Giovedì 18 Aprile 2019 | 18:17

NEWS DALLA SEZIONE

Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 
Il punto
«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

 
TarantoLe dichiarazioni
Ex Ilva, sindaco Taranto: «Esterrefatto da clima di semplificazione, come se problemi fossero risolti»

Ex Ilva, sindaco Taranto: «Esterrefatto da clima di semplificazione, come se problemi fossero risolti»

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

Barletta, sequestrati beni per 1,5 mln di euro a una famiglia di spacciatori

Barletta, sequestrati beni per 1,5 mln di euro  a una famiglia di spacciatori
BARLETTA - Un patrimonio del valore di un milione e mezzo di euro, detenuto da un nucleo familiare di Barletta, i cui componenti sono stati arrestati dalla Polizia di Stato tre mesi fa per spaccio di stupefacenti, è stato sequestrato stamane da agenti del Commissariato e da militari della Guardia di Finanza.

A finire in carcere a maggio scorso erano stati padre, madre e due figli trovati in possesso di 113 dosi di cocaina, 4 involucri di marijuana, 1 involucro di eroina, 2 bilancini, sostanza da taglio e materiale per il confezionamento. In quella occasione furono sequestrati 46.700 euro in contanti, custoditi nella cassaforte dell’abitazione. 

A seguito degli arresti e dei sequestri l’autorità giudiziaria di Trani dispose accertamenti patrimoniali, poi condotti dalle Fiamme Gialle di Barletta e dalla Polizia che hanno ricostruito le fonti di sostentamento della famiglia nel periodo dal 1998 fino al 2014. I finanzieri hanno accertato come la situazione reddituale della famiglia fosse sproporzionata rispetto al tenore di vita.

A fronte di redditi, percepiti peraltro da un unico componente familiare per circa 100.000 euro, nel periodo in esame la famiglia ha sostenuto spese per oltre 300.000, acquistando immobili ed auto. Il gip del Tribunale di Trani, Francesco Messina, accogliendo la richiesta del pm Silvia Curione, ha disposto il sequestro preventivo di 8 unità immobiliari, 4 vetture e un motociclo Yamaha.

Oggetto del provvedimento anche l’azienda di famiglia, ritenuta dagli inquirenti una copertura dell’attività illegale, che in seguito alle indagini si è scoperto essere quasi costantemente in perdita. Sotto sequestro sono finiti anche i conti correnti bancari con un saldo complessivo di oltre 80.000 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400