Sabato 25 Maggio 2019 | 13:03

NEWS DALLA SEZIONE

Nella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 
La sentenza
Spinazzola, Tar boccia aumento Irpef: Comune restituirà soldi ai cittadini?

Spinazzola, Tar boccia aumento Irpef: Comune restituirà soldi ai cittadini?

 
La decisione
Barletta, villette abusive: dissequestro e proprietari assolti

Barletta, villette abusive: dissequestro e proprietari assolti

 
La sentenza
Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

 
La bomba
Barletta, paura per ordigno bellico in mare

Barletta, paura per ordigno bellico in mare

 
Dopo la scossa
Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

 
Sanità
Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

 
Sanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
L'indagine
Arresto Giancaspro, legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

Bancarotta, l'ex patron del Bari Giancaspro interrogato per 6 ore
Legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

 
I danni
Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaL'avviso
Trinitapoli, Comune: stop a quel pesticida, è usato troppo

Trinitapoli, Comune: stop a quel pesticida, è usato troppo

 
TarantoDai carabinieri
Marina di Ginosa, abusi edilizi: sequestrato un lido

Marina di Ginosa, abusi edilizi: sequestrato un lido

 
BariL'inchiesta
Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

Bari, pm dissequestra beni a ex dirigente Policlinico

 
PotenzaControlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 
LecceL'incidente
Lecce, si insedia e cade: frattura per il neo presidente della Corte di appello

Lecce, si insedia e cade: frattura per il neo presidente della Corte di appello

 
BrindisiDai Cc
Ceglie Messapica, droga nella lavatrice: arrestato un 34enne

Ceglie Messapica, droga nella lavatrice: arrestato un 34enne

 
BatNella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 
MateraSanità
Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

Ospedale Tinchi, nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

 

i più letti

Barletta, pestati due barboni non pagavano il pizzo per dormire nella stazione

Barletta, pestati due barboni non pagavano il pizzo per dormire nella stazione
BARLETTA - A distanza di anni la storia si capovolge. Prima erano gli italiani a chiedere il «pizzo» agli stranieri per dormire in un luogo pubblico. Adesso, invece, sono gli stranieri a pretendere denaro dagli italiani senzatetto. Un caso emblematico si è verificato a Barletta, nella sala d’attesa della stazione ferroviaria. Denunciati a piede libero, per tentata estorsione e lesioni personali, due cittadini rumeni di 24 e 17 anni.il fattoLa scorsa notte due senzatetto italiani, Raffaele e Pasquale, si riparano all’interno della sala d’aspetto della stazione.

Lì vengono avvicinati e svegliati in malo modo da due uomini di nazionalità rumena. La richiesta degli stranieri è chiara: «Dieci euro a testa per continuare a dormire in stazione».La risposta negativa dei senzatetto, privi di danaro, scatena l’aggressione dei rumeni. Raffaele, 54enne barlettano senza fissa dimora, viene malmenato e minacciato con un coltello, mentre Pasquale riesce a fuggire. A salvare Raffaele è l’arrivo di una volante della polizia, giunta in piazza Conteduca per un controllo. Immediata la fuga dei rumeni, fermati lungo i binari della stazione. Denunciati a piede libero, uno dei due (minorenne) su disposizione dell’autorità giudiziaria è stato collocato in una comunità della zona. Raffaele, invece, se l’è cavata con qualche escoriazione ed ematoma.

a.losito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400