Domenica 17 Gennaio 2021 | 23:24

NEWS DALLA SEZIONE

Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 
Paura in città
Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

 
Storie
Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

 
Teatro
Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

 
Agroalimentare
Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

 
L'inchiesta
Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

 

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

Foggia, sassi contro auto della polizia locale durante controlli anti Covid

 
LecceL'incidente
Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

 
BariL'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
PotenzaIl personaggio
Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

Il vaccino italiano di «ReiThera»: tra i ricercatori c’è una lucana

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

Bisceglie, trafugato dipinto da una edicola

di LUCA DE CEGLIA
BISCEGLIE - Furto sacrilego, la città defraudata. Del dipinto ottocentesco raffigurante la Madonna del Soccorso col Bambino e con i tre Santi martiri Mauro, Sergio e Pantaleone protettori della città di Bisceglie, trafugato da ignoti dall’edicola votiva in Strada Sciarra nel borgo antico biscegliese, non c’è più traccia. Ed i residenti del centro storico non si danno pace
Bisceglie, trafugato dipinto da una edicola
di LUCA DE CEGLIA
BISCEGLIE - Del dipinto ottocentesco raffigurante la Madonna del Soccorso col Bambino e con i tre Santi martiri Mauro, Sergio e Pantaleone protettori della città di Bisceglie, trafugato da ignoti dall’edicola votiva in Strada Sciarra nel borgo antico biscegliese, non c’è più traccia. Ed i residenti del centro storico non si danno pace.

Scappano lacrime e si ravvivano ricordi di presunte grazie ricevute. Tutti sperano che torni la ragione nella testa di chi si è reso responsabile di un reato sacrilego così penoso. «Abito da oltre trent’anni in questa strada e per me quel quadro significava molto, in un’edicola curata spesso, non riesco a crederci che hanno portato via la Madonna, come si può arrivare a fare una cosa del genere», dice con rabbia una delle signore residenti nel vicino largo Tre Archi. «Merita una punizione divina chi ha rubato il quadro», le fa eco un’altra residente della zona. L’opera d’arte sarebbe stata sottratta, secondo le testimonianze di coloro che l’hanno vista per l’ultima volta facendosi il consueto segno di croce, nella notte tra il 26 ed il 27 novembre. «Mi ha informato una parrocchiana, allarmata di quanto era avvenuto – dice con rammarico don Paolo Bassi, parroco della chiesa di Sant’Adoeno – invito al pentimento chi ha commesso il furto del quadro, ne parlerò nell’omelia di domenica, ma tuttavia colgo l’occasione per chiedere alle istituzioni una maggiore attenzione per una serie di problematiche sociali e di decoro, di disagi più volte segnalati e di richieste scritte rimaste prive di risposte». Suscita dispiacere vedere quella tavola vuota, dove per decenni ha fatto bella mostra di sé un dipinto su lastra di zinco di autore anonimo con la Madonna venerata principalmente dalle partorienti.

Un apposito rito secolare a devozione delle gestanti si svolge ogni sabato nell’adiacente chiesa di Sant’Adoeno. Storia e devozione popolare. I residenti hanno già provveduto ad affiggere un’immagine a stampa sostitutiva che raffigura la Madonna «violata».

Unanimi l’incredulità ed i commenti di sdegno e condanna dei cittadini biscegliesi espressi ovunque e nei social network appena si è diffusa la notizia del furto. Sottraendo quel quadro, che ha più un valore affettivo e storico per essere elemento caratteristico della «città vecchia» che antiquario, si è sradicata anche un’anima, un sentimento collettivo di rispetto verso un’edicola votiva tra le più belle di questo patrimonio artistico, che per una lunga epoca è sopravvissuta a guerre, avversità atmosferiche ed atti di vandalismo. Questo scempio si registra nei giorni in cui è in corso la lodevole iniziativa a cura e spese dei volontari dell’associazione culturale «Puglia scoperta» del recupero e restauro di tre affreschi facenti parte di edicole votive diverse site nel centro storico ed in via De Gasperi.

Torna anche di attualità la necessità, annunciata più volte a parole, di tutelare i beni artistici all’aperto o nelle chiese con sistemi di videosorveglianza e d’allarme adeguati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie