Domenica 21 Aprile 2019 | 18:50

NEWS DALLA SEZIONE

Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
BariL'intervento
Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

Quei ritratti dell'Emiliano «pittore»

 
HomeIl messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 
TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 

Barletta, auto contro moto muore imprenditore 35enne

di GIUSEPPE DIMICCOLI
BARLETTA - Ancora sangue sulle strade. Ha perso la vita, per un incidente avvenuto intorno alle 21 di martedì primo luglio, il 35enne barlettano Renato Curci, imprenditore nell’ambito della carpenteria per l’edilizia, mentre era alla guida della sua Vespa. L’impatto è avvenuto in via Foggia e la dinamica dell’incidente è al vaglio dei carabinieri. Trasportato a Bari è morto sotto i ferri. Oggi i funerali al Crocifisso alle 16. Lascia moglie e due figli
Barletta, auto contro moto muore imprenditore 35enne
di Giuseppe Dimiccoli

BARLETTA - La città piange l’ennesima vittima della strada. Un giovane padre di famiglia, un uomo ben voluto da tutti che lascia sua moglie Chiara Dicuonzo e due meravigliosi piccoli angioletti. Una morte assurda che getta nello sconforto la sua famiglia, i suoi amici, chi legge e chi scrive.L’incidente è avvenuto intorno alle 21 di martedì primo luglio. A perdere la vita il 35enne barlettano Renato Curci, imprenditore nell’ambito della carpenteria per l’edilizia, mentre era alla guida della sua Vespa. L’impatto è avvenuto in via Foggia e stando alle prime ipotesi dei carabinieri che sono intervenuti sembrebbe che Curci stesse immettendosi da una strada laterale quando, per cause che sono allo studio dei militari, è sopraggiunto un Suv - precisamente una Fiat Freemont - che lo ha letteralmente fatto volare per aria. Non è chiaro se il Suv fosse in fase di sorpasso.

Le condizioni del barlettano sono apparse immediatamente gravissime essendosi procurato varie fratture in tutto il corpo e soprattutto un grave problema alla vena aorta. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 del «Monsignor Dimiccoli» che dopo averlo trasferito al nosocomio barlettano lo hanno portato in ambulanza a Bari. Curci, sempre in condizioni gravissime, è stato sottoposto ad un intervento. In sala operatoria è deceduto sotto i ferri. Chi guidava il Suv non ha subito danni fisici e non è stato riscontrato alcun problema all’esame del’alcol test e del drug test. I funerali si terranno oggi alla parrocchia del Crocifisso. La salma arriverà alle 10.30 e i funerali alle 16.15. Sulla bacheca di Facebook di Renato tante le testimonianze di affetto e di dolore. Scrive Vincenzo Freres: «Non riesco ancora a crederci. Non trovo le parole. Un abbraccio» mentre Piera Lionetti. dal regno Unito, «Amico mio ovunque tu sia sappi che io ti ricorderò sempre come il bambino riccioletto che ha accompagnato ogni singolo giorno della mia infanzia». «Renato io e te avevamo un feeling speciale. Adesso potrai cavalcare in eterno caro Amico mio», ha scritto Ruggiero Grimaldi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400