Giovedì 25 Aprile 2019 | 07:47

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
Botta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 
Il furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
Il furto
Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

 
Discariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 
La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
LecceTecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

Polveri sospese, a Barletta il record negativo regionale

Polveri sospese, a Barletta il record negativo regionale
BARLETTA - Non sappiamo se l’aggiornamento dell’ tra il sindaco Cascella e i dirigenti della Timac, lo stabilimento che produce fertilizzanti in via Trani, si terrà domani, dopo il primo approccio di venerdì 8 maggio, all’indomani della pubblicazione sulla Gazzetta di una foto choc sull’ing ente emissione di fumi dalla fabbrica nella notte tra il 30 aprile e il 1° maggio. Certo è che il dirigente regionale dell’Ufficio Bonifica e pianificazione, ing. Giovanni Scannicchio, ha convocato per martedì 19 maggio, alle 10, in via delle Magnolie, nella zona industriale, a Bari, la conferenza di servizi a proposito della «messa in sicurezza » dell’opificio barlettano.

Nessun collegamento tra le emissioni segnalate tra la fine di aprile e l’inizio di maggio, che hanno dato vita ad una protesta diffusa, di cui si è fatto portavoce l’av vo c at o Michele Cianci, con successiva creazione di una pagina Facebook «Operazione aria pulita Bat» e annesso boom di contatti (1.453 alle 22 di ieri sera). La convocazione porta la data di lunedì 27 aprile, l’ultima seduta della conferenza di servizi sul tema si è svolta il 16 dicembre 2014. Invitati alla riunione sono i dirgenti della Timac del Gruppo Roullier, Agenzia regionale per l’ambiente, Azienda sanitaria locale di Barletta, Andria, Trani, Comune di Barletta, Provincia di Barletta, Andria, Trani e Regione Puglia. Sarà probabilmente l’occasione per prendere in esame alcuni dati tratti dalla «Relazione annuale sulla qualità dell’aria in Puglia, anno 2014» redatta da Lorenzo Angiuli, Livia Trizio e Fiorella Mazzone, del Centro Regionale Aria – Ufficio Qualità dell’Aria di Bari, e revisionata da Roberto Giua, direttore del Centro Regionale Aria di ARPA Puglia.

Si legge al capitolo dedicato al PM2.5: «Il PM2.5 è l’insieme di particelle con diametro aerodinamico inferiore a 2,5 millesimi di millimetro. Analogamente al PM10, il PM2.5 può penetrare nell’ap p a r at o respiratorio raggiungendone il tratto inferiore (trachea e polmoni)». Ancora: «Il decreto legislativo 155/10 fissava per tale inquinante un valore obiettivo di 25 μg/m3 da raggiungere entro il 1° gennaio 2010 e un obbligo di concentrazione dell’esposizione di 20 μg/m3 da rispettare entro il 2015. Come si evince dal grafico, nel 2014 i limiti su indicati non sono stati superati in nessuna stazione di monitoraggio».

Certo, il limite non è stato superato «in nessuna stazione di monitoraggio», ma quel limite (20 millesimi di grammo ogni metro cubo) è pericolosamente avvicinato (si veda la tabella in questa pagina) proprio dall’unica centralina Arpa superstite a Barletta, quella di via Casardi, nel recinto dello stadio-velodromo «Lello Simeone», non distante da Timac e Cementeria Buzzi Unicem). La media annua è la più alta di Puglia, un «primato» di cui i barlettani farebbero molto volentieri a meno. Allora, che fare? Lo scopriremo (si spera) nei prossimi giorni. [rino daloiso]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400