Lunedì 18 Gennaio 2021 | 05:06

NEWS DALLA SEZIONE

Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 
Paura in città
Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

 
Storie
Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

 
Teatro
Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

 
Agroalimentare
Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

 
L'inchiesta
Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

 

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaLa decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
FoggiaIl caso
Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

 
LecceL'incidente
Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

 
BariL'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Sono due cerignolani

Non si fermano all'alt
2 morti sull'Andria-Canosa

incidente a Canosa

foto Calvaresi

Canosa - È finita in tragedia, l’altra notte, la fuga degli occupanti di una «Lancia K», inseguiti da una gazzella dei carabinieri dopo aver ignorato l’alt dei carabinieri nel centro abitato di Cerignola, che erano messi al loro inseguimento. Dopo aver percorso una ventina di chilometri a folle velocità sulla Provinciale 2 (la ex «231»), poco oltre Canosa verso Andria, la vettura si è ribaltata e infine schiantata contro lo spartitraffico «new jersey» ed i due occupanti, Nicola Mansi e Mario Saccotelli, entrambi cerignolani di 36 anni, sono morti sul colpo.
Quando i carabinieri, che erano stati distanziati dai fuggiaschi, sono sopraggiunti sul luogo della tragedia, al chilometro 62,800 della ex «231», si sono trovati di fronte ad una vettura semidistrutta e a due corpi riversi sull’asfalto, sbalzati fuori dall’abitacolo della vettura, ribaltatasi più volte. Tutto era iniziato poco prima, attorno alle 4 del mattino, alla periferia di Cerignola, allorché la Lancia, condotta, pare, da Mansi che ne era il proprietario, aveva forzato il posto di blocco dei militari ed era fuggiti verso corso Scuola Agraria per poi imboccare il bivio per l’ex statale «98» che porta a Canosa. I carabinieri del nucleo operativo della Compagnia di Cerignola si erano messi all’inseguimento perdendo terreno nel lungo rettilineo che conduce alle porte di Canosa e poi nella serie di curve fino all’imbocco verso Andria, dove vi è un tratto di alcuni chilometri a due corsie, separate dal guardrail in cemento.
A causa della elevatissima velocità (c’è chi parla del contachilometri fermo oltre i 200 all’ora) o eventualmente di altri fattori che sono al vaglio degli inquirenti, il conducente della Lancia K ha perso il controllo della vettura che si è ribaltata per poi terminare la sua corsa contro il guardrail.
Sul posto sono intervenuti, per i rilievi del caso, gli uomini della sottosezione della Polstrada di Ruvo, ed alcune ambulanze del 118 per portare soccorsi che purtroppo erano già inutili, oltre naturalmente ai carabinieri ed ai vigili del fuoco del distaccamento di Barletta. Le salme sono state poi trasferite all’obitorio del cimitero di Canosa, a disposizione dell’autorità giudiziaria, che verosimilmente disporrà l’esame autoptico che potrebbe essere corredato anche da una perizia tossicologica. Sulla scena del sinistro è stata ritrovata una borsa contenente attrezzi, probabilmente atti allo scasso, e forse anche per questo i due giovani hanno deciso di sottrarsi al controllo dei militari.
Entrambi erano noti alle forze dell’ordine. In particolare Nicola Mansi che aveva avuto a che fare molte volte con la giustizia per reati contro il patrimonio ed era stato anche, per un certo periodo, sottoposto alla sorveglianza speciale. Ma ora, nulla più conta e resta solo la pietà ed il dolore delle famiglie e degli amici che piangono due giovani vite tragicamente spezzate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie