Giovedì 25 Aprile 2019 | 07:45

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
Botta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 
Il furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
Il furto
Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

 
Discariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 
La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
LecceTecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

Quei libri sensoriali che aiutano gli autistici

di GIUSEPPE DIMICCOLI
Quei libri sensoriali che aiutano gli autistici
di GIUSEPPE DIMICCOLI

BARLETTA - Un libro contiene nel suo animo sempre qualcosa di meraviglioso ma quando vi è anche il «valore aggiunto» della sensorialità tutto diventa speciale. E utile. A produrli manualmente l’eclettica barlettana Adele Balestrucci, classe ’86, laurea e specializzazione a 25 anni alla facoltà di scienze della Formazione in scienze dell’educazione degli adulti e la formazione continua all’Università di Bari. Adele ha da sempre coltivato tanti hobby direttamente legati alla «genetica familiare» avendo avuto a che fare con il magico mondo della merceria (la sua famiglia da due generazioni ha un negozio a a Barletta). Capace di realizzare con le sue mani «oggetti meravigliosi» con la sua professionalità, fantasia, creatività e senza seguire schemi precostruiti ha realizzato i suoi «libri sensoriali».

«I bambini hanno bisogno di acquisire le basiche conoscenze di numeri e lettere dell’alfabeto, l’antico abaco reso meno noioso e più attraente, l’associazione di colori e oggetti, la frutta e le stagioni, gli effetti climatici, le sensazioni tattili, i movimenti legati alle abitudini quotidiane, la cura di sé e dei propri spazi, per raggiungere un livello di autonomia personale di base - ha scritto Adele -. Per esempio, l’autismo è una delle patologie più frequenti in questo nostro periodo storico, la medicina da anni ormai si dedica a cercare di scoprire le cause che stanno portando all’aumento di casi più o meno lievi o più o meno gravi, con assenza o presenza verbale; gli educatori, psicoterapeuti, psicologi, pedagogisti si adoperano dal canto loro a scoprire ed immaginare strumenti che possano alleviare le sofferenze delle famiglie che si trovano a vivere disagi quotidiani».

Come? «I soggetti affetti da spettro dell’autismo necessitano di schemi legati alla ripetitività e metodicità delle azioni, il loro tempo è scandito da immagini legate alle loro attività, in altri casi esistono problematiche legate alla motricità a più livelli, difatti a volte vi è assenza di coordinazione nei grandi movimenti o dei piccoli gesti».
Al fine di agevolare questo processo Adele ha cominciato a realizzare i suoi “libri sensoriali” avendo avuto richiesta da una terapista di Barletta. «Andando avanti mi sono specializzata e ho cominciato a postarli sul profilo Facebook in cui dimostro le attività dei libri sotto forma di video - ha precisato Adele -. Fino a quando non son capitati tra i post di una delle responsabili dei centri per l’Autismo della regione Campania, che, senza pensarci troppo, mi ha commissionato i sei «libri sensoriali» divisi per discipline: «lettere», «numeri», «colori», «forme», «movimento» e «manualità», per lo sviluppo di motricità, attenzione, logica, appaiamento, discriminazione dei colori».

Progetti per il futuro? «Sto realizzando inoltre tappeti che raffigurano percorsi giornalieri personalizzabili per ogni caso e l’allestimento delle pareti sensoriali delle tre sedi/ centri per l’autismo nel territorio della regione Campania in cui verranno create delle attività sensoriali idonee a casi generici o personalizzate sui casi esistenti». Perchè non valorizzare questa eccellenza pugliese in Puglia?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400