Lunedì 18 Gennaio 2021 | 21:37

NEWS DALLA SEZIONE

Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 
Paura in città
Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

 
Storie
Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

 
Teatro
Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

 
Agroalimentare
Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

 
L'inchiesta
Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

 

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barile indagini
Bari, inchiesta escort: in 5 rischiano processo per falsa testimonianza su serate con Berlusconi

Bari, inchiesta escort: in 5 rischiano processo per falsa testimonianza su serate con Berlusconi

 
Lecceoperazione dei CC
Racale, in due circostanze tenta rapina con arma giocattolo: fugge a mani vuote e viene arrestato

Racale, in due circostanze tenta rapina con arma giocattolo: fugge a mani vuote e viene arrestato

 
Brindisila denuncia
Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

Covid, nel Brindisino 100 vaccinati senza averne diritto: presentata interrogazione a Lopalco

 
Tarantocontrolli del CC
Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

 
Covid news h 24prevenzione
Foggia, oltre 2.500 operatori sanitari sottoposti a vaccino anti Covid

Foggia, oltre 2.500 operatori sanitari sottoposti a vaccino anti Covid

 
Potenzala protesta
Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

Melfi, area in industriale in tilt per il maltempo: «Tutto fermo per un centimetro di neve»

 
MateraControlli della polizia
Pisticci, in auto con con la droga: arrestati due giovani pusher

Pisticci, in auto con la droga: arrestati due giovani pusher

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

90mila euro per assistere i pazienti, ma non lo fa Denunciato un medico

di GIANPAOLO BALSAMO
BARLETTA - Il medico di famiglia avrebbe percepito circa 90mila euro per «prestazioni aggiuntive» rese ai propri assistiti nel 2012 e 2013, dichiarando di aver rimosso punti di sutura, aver eseguito flebo e altro: secondo le Fiamme gialle non avrebbe fatto nulla di tutto questo. Il professionista denunciato per truffa e falsità materiale
90mila euro per assistere i pazienti, ma non lo fa Denunciato un medico
GIANPAOLO BALSAMO

BARLETTA - Avrebbe percepito circa 90mila euro per «prestazioni aggiuntive» rese ai propri assistiti. Nel 2012 e 2013, in altre parole, il camice bianco in questione (il dott. Giulio Rondinone, medico «di famiglia» 54enne di Barletta), allo scopo di ottenerne il relativo compenso dalla Asl, avrebbe dichiarato di aver somministrato vaccini, sostituito flebo o di aver effettuato medicazioni, rimosso punti di sutura o attività di cateterismo. In questo modo sarebbe riuscito a mettere da parte un «gruzzolo» notevolmente superiore alla media dei suoi colleghi.

Peccato però che gran parte di queste cosiddette Ppip (Prestazioni a particolare impegno professionale) sono risultate mai effettuate, né presso il domicilio dei propri pazienti né presso l’ambulatorio dello stesso medico.

Ad accertarlo sono stati i finanzieri del Gruppo di Barletta ai comandi del colonnello Giuseppe Cardellicchio e coordinati dal capitano Carmelo Salamone. Le Fiamme gialle in particolare, nell’ambito di certosini controlli effettuati a tutela di una legittima e corretta spesa pubblica, a salvaguardia del bilancio dello Stato e della legalità economica, hanno controllato l’operato di alcuni medici di base del distretto sanitario ASL/BAT4 sospettati di aver ottenuto il pagamento di alcune «prestazioni aggiuntive di particolare impegno professionale» non eseguite. La loro attenzione, cioè, è stata posta soprattutto su alcuni «dottori» che ricevevano tali compensi in maniera costante, continuativa e consistente.

I Ppip, come detto, sono particolari interventi di medicina generale retribuiti mediamente con una ventina di euro a prestazione e rendicontate attraverso l’invio di elenchi riepilogativi mensili all’ Azienda Sanitaria da parte del medico, in autocertificazione. Da questi riscontri comparativi, pertanto, è emerso che il dott. Rondinone aveva attestato prestazioni aggiuntive per un importo notevolemente superiore a quello dei suoi colleghi.

A quel punto le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Antonio Savasta del Tribunale di Trani, insieme alle dichiarazioni di oltre 140 assistiti e ad alcune intercettazioni telefoniche, hanno consentito di accertare che il noto medico di famiglia massimalista avrebbe certificato false prestazioni aggiuntive.

Ma, accanto al fatto di essere prestazioni mai effettuate, le indagini dei finanzieri del Gruppo di Barletta hanno messo in luce sin dall’inizio la singolarità di alcuni casi. Molte prestazioni, infatti, sono risultate eseguite in periodi in cui il medico era impegnato in convegni fuori sede (Roma e Napoli) o nei confronti di assistiti deceduti da circa due anni o in carico ad altro medico di base.

Accertata, quindi, l’esistenza del particolare sistema di frode, i finanzieri hanno denunciato il medico di famiglia barlettano per truffa continuata in danno del Servizio Sanitario Nazionale e falsità materiale commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici, reati per i quali il Gip del Tribunale di Trani, Luca Buonvino, ha disposto la misura interdettiva della sospensione dall’esercizio di un pubblico ufficio.

La vicenda, in ogni caso, oltre ad ulteriori riscontri di natura fiscale, potrebbe avere per il medico barlettano anche delle ripercussioni per quanto riguarda il suo Ordine di appartenenza

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie