Lunedì 25 Gennaio 2021 | 21:28

NEWS DALLA SEZIONE

viabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
L'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccela polemica
Lecce, a Palazzo Carafa girata scena di video trap: il Comune si dissocia

Lecce, a Palazzo Carafa girata scena di video trap: il Comune si dissocia

 
Tarantopiano industriale
Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

Mittal Taranto, azienda conferma per il 2021 produzione di 5 milioni di tonnellate d’acciaio

 
Homela tragedia
Bari, bambino di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipoitizza suicidio

Bari, bimbo di 9 anni trovato impiccato in casa a San Girolamo: si ipotizza suicidio. Gioco online? «Non sappiamo»

 
FoggiaLa decisione
Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

 
Potenzamaltempo
Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

Trani

Giù l'intonaco dal soffitto
paura nei locali della Asl

Il cedimento verso le 8.30 con il personale già al lavoro

Giù l'intonaco dal soffitto  paura nei locali della Asl

di LUCIA DE MARI

TRANI - Crolla l’intonaco del soffitto della sede del Distretto Socio sanitario n.5 della Asl Bat di Trani, che com’è noto è ubicato negli spazi del vetusto “ex ospedaletto pediatrico” di via Imbriani.

Solo il caso ha voluto che in quel momento non si trovasse nessuno di passaggio, dato che i grossi pezzi di calce e intonaco sono venuti pesantemente giù intorno alle 8.30 di ieri mattina in corridoi e stanze aperte al pubblico e soprattutto al passaggio degli impiegati della Asl, che a quell’ora naturalmente si trovavano già sul posto di lavoro.

lo scenario inquietante Crollano grossi pezzi di intonaco dunque al secondo piano di quella vecchia costruzione, dove sono dislocati uffici ed ambulatori, da quello per le vaccinazioni a quello per gli invalidi, ma anche altri numerosi servizi aperti al pubblico dei pazienti della Asl, oltre agli uffici della Spesal che è proprio l’organo per i controlli sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Probabilmente sarebbe bastato un giro al secondo piano di quell’edificio per rendersi conto che qualcosa non doveva trovarsi in ottimo stato, per venir giù in quella portata: protocollo di intesa sottoscritto in Regione nei giorni scorsi per la realizzazione a Trani di un progetto pilota di medicina territoriale.

Regione Puglia ed Asl Bat si sono impegnate ad effettuare i necessari investimenti economici, sia di tipo strutturale che funzionale, in favore del sistema di servizi sanitari della città di Trani che sarà riconfigurato complessivamente e sarà caratterizzato in senso non solo fortemente territoriale e di promozione della salute, con un significativo aumento dell'offerta complessiva di salute a favore dei cittadini, ma anche di grande innovazione e sperimentazione.

in attesa del progetto pilota Si tratta di un investimento complessivo di circa 15 milioni di euro.

Il Comune di Trani ha aderito al progetto pilota in maniera convinta ed è stato parte attiva della sua stessa definizione.

Altra componente significativa del protocollo d'intesa è la cosiddetta cittadella sociosanitaria presso l'ex ospedaletto. Quello che definiamo "ex Ospedaletto pediatrico di Trani" è in realtà un insieme di cinque distinti corpi di fabbrica, completamente autonomi e distinti, tenuti insieme da un parco caratterizzato da vegetazione secolare che è esso stesso una risorsa della città.

L'idea complessiva consiste nella realizzazione, nella struttura in questione, di un complesso coerente di strutture caratterizzate dalla comune appartenenza all'area sociosanitaria. Il progetto consentirà di raggiungere almeno due grandi obiettivi: evitare la deleteria medicalizzazione di quei servizi che per loro natura necessitano di una presa in carico multidimensionale e integrata e ai quali spesso afferiscono cittadini che non sono portatori di istanze di tipo sanitario in senso stretto (si pensi alle famiglie che effettuano percorsi finalizzati alla adozione di minori) e moltiplicare l'efficacia dei servizi in questione, grazie alla creazione di un contesto al tempo stesso protetto e mirato ma anche integrato con la dimensione normale della città grazie al parco e non solo.

i servizi da dislocare Complessivamente, tra servizi già esistenti e servizi da trasferire o implementare, nell'ex ospedaletto verranno allocati i seguenti servizi: centro di salute mentale; servizio di neuropsichiatria infantile; servizio dipendenze patologiche; consultorio familiare con équipe affido ed adozione, équipe abuso e maltrattamento; centro disturbi cognitivi con centro per le demenze; centro per i disturbi specifici dell'apprendimento; centro per i disturbi dello spettro autistico; centro diurno per anziani (ex regolamento regionale 4/2007); sala polivalente; spazi per l'integrazione sociale dei pazienti dei diversi servizi; bar, parco sociale e orto urbano. Presso l'ex ospedaletto restano, inoltre, allocati i vari uffici del dipartimento di prevenzione nelle sue due componenti (area veterinaria ed area medica).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie