Sabato 24 Agosto 2019 | 13:01

NEWS DALLA SEZIONE

Un 43enne
Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

 
Preso dai Cc
Bisceglia, spacciava «fumo» in centro: in manette un 23enne

Bisceglie, spacciava «fumo» in centro: in manette un 23enne

 
Il caso
Le saline di Margherita di Savoia diventano di proprietà francese

Le saline di Margherita di Savoia diventano di proprietà francese

 
Sanità
Andria, nuovo espianto d’organi al Bonomo: donati reni e cornee

Andria, nuovo espianto d’organi al Bonomo: donati reni e cornee

 
L'arresto
Furti in appartamento, sgominata banda di ladri: operava tra Bari, Andria e Potenza

Furti in appartamento, sgominata banda di ladri: operava tra Bari, Andria e Potenza

 
La curiosità
Barletta, una Pizza «Art» per Fiorella Mannoia

Barletta, una Pizza «Art» per Fiorella Mannoia

 
L'operazione dei cc
Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

 
Il caso
Miasmi a Barletta «salta» il Consiglio. A Trani controlli in azienda sospetta

Miasmi a Barletta «salta» il Consiglio. A Trani controlli in azienda sospetta

 
L'opificio
Trani, l’ex segheria diventerà un centro commerciale

Trani, l’ex segheria diventerà un centro commerciale

 
Il caso
Barletta appestata da puzza nauseante: cittadini costretti a chiudersi in casa

Barletta, puzza in città: la fonte è una azienda di scarti animali

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceLe celebrazioni
Lecce, via alla festa di Sant'Oronzo: il programma, i bus e i parcheggi

Lecce, via alla festa di Sant'Oronzo: il programma, i bus e i parcheggi

 
MateraCarabinieri Forestali
Policoro Lido, sbancamento in area protetta: sequestrati 7 ettari di bosco

Policoro Lido, sbancamento in area protetta: sequestrati 7 ettari di bosco

 
BariDalla Polizia
Bari, in casa centrale dello spaccio: arrestato 33enne

Bari, in casa centrale dello spaccio: arrestato 33enne

 
TarantoAl rione Salinella
Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

 
BatUn 43enne
Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

 
PotenzaLavoro
Fca a Melfi, da settembre stop produzione per altri 30 turni

Fca a Melfi, da settembre stop produzione per altri 30 turni

 
FoggiaLotta alla droga
Trinitapoli, beccati 92 pacchi di cannabis light, ma in realtà era marijuana illegale

Trinitapoli, beccati con 92 pacchi di finta-cannabis light: arrestati in 2

 
HomeSulla strada 379
Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

 

i più letti

Ofanto, quella torretta troppo vicina al ponte romano

di PAOLO PINNELLI
CANOSA - La torretta per ammirare il ponte ed il fiume appare troppo vicina al ponte romano sull’Ofanto. Se gli architetti difendono la bontà della posizione, resta il dubbio che - posizionata sull’altra sponda - avrebbe regalato ben più suggestivi panorami ai turisti. A sollevare la questione della ingombrante presenza della torretta è stato il vicepresidente della Fondazione archeologica canosina, Francesco D’Ambra
Ofanto, quella torretta troppo vicina al ponte romano
di PAOLO PINNELLI

CANOSA - Il Ponte romano posto sul l’antica via Traiana, ha consentito per secoli il collegamento tra Canosa e la Daunia, rappresentando un’importante arteria per l’intero meridione. Da qualche tempo, il panorama del ponte lo si può godere anche ad una decina di metri di altezza, salendo su una torretta in legno realizzata con i fondi del progetto «Le porte del Parco fluviale del fiume Ofanto».

Fin qui la situazione. Un cartello, nei pressi della torretta ricorda la realizzazione di una struttura la cui presenza però appare quasi inquietante. Dall’ingresso dello svincolo, infatti, la torretta campeggia già sullo sfondo finendo man mano per apparire - se non proprio ingombrare - la vista della città in lontananza. Un panorama che si «deturpa» definitivamente una volta raggiunta la metà del camminamento del ponte. La «posizione» della torretta è tornata al centro dell’attenzione non più di una settimana fa, nel corso di un incontro indetto dalla Provincia di Barletta Andria Trani, settore Ambiente, gestore provvisorio del Parco Naturale Regionale del Fiume Ofanto. A sollevare la questione della ingombrante presenza della torretta è stato il vicepresidente della Fondazione archeologica canosina, Francesco D’Ambra, rilevandone la poco felice collocazione a ridosso del prestigioso manufatto romano.

Sulla questione era intervenuto in un incontro a Palazzo di città, il presidente dell’Ordine degli architetti della Bat, Giuseppe D’Angelo, affermando e chiarendo che la torretta è un’opera «di buona architettura, nel senso che la stessa è realizzata bene nella sua tecnica costruttiva e rispetta il conteso non solo eco-sistemico ma anche antropico, culturale e storico». Fin qui l’indubbio parere tecnico. Ma la presenza ingombrante della torretta lascia perplessi in ogni caso, soprattutto se si pensa che il suo «scopo» è quello di rendere meglio visibile il fiume Ofanto ed il suo corso.

Il dubbio sorge quando, saliti sulla struttura in legno, dal quel balcone, si scorge ben poco del corso del fiume, e ancora meno del ponte romano se non il solo camminamento. Vengono «meno» invece sia la bellezza del ponte, con le sue arcate, sia il corso del fiume, ed ancor più il panorama. Se avessero posizionato la torretta non già all’inizio del ponte sulla sponda Canosa ma un centinaio di metri più a monte e sulla sponda Cerignola, avrebbe invece regalato ai visitatori un spettacolo ben più affascinante con il tratturo regio, in primo piano, i ruderi di Bagnoli e l’Arco Varrone, con Canosa sullo sfondo. Una «vista» che sarebbe stata più affascinante. Invece si è scelta una posizione tecnicamente forse incontestabile ma esteticamente del tutto discutibile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie