Sabato 16 Gennaio 2021 | 13:46

NEWS DALLA SEZIONE

emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 
Paura in città
Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

 
Storie
Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

 
Teatro
Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

 
Agroalimentare
Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

 
L'inchiesta
Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

 
lavori urgenti
Trani, pericolo di crollo per il muraglione sul mare

Trani, pericolo di crollo per il muraglione sul mare

 

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Materala ripresa
Matera, dal 18 gennaio riaprono i musei «Ridola» e quello di Palazzo Lanfranchi

Matera, dal 18 gennaio riaprono i musei «Ridola» e di Palazzo Lanfranchi

 
Newsweekla speranza
Xylella e tecnologia: il batterio sfidato dalle nanocapsule hi-tech

Xylella e tecnologia: il batterio sfidato dalle nanocapsule hi-tech

 
Baristalking
Santeramo, perseguita la ex e le incendia auto: arrestato 40enne

Santeramo, perseguita la ex e le incendia auto: arrestato 40enne

 
Brindisiindagini dei CC
Oria, vendono assicurazione online ma è una truffa: denunciati tre campani

Oria, vendono assicurazione online ma è una truffa: denunciati tre campani

 
PotenzaL'emergenza
Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 
TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 

i più letti

L’estate sta finendo ma la schiuma no

di LUCIA DE MARI
TRANI - Sarà pure vero che l’estate sta finendo, ma non per questo si deve continuare ad ignorare la salute non certo eccellente del nostro mare: praticamente ogni giorno, intorno a metà mattinata, ecco che sulla costa cittadina, quella considerata “balneabile”, compaiono strane macchie di schiuma bianca e melmosa. Sono «apparizioni» che provocano a volte veri e propri “fuggi fuggi” di coloro i quali si trovano in acqua
L’estate sta finendo ma la schiuma no
di LUCIA DE MARI

TRANI - Sarà pure vero che l’estate sta finendo, ma non per questo si deve continuare ad ignorare la salute non certo eccellente del nostro mare: praticamente ogni giorno, intorno a metà mattinata, ecco che sulla costa cittadina, quella considerata “balneabile”, compaiono strane macchie di schiuma bianca e melmosa. Sono «apparizioni» che provocano a volte veri e propri “fuggi fuggi” di coloro i quali si trovano in acqua. La scena ricorda un po’ quel che accade in certi film americani, dove, di fronte alla grandezza dell’oceano, l’omino muscoloso che è sistemato quesi sempre sulla torretta di avvistamento, controlla l’arrivo degli squali: al segnale di allarme, ecco che i bagnanti corrono sulla spiaggia per evitare di essere assaliti.

Ecco, così si dovrebbe fare a Trani: le foto, inviateci insieme alla segnalazione da Raffaele Ferreri dell’Ncd, mostrano lo stato del mare domenica mattina intorno a mezzogiorno nei pressi del braccetto sottostante il Monastero di Colonna. La chiazza biancastra e melmosa arriva, compare senza che nessuno riesca a prevedere da dove, e allora chi riesce ad accorgersi di quella presenza comincia ad urlare come segnale di “ritirata” delle truppe. E non è una cosa bella, checché ne dicano taluni.

«Perché non si procede a prelevare un campione di questa schiuma – dice Ferreri – per capire una volta per tutte di cosa si tratta? Accade praticamente ogni giorno, anche se l’Arpa continua a sostenere che queste acque sono pulite e balneabili. Allora questa sostanza melmosa cos’è? E’ così difficile scoprire se sia o meno il frutto di scarichi abusivi che sfociano in mare o a pochi metri dalla costa?». Una situazione paradossale, che andrebbe effettivamente analizzata: «Sarebbe necessario un controllo della rete fognaria cittadina, per vedere la situazione degli allacci di tutte le ville le abitazioni della zona costiera, controlli a tappeto per capire la situazione delle “vasche biologiche” per la fogna nera, dei registri di smaltimento delle stesse (che sono obbligatori per le apposite ditte di smaltimento). Insomma: di controlli se ne potrebbero effettuare diversi per venire a capo di questa situazione, compresi quelli da parte della Magistratura» .

Lo stato di salute delle acque che bagnano il litorale tranese, anche quello considerato balneabile, spesso e volentieri lasciano a desiderare. Questa è stata una estate costellata da proteste e polemiche, come d'altronde anche lo scorso anno, con associazioni che si sono mosse con iniziative varie, appelli, dibattiti, cortei, comunicati. La macchia bianca, a volte marrone, è stata più forte di tutto ciò: ha superato controlli e analisi, indagini e accuse. E ritorna lì, ogni giorno o quasi, alla stessa ora. Beffarda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie