Giovedì 18 Aprile 2019 | 23:05

NEWS DALLA SEZIONE

Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 
Il punto
«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

fabbricato già teatro di un tentato omicidio

Trani, si torna a sparare
colpi contro un edificio

Trani, si torna a sparare  colpi contro un edificio

di Nico Aurora

TRANI - Le indagini sono pienamente in corso. Allo stato non è ancora chiaro quanti colpi siano stati esplosi e di quale calibro. E, soprattutto che abbia premuto il grilletto e all’indirizzo di chi. Gli agenti del Commissariato di pubblica sicurezza mantengono il massimo riserbo su un episodio che torna a fare crescere la tensione in città, dopo che gli arresti operati all’inizio dell’anno dalla magistratura ed un certo periodo di tempo trascorso senza più fatti di cronaca avevano fatto ritenere che la situazione fosse tornata sotto controllo.

Ieri, invece, intorno alle 17.30, ignoti, forse a bordo di una moto e quindi con il volto coperto da un casco, hanno esploso alcuni colpi di pistola verso un fabbricato già teatro di un tentato omicidio, lo scorso 22 febbraio, in via Superga, nei pressi dell’intersezione con via Andria e piazza Vittime 11 settembre. Oggetto del fuoco, una porzione di palazzina tra un portone ed un bar all’ingresso del quale, già nei mesi scorsi, si era verificato un tentato omicidio risoltosi con la fuga del responsabile e le indagini e gli approfondimenti dei carabinieri sulla vittima designata scampata all’agguato, volto comunque noto negli ambienti della criminalità.

L’episodio si inserì in un contesto di crescente tensione che aveva visto nei giorni precedenti, il 12 febbraio, l’omicidio di Antonio Mastrodonato e, nei successivi, la definizione delle indagini relative allo stesso fatto di sangue con gli arresti spiccati dai magistrati della Procura di Bari, cui il caso fu affidato per le implicazioni di carattere mafioso. Il tentato omicidio di via Superga era finito, pertanto quasi relegato in secondo piano, ma la circostanza che oggi vede lo stesso luogo oggetto di una nuova pistolettata e, dunque, di un ennesimo fatto di cronaca, fa riemergere interrogativi ed accrescere nuovamente la tensione.

Peraltro, il fatto si inserisce all’indomani delle prime dichiarazioni rese da Vito Corda, nel carcere di Araino Irpino in cui è ristretto per ipotesi legate alle estorsioni in città, in qualità di aspirante collaboratore di giustizia. Le sue rivelazioni starebbero da una parte chiarendo il quadro degli inquirenti, dall’altra provocando reazioni da parte di chi teme, adesso, di essere più che mai chiamato in causa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400