Venerdì 24 Maggio 2019 | 01:48

NEWS DALLA SEZIONE

La sentenza
Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

 
La bomba
Barletta, paura per ordigno bellico in mare

Barletta, paura per ordigno bellico in mare

 
Dopo la scossa
Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

 
Sanità
Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

 
Sanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
L'indagine
Arresto Giancaspro, legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

Bancarotta, l'ex patron del Bari Giancaspro interrogato per 6 ore
Legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

 
I danni
Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

 
Riflettori puntati
Trani, inchiesta Giancaspro: nuovo stadio in periferia, palazzi al posto del vecchio

Trani, inchiesta Giancaspro: nuovo stadio in periferia, palazzi al posto del vecchio

 
Il diretto
Ferrovie: l'Alta Velocità arriva a Barletta, due Frecciargento da e per Roma

Treni, a Barletta fermerà Bari-Roma. Mit: nuovi servizi su Alta velocità. Che non esiste

 
L'episodio
Bisceglie: atti osé in piazza fra adolescenti, scoppia rissa

Bisceglie: atti osé in piazza fra adolescenti, scoppia rissa

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl candidato
Comunali, Di Rella: centrodestra alternativa al declino

Comunali Bari, Di Rella: centrodestra alternativa al declino

 
MateraSanità
Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

 
PotenzaStatale 653
Sinnica, riaperto dopo 3 mesi il tratto di Senise chiuso per frana

Sinnica, riaperto dopo 3 mesi il tratto di Senise chiuso per frana

 
BatLa sentenza
Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

 
BrindisiNel brindisino
Latiano, solaio crollato: disposta chiusura scuola primaria

Latiano, solaio crollato: disposta chiusura scuola primaria

 
Tarantonel tarantino
Massafra, spacciano davanti a scuola: arrestati due 19enni

Massafra, spacciano davanti a scuola: arrestati due 19enni

 
LecceSenza lavoro
Povertà: a Lecce aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

Povertà: aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

 
FoggiaLo studio
Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

 

i più letti

Antonio incoronato #ilpiùgrandepasticcere

di GIUSEPPE DIMICCOLI
BARLETTA - E' il barlettano Antonio Daloiso il più grande pasticcere. Il più bravo di tutti. Ha sbaragliato la concorrenza, ieri sera, nelle finalissima del programma andato in onda per varie settimane su RaiDue condotto da Caterina Balivo coaudiuvata dal giudizio tecnico di stelle del firmamento dell'arte della pasticceria. «Sono felicissimo per questa vittoria ma è chiaro che la considero un punto di partenza. Dedico questa vittoria a mia moglie Sabina, a mia mamma Giulia, alla mia famiglia e a tutti coloro che mi hanno sostenuto e mi vogliono bene»
Antonio incoronato #ilpiùgrandepasticcere
di GIUSEPPE DIMICCOLI

BARLETTA - E' il barlettano Antonio Daloiso il più grande pasticcere. Il più bravo di tutti. Ha sbaragliato la concorrenza, ieri sera, nelle finalissima del programma andato in onda per varie settimane su RaiDue condotto da Caterina Balivo coaudiuvata dal giudizio tecnico di stelle del firmamento dell'arte della pasticceria. Giudici inflessibili e maestri unici. Un successo televisivo che ha avuto il merito di raccontare, attraverso il filtro della televisione, l'universo della pasticceria.
Il già campione del mondo barlettano nipote e figlio d'arte, nonno Antonio e papà Ignazio gli hanno trasmesso oltre al valore del sacrificio anche i «globuli dello zucchero», è stato impeccabile sotto tutti i punti di vista.

Se è vero che la fiction televisiva alcune volte ha dipinto Antonio in una maniera ben diversa rispetto a come è nella vita è ancor più vero che il 25 barlettano si è guadagnato questa vittoria grazie alla sua forza di volontà, alle indiscusse capacità tecniche e alla sua simpatia tutta barlettana (indimenticabile la sua battuta «avest chi i fasoul»). Proprio la forza di volontà è da sempre centrale nella vita di Antonio se si considera che «il più grande pasticcere» anni fa si è procurato un gravissimo incidente alla mano, mentre lavorava lo zucchero, ustionandosi. Zucchero incandescente diventato un moltiplicatore di forza che, tra i successi già ottenuti, lo ha portato a vincere in tv. I suoi occhi azzurri, ieri sera, erano più lucenti del solito.

«Sono felicissimo per questa vittoria ma è chiaro che la considero un punto di partenza - ha fatto sapere Antonio -. Dedico questa vittoria a mia moglie Sabina, a mia mamma Giulia, alla mia famiglia e a tutti coloro che mi hanno sostenuto e mi vogliono bene. Ringrazio i miei colleghi di avventura e tutte le persone che ho conosciuto in questa esperienza».
Progetti per il futuro? «Non ho idea per il momento devo pensare al lavoro delle feste natalizie. In ogni caso se questa mia vittoria potrà essere utile a fare del bene sono ben lieto di impegnarmi con il massimo delle forze. Tra le cose che più mi rende felice è il fatto che sono molto simpatico ai bambini e questo per me è una cosa bellissima». Chapeau.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400