto un progetto dell’Ente teso alla rivitalizzazione del Centro Ricerche attraverso il recupero funzionale di un fabbricato, nell’ambito del compendio della Fondazione “Bonomo”, e l’individuazione di linee di ricerca dal forte contenuto scientifico in campo ambientale ed agronomico.

verso un nuovo tavolo di confronto Il vicepresidente dell’Ente Parco ha confermato la validità e la strategicità per tutto il territorio del Parco della proposta effettuata ormai dieci anni or sono, con la necessità di piccoli adeguamenti tecnici. Ha altresì confermato la necessità di attivare un tavolo di confronto con le Amministrazioni pubbliche coinvolte a vario titolo nella questione, a cominciare dalla Provincia di Barletta Andria Trani per finire ai tredici Comuni della Comunità del Parco ed alla Regione, quest’ultima in quanto gestore dei cospicui finanziamenti derivanti dai Fondi Strutturali.

confermare le finalità di ricerca scientifica «Non va esclusa, ovviamente, dal tavolo di confronto la famiglia Bonomo - si precisa in una nota diffusa dall’Ente Parco - cui la Fondazione è intitolata e che persegue, per Statuto, le finalità di ricerca scientifica. Il direttore dell’Ente Parco ha rappresentato agli ex dipendenti, la forte prospettiva di qualificazione professionale che la proposta progettuale comporta. In tal senso, le figure già operanti all’interno del Centro Ricerche potrebbero essere di notevole ausilio».

«Gli ex dipendenti del Centro Ricerche Bonomo hanno riconosciuto il ruolo e la funzione strategica dell’Ente Parco dell’Alta Murgia nella vicenda, prendendo atto che la proposta formulata cambia i connotati delle loro rivendicazioni trasformandole da protesta in proposta».

«Dopo il periodo estivo, l’Ente Parco attiverà il tavolo di confronto con gli attori principali della vicenda».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400