Giovedì 21 Gennaio 2021 | 18:41

NEWS DALLA SEZIONE

Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, ufficializzati due nuovi ingaggi: Rolando e Sarzi Puttini

Bari, ufficializzati due nuovi ingaggi: Rolando e Sarzi Puttini

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariEmergenza contagi
Bitonto, focolaio Covid a Villa Giovanni XXIII: 110 positivi tra anziani e operatori

Bitonto, focolaio Covid a Villa Giovanni XXIII: 110 positivi tra anziani e operatori

 
Potenzaeconomia
Tavares in Basilicata, riconosciuta centralità dello stabilimenti di Melfi nel nuovo gruppo Stellantis

Tavares (Stellantis) in Basilicata: confermati investimenti e posti di lavoro. Riconosciuta centralità stabilimento Melfi

 
Tarantoil progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
FoggiaL'accaduto
Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

 
BrindisiL'intervista
Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

Gli antifascisti e i comunisti nella provincia di Brindisi: processi, confino, democrazia

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
MateraIl caso
Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 

i più letti

Barletta, sequestrati beni per 1,5 mln di euro a una famiglia di spacciatori

Barletta, sequestrati beni per 1,5 mln di euro  a una famiglia di spacciatori
BARLETTA - Un patrimonio del valore di un milione e mezzo di euro, detenuto da un nucleo familiare di Barletta, i cui componenti sono stati arrestati dalla Polizia di Stato tre mesi fa per spaccio di stupefacenti, è stato sequestrato stamane da agenti del Commissariato e da militari della Guardia di Finanza.

A finire in carcere a maggio scorso erano stati padre, madre e due figli trovati in possesso di 113 dosi di cocaina, 4 involucri di marijuana, 1 involucro di eroina, 2 bilancini, sostanza da taglio e materiale per il confezionamento. In quella occasione furono sequestrati 46.700 euro in contanti, custoditi nella cassaforte dell’abitazione. 

A seguito degli arresti e dei sequestri l’autorità giudiziaria di Trani dispose accertamenti patrimoniali, poi condotti dalle Fiamme Gialle di Barletta e dalla Polizia che hanno ricostruito le fonti di sostentamento della famiglia nel periodo dal 1998 fino al 2014. I finanzieri hanno accertato come la situazione reddituale della famiglia fosse sproporzionata rispetto al tenore di vita.

A fronte di redditi, percepiti peraltro da un unico componente familiare per circa 100.000 euro, nel periodo in esame la famiglia ha sostenuto spese per oltre 300.000, acquistando immobili ed auto. Il gip del Tribunale di Trani, Francesco Messina, accogliendo la richiesta del pm Silvia Curione, ha disposto il sequestro preventivo di 8 unità immobiliari, 4 vetture e un motociclo Yamaha.

Oggetto del provvedimento anche l’azienda di famiglia, ritenuta dagli inquirenti una copertura dell’attività illegale, che in seguito alle indagini si è scoperto essere quasi costantemente in perdita. Sotto sequestro sono finiti anche i conti correnti bancari con un saldo complessivo di oltre 80.000 euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie