Giovedì 18 Aprile 2019 | 23:13

NEWS DALLA SEZIONE

Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 
Il punto
«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

IL delitto avvenne nel 2012

Barletta, omicidio Pellizzieri
arrestati sicari e mandanti

Il giovane lavorava nel mercato rionale: fu preso sotto braccio e consegnato al killer che lo freddò con 5 pistolettate

Barletta, consegnarono vittima al killer sotto braccio: arrestati

Alle prime ore dell’alba, a Barletta e Foggia, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a 4 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di Ruggiero Lattanzio, detto “rino non lo so”, Luigi Marchisella inteso “lo zio”, Giuseppe Cirino e Pasquale Lattanzio Pasquale detto “fanale”, ritenuti, in concorso, mandanti ed esecutore materiale (il CIRINO) dell’attentato, compiuto con 5 colpi calibro 9, ai danni del pluripregiudicato Michele Pellizzieri avvenuto la mattina del 5 ottobre di 5 anni fa a Barletta. A causa delle ferite riportate, la vittima morì in la mattina del 24.12.2012.

Il provvedimento restrittivo emesso dal GIP del Tribunale di Bari Dr.ssa Piliego, su richiesta del coordinatore della DDA di Bari Dr. Pasquale Drago, scaturisce dalle indagini svolte dai Carabinieri della Compagnia di Barletta. Le complesse investigazioni condotte hanno dimostrato come Lattanzio Ruggiero e Marchisella Luigi avevano deciso l’omicidio per contrasto con la vittima sul controllo delle attività illecite nella città di Barletta, ottenendo l’adesione del Cirino Giuseppe, che così istigavano e determinavano a commettere il reato.

In particolare, le indagini hanno evidenziato come i due Lattanzio avessero preso sotto braccio il Pellizzieri, proprio allo scopo di indicarlo, senza ombra di dubbio, al killer. Una volta defilatisi i due complici, il Cirino, approfittando del momento opportuno per agire, esplodendo contro la vittima cinque colpi di pistola. Nel frattempo, Luigi Marchisella, che già in precedenza aveva provveduto ad organizzare le modalità per la fuga dell’assassino, si era attivato con una telefonata chiedendo l’intervento di altro complice, Sabino Grossale (a sua volta deceduto) per prelevare il sicario sulla litoranea di Ponente a Barletta.

Le complesse indagini, fatte di pedinamenti, servizi di osservazione ed intercettazioni, sono state confermate anche dalle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia che hanno contribuito a confermare il quadro di accusa. I quattro arrestati sono stati rinchiusi nel carcere di Trani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400