Sabato 20 Aprile 2019 | 08:49

NEWS DALLA SEZIONE

È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

 
LecceLa decisione
Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

 
BrindisiIl batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
TarantoA grottaglie (Ta)
Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

 
Materavittima un materano
Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

 
PotenzaL'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
BatÈ incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 

Case «fantasma» a Barletta Chiusa inchiesta: 11 indagati

Case «fantasma» a Barletta Chiusa inchiesta: 11 indagati
BARLETTA – Avevano messo su una cooperativa edilizia ma il loro intento non era costruire residenze a prezzi calmierati, bensì incassare i lauti contributi regionali per l'edilizia agevolata per la '167' di Barletta.

A scoprirlo sono stati i finanzieri che, coordinati dalla procura di Trani, hanno notificato un avviso di conclusione delle indagini preliminari ad 11 persone, fra i quali il presidente e il vicepresidente della cooperativa edilizia, per associazione a delinquere finalizzata alla tentata truffa e al falso in bilancio, influenza indebita sull'assemblea, concorso in falso materiale e false comunicazioni sociali.

La cooperativa è stata commissariata. La stessa era entrata in graduatoria per ottenere i finanziamenti e costruire in quanto aveva il numero di iscritti necessario per legge. Parte dei soci era però ignara dell’intento fraudolento, mentre un’altra parte ne era al corrente e partecipava alle assemblee con deleghe che in realtà nessuno aveva firmato, deliberando arbitrariamente il da farsi. Proprio durante un’assemblea, nell’estate del 2014, alcuni soci, rendendosi conto di quanto accadeva, hanno cominciato ad insospettirsi e dovette intervenire la polizia per evitare che la riunione si trasformasse in rissa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400