Domenica 21 Aprile 2019 | 18:54

NEWS DALLA SEZIONE

Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
BariL'intervento
Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

 
HomeIl messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 
TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 

Barletta, la chiama 87 volte in meno di 4 ore: arrestato

BARLETTA – In tre ore e 50 minuti, fra le 4 e le 7.50 del mattino di ieri, ha chiamato sul cellulare la sua vittima 87 volte: il giovane, un 28enne di Barletta, Giovanni Civita, è stato arrestato in flagranza di reato per stalking dagli agenti del commissariato di polizia. Civita aveva conosciuto la sua vittima sul social network Facebook un anno fa e, da allora, aveva cominciato a perseguitarla, chiamandola al telefono, inviandole sms, seguendola per strada, minacciandola di morte
Barletta, la chiama 87 volte in meno di 4 ore: arrestato
BARLETTA – In tre ore e 50 minuti, fra le 4 e le 7.50 del mattino di ieri, ha chiamato sul cellulare la sua vittima 87 volte: il giovane, un 28enne di Barletta, Giovanni Civita, è stato arrestato in flagranza di reato per stalking dagli agenti del commissariato di polizia.

Civita aveva conosciuto la sua vittima sul social network Facebook un anno fa e, da allora, aveva cominciato a perseguitarla, chiamandola al telefono, inviandole sms, seguendola per strada, minacciandola di morte.

La vittima, una giovane donna, lo aveva già denunciato e ieri mattina ha nuovamente chiesto aiuto alla polizia dopo che il suo persecutore ha cercato di sfondare con calci e pugni la porta della sua abitazione. Allertati da una richiesta di intervento al numero di emergenza, gli agenti poco dopo le 7 del mattino di ieri, si sono infatti precipitati presso l’appartamento indicato dove hanno trovato il 28enne intento a sfondare la porta d’ingresso dell’appartamento.

I poliziotti lo hanno bloccato ma il 28enne ha opposto una grande resistenza perchè doveva, ha riferito agli agenti, parlare con quella ragazza ad ogni costo. Soltanto un mese fa, nonostante la denuncia presentata a maggio scorso, Civita aveva avvicinato la ragazza in spiaggia e le aveva chiesto, "ancora vivi?".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400