Mercoledì 24 Aprile 2019 | 13:47

NEWS DALLA SEZIONE

Botta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 
Il furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
Il furto
Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

 
Discariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 
La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoPrimo caso a Sud
Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

 
BariNel quartiere San Paolo
Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

 
LecceL'operazione dei cc
Lecce, distruggono i vetri di 5 auto e di un’ambulanza: denunciati

Lecce, distruggono i vetri di 5 auto e di un’ambulanza: denunciati

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 
BatBotta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 

Andria, confiscate case al clan Pesce-Pistillo

ANDRIA - Oggetto del sequestro sono due unità immobiliari (valore 600mila euro) nel centro storico di Andria, adibite ad abitazione principale del nucleo familiare. L'organizzazione, che opera nel traffico e nello spaccio di sostanze stupefacenti, molto radicata sul territorio avendo a disposizione molte armi per mantenere l’egemonia nelle zone di spaccio
Andria, confiscate case al clan Pesce-Pistillo
ANDRIA - Nella giornata di ieri la Polizia di Stato, al termine di una indagine condotta dalla Squadra Mobile di Bari e dal Commissariato di Andria, ha eseguito un sequestro anticipato ai fini della confisca, a carico di un esponente di spicco della criminalità organizzata andriese appartenente al clan Pesce-Pistillo.

Il provvedimento è stato emesso il 30 agosto dal Tribunale Sezione Misure di Prevenzione di Trani, in accoglimento della proposta del procuratore della Repubblica della Direzione distrettuale antimafia di Bari.

Oggetto del sequestro sono due unità immobiliari nel centro storico di Andria, adibite ad abitazione principale del nucleo familiare. L'organizzazione, che opera nel traffico e nello spaccio di sostanze stupefacenti, secondo gli inquirenti, è molto radicata sul territorio (centro storico e periferia nella zona di San Valentino) avendo a disposizione molte armi per mantenere l’egemonia nelle zone di spaccio.

Gli immobili sequestrati, sebbene risultati intestati a prestanome insospettabili, a seguito di accertamenti patrimoniali sono stati ricondotti nella disponibilità di Luigi Pesce, 65 anni, ritenuto leader della organizzazione criminale, al momento detenuto in quanto condannato in primo grado per associazione per delinquere finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. Di qui il provvedimento d’urgenza anticipato.

Le unità immobiliari si trovano nella centralissima via Santa Chiara, con affaccio su piazza Re Manfredi, vicino alla chiesa di San Domenico. Si tratta di immobili d’epoca pregiati, che si compongono di una palazzina in soluzione indipendente, più altre pertinenze, per una superficie totale di più di 300 metri quadrati, con valore commerciale stimato in circa 600mila euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400