Martedì 23 Aprile 2019 | 14:29

NEWS DALLA SEZIONE

Discariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 
La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiVento forte
Brindisi, maltempo blocca nel porto traghetto per Valona

Brindisi, traghetto bloccato dal vento nel porto: era diretto a Valona

 
TarantoL'operazione dei cc
Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

 
PotenzaPetrolio lucano
Basilicata, Rockhopper rilancia: è scontro con Di Maio

Basilicata, Rockhopper rilancia: è scontro con Di Maio

 
BariLotta alla droga
Monopoli, nascondeva nel giardino di casa cocaina e olio di hashish: in manette 33enne

Monopoli, nascondeva nel giardino di casa droga e olio di hashish: in manette 33enne

 
MateraMobilità green
Matera, il Comune sosterrà l’uso di biciclette elettriche

Matera, il Comune sosterrà l’uso di biciclette elettriche

 
HomeIl martedì dei leccesi
A Lecce la Pasquetta continua con «Lu riu»: tra pic nic e musica

A Lecce la Pasquetta continua con «Lu riu»: tra pic nic e musica

 
FoggiaOccupazione
Foggia, nuove assunzioni in Camera di commercio

Foggia, nuove assunzioni in Camera di commercio

 
BatDiscariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 

L’estate sta finendo ma la schiuma no

di LUCIA DE MARI
TRANI - Sarà pure vero che l’estate sta finendo, ma non per questo si deve continuare ad ignorare la salute non certo eccellente del nostro mare: praticamente ogni giorno, intorno a metà mattinata, ecco che sulla costa cittadina, quella considerata “balneabile”, compaiono strane macchie di schiuma bianca e melmosa. Sono «apparizioni» che provocano a volte veri e propri “fuggi fuggi” di coloro i quali si trovano in acqua
L’estate sta finendo ma la schiuma no
di LUCIA DE MARI

TRANI - Sarà pure vero che l’estate sta finendo, ma non per questo si deve continuare ad ignorare la salute non certo eccellente del nostro mare: praticamente ogni giorno, intorno a metà mattinata, ecco che sulla costa cittadina, quella considerata “balneabile”, compaiono strane macchie di schiuma bianca e melmosa. Sono «apparizioni» che provocano a volte veri e propri “fuggi fuggi” di coloro i quali si trovano in acqua. La scena ricorda un po’ quel che accade in certi film americani, dove, di fronte alla grandezza dell’oceano, l’omino muscoloso che è sistemato quesi sempre sulla torretta di avvistamento, controlla l’arrivo degli squali: al segnale di allarme, ecco che i bagnanti corrono sulla spiaggia per evitare di essere assaliti.

Ecco, così si dovrebbe fare a Trani: le foto, inviateci insieme alla segnalazione da Raffaele Ferreri dell’Ncd, mostrano lo stato del mare domenica mattina intorno a mezzogiorno nei pressi del braccetto sottostante il Monastero di Colonna. La chiazza biancastra e melmosa arriva, compare senza che nessuno riesca a prevedere da dove, e allora chi riesce ad accorgersi di quella presenza comincia ad urlare come segnale di “ritirata” delle truppe. E non è una cosa bella, checché ne dicano taluni.

«Perché non si procede a prelevare un campione di questa schiuma – dice Ferreri – per capire una volta per tutte di cosa si tratta? Accade praticamente ogni giorno, anche se l’Arpa continua a sostenere che queste acque sono pulite e balneabili. Allora questa sostanza melmosa cos’è? E’ così difficile scoprire se sia o meno il frutto di scarichi abusivi che sfociano in mare o a pochi metri dalla costa?». Una situazione paradossale, che andrebbe effettivamente analizzata: «Sarebbe necessario un controllo della rete fognaria cittadina, per vedere la situazione degli allacci di tutte le ville le abitazioni della zona costiera, controlli a tappeto per capire la situazione delle “vasche biologiche” per la fogna nera, dei registri di smaltimento delle stesse (che sono obbligatori per le apposite ditte di smaltimento). Insomma: di controlli se ne potrebbero effettuare diversi per venire a capo di questa situazione, compresi quelli da parte della Magistratura» .

Lo stato di salute delle acque che bagnano il litorale tranese, anche quello considerato balneabile, spesso e volentieri lasciano a desiderare. Questa è stata una estate costellata da proteste e polemiche, come d'altronde anche lo scorso anno, con associazioni che si sono mosse con iniziative varie, appelli, dibattiti, cortei, comunicati. La macchia bianca, a volte marrone, è stata più forte di tutto ciò: ha superato controlli e analisi, indagini e accuse. E ritorna lì, ogni giorno o quasi, alla stessa ora. Beffarda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400