Sabato 20 Aprile 2019 | 04:57

NEWS DALLA SEZIONE

È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

 
LecceLa decisione
Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

 
BrindisiIl batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
TarantoA grottaglie (Ta)
Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

 
Materavittima un materano
Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

 
PotenzaL'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
BatÈ incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 

Elezioni Province i risultati a Foggia Brindisi e Potenza Tutti i consiglieri eletti Emiliano: abbiamo vinto Centrodestra: vince l’unità Ncd : determinanti in Salento

BARI - Sindaci e consiglieri comunali ieri al voto per eleggere i nuovi consigli provinciali di Foggia, Brindisi, Lecce, Bat, Matera e Potenza e il consiglio metropolitano di Bari. A Foggia è Francesco Miglio, sindaco di San Severo, il nuovo presidente. A Brindisi vince in volata Maurizio Bruno (nella foto), sindaco di Francavilla Fontana e altro fedelissimo del segretario Pd Emiliano. Nicola Valluzzi e Francesco De Giacomo – entrambi del Pd – sono i primi presidenti delle Province di Potenza e di Matera. Antonio Gabellone confermato alla guida della Provincia di Lecce. In quanto alla Bat, Francesco Spina, sindaco Udc di Bisceglie, è il nuovo presidente della Provincia. Si è votato anche a Bari per il Consiglio metropolitano. Dieci eletti di centrosinistra, sette di centrodestra. Un consigliere per «Terre democratiche», espressione delle civiche del territorio
Elezioni Province i risultati a Foggia Brindisi e Potenza Tutti i consiglieri eletti Emiliano: abbiamo vinto Centrodestra: vince l’unità Ncd : determinanti in Salento
BARI - Eletti da sindaci e consiglieri comunali i nuovi consigli provinciali di Foggia, Brindisi, Lecce, Bat, Matera e Potenza (foto) e il consiglio metropolitano di Bari. A Foggia è Francesco Miglio, sindaco di San Severo, il nuovo presidente (nella foto, con Michele Emiliano). A Brindisi vince Maurizio Bruno, sindaco di Francavilla Fontana e altro fedelissimo del segretario Pd Emiliano.

Antonio Gabellone è confermato alla guida della Provincia di Lecce. In quanto alla Bat, Francesco Spina, sindaco Udc di Bisceglie, è il nuovo presidente della Provincia. 

Si è votato anche a Bari per il Consiglio metropolitano. Dieci eletti di centrosinistra, sette di centrodestra. Un consigliere per «Terre democratiche», espressione delle civiche del territorio

In Basilicata, Nicola Valluzzi e Francesco De Giacomo – entrambi del Pd – sono invece i primi presidenti delle Province di Potenza e di Matera.


A Brindisi nuovo presidente del Pd, vince con 62% - A Brindisi vince in volata Maurizio Bruno, sindaco di Francavilla Fontana e altro fedelissimo del segretario Pd Emiliano (sostenuto da una lista unica del centrosinistra ma col sostegno della lista autonoma Ncd). Vince col il 62% dei voti contro Gianfranco Coppola, sindaco di Ostuni.

Dallo spoglio delle 346 schede, cominciato stamattina, sono emerse anche schede bianche, una col voto per Berlinguer, e due annullate perchè riportavano disegni osceni. Quest’ultima circostanza, non rara ad ogni tornata elettorale, ha sorpreso perchè in questo caso si tratta di elezioni di secondo livello e quindi sono chiamati al voto solo rappresentanti istituzionali, sindaci e consiglieri comunali. La percentuale di votanti è stata alta, solo in 13 aventi diritto non si sono recati al voto.

La provincia di Brindisi è commissariata dall’ottobre del 2012, per effetto delle dimissioni dell’allora presidente Massimo Ferrarese, eletto all’epoca con una coalizione sostenuta dal centrosinistra e dai centristi, e poi passato al Nuovo centro destra.

Lecce: Gabellone (c.destra) confermato presidente - Il presidente uscente Antonio Gabellone, del centrodestra, si conferma alla guida della Provincia di Lecce con il 52,6% delle preferenze superando lo sfidante del centrosinistra, Massimo Manera, sindaco di Sternatia. A fare la differenza i voti della seconda fascia, quella dei Comuni di medie e grandi dimensioni come Gallipoli, Galatina, Copertino, Casarano e Tricase, che hanno preferito Gabellone al presidente della 'Fondazione Notte della Tarantà.

Tre le liste del centrodestra a sostegno di Gabellone: Forza Italia, Salento Futuro per Gallone-lista del presidente e Nuovo Centro Destra. Sedici i consiglieri eletti che entreranno a far del nuovo Consiglio provinciale, 10 per la maggioranza e 6 per l'opposizione. La proclamazione dei nuovi eletti avverrà domani alle ore 12, presso l’Ufficio elettorale della Provincia di Lecce. Manera ha accusato della sconfitta i vertici della sua cordata. «Qualche dirigente di alto livello della nostra parte politica scientemente non ci ha aiutati» ha commentato con rabbia e delusione. Parole forti che, sicuramente, oggi faranno parlare. Vittoria con retrogusto amaro anche nel centrodestra che, a Lecce ed a Nardò, non registra i voti previsti. Ed è già aperta la resa dei conti, nonostante sia Gabellone sia l’onorevole Raffaele Fitto, parlino di un «risultato giusto, che consentirà di proseguire il buon lavoro portato avanti sin qui».

Bat al centrodestra, battuto Pasquale Cascella - In quanto alla Bat, il sindaco di Bisceglie, Francesco Spina, candidato del centrodestra, è il nuovo presidente della provincia di Barletta-Andria-Trani: ha battuto l’avversario del centrosinistra, il sindaco di Barletta, ed ex portavoce del presidente della Repubblica, Pasquale Cascella. Spina ha ottenuto il 60% dei voti espressi dai consiglieri provinciali uscenti, incluso l’ex presidente Francesco Ventola (a capo di una coalizione di centrodestra) e dei consiglieri comunali dei dieci centri della sesta provincia pugliese. 

A Foggia vince Miglio - A Foggia (61 comuni) è Francesco Miglio, sindaco di San Severo, il nuovo presidente della Provincia col 48.5%. Il centrodestra ha ritentato invano la carta Maurizio Landella, neo-sindaco di Foggia (in corsa c’era anche l’outsider Paolo Mongiello).

Consiglio metropolitano a Bari - Si è votato anche a Bari per il Consiglio metropolitano. Dieci di centrosinistra, sette di centrodestra. Ecco la squadra dei diciotto che con il sindaco Decaro comporranno il Consiglio: Alfonsino Pisicchio, della lista omonima, Vito Lacoppola (Realtà Italia), Michele Abbaticchio, sindaco di Bitonto per una lista civica, Michelangelo Cavone (Pd), Domenico Vitto (Pd, sindaco di Polignano), Francesco Natilla (Pd), Giuseppe Valenzano (Pd) , Antonio Stragapede (La Puglia In più), Francesca Petroforte (lista civica), Domenico Cardascia (Pd) per la lista «Città insieme», sostenuta da Pd, Sel, Realtà Italia, dalle liste civiche collegate al sindaco e al presidente della Regione e della lista Pisicchio. Anita Maurodinoia (Movimento Schittulli) con voti, Giuseppe Carrieri (Impegno Civile), Luigi Lorusso (Ncd), Fabio Romito (FI), Pasquale Pomodoro (FI), Giuseppe Lovascio (sindaco di Conversano), Francesco Leggiero (Udc), inseriti nella lista «Alleanza per la città metropolitana» appoggiata da FI, Ncd-Udc, Fratelli d’Italia, Impegno civile, Movimento Schittulli e qualche civica vicina a Schittulli o a Forza Italia.

Per «Terre democratiche» espressione delle civiche del territorio, il più suffragato è l'ultimo eletto Sergio Povia, con 1801 preferenze.

Lo spoglio è andato avanti fin oltre la mezzanotte. 663 i votanti sui 700 aventi diritto, pari al 94.71 per cento, in un elettorato composto da sindaci e consiglieri dei 41 comuni della provincia. Anzi, precisamente di 38 perchè in questo momento Bitetto, Casamassima e Modugno sono senza amministrazione per lo scioglimento dei consigli, e quindi non hanno potuto prendere parte alla competizione elettorale.

Potenza e Matera: presidenti Valluzzi e De Giacomo - Nicola Valluzzi e Francesco De Giacomo – entrambi del Pd – sono i primi presidenti delle Province di Potenza e di Matera dopo la cosiddetta "riforma Del Rio" degli enti intermedi.

Valluzzi – che era l’unico candidato e che ha guidato l’ente nella fase di passaggio – è stato eletto con il 77,4 per cento dei voti. De Giacomo – finora sindaco di Grottole (Matera) – ha ottenuto il 63,1 per cento dei voti, superando lo sfidante, Antonio Stigliano (Forza Italia), che era consigliere provinciale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400