Sabato 24 Luglio 2021 | 19:55

NEWS DALLA SEZIONE

Ora è in cella
Barletta, detenuto ai domiciliari coltivava droga

Barletta, detenuto ai domiciliari coltivava droga

 
Ora è in cella
Barletta, detenuto ai domiciliari coltivava droga in casa

Barletta, detenuto ai domiciliari coltivava droga in casa

 
La sentenza
Minacce ai testimoni, condanne dimezzate per due ex pm di Trani

Minacce ai testimoni, condanne dimezzate per due ex pm di Trani

 
Il caso
Barletta, «Esclusi dal confronto sul biomonitoraggio»

Barletta, «Esclusi dal confronto sul biomonitoraggio»

 
Droga
Canosa, lancia la cocaina dal balcone: arrestato

Canosa, lancia la cocaina dal balcone: arrestato

 
Sicurezza
Duplice tentato omicidio a Canosa: un arresto

Duplice tentato omicidio a Canosa: un arresto

 
Il caso
Spinazzola, crollato un pezzo dell’ex ospedale

Spinazzola, crollato un pezzo dell’ex ospedale

 
Il caso
Trani, lite al porto per posteggio abusivo

Trani, lite al porto per posteggio abusivo

 
Processo Nemesi
Guerra tra clan della Bat: otto condanne in Appello

Guerra tra clan della Bat: otto condanne in Appello

 
Sanità
Nuovo Policlinico di Andria: la presentazione a Castel Del Monte, ecco il progetto

Nuovo Policlinico di Andria: la presentazione a Castel Del Monte, ecco il progetto

 

Il Biancorosso

Sport
Focolaio tra i giocatori del Bari: predisposto il trasferimento dei 9 positivi

Focolaio tra i giocatori del Bari: predisposto il trasferimento dei 9 positivi

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'incendio
Bari, rogo in azienda edile tra San Paolo e zona Stanic

Bari, rogo in azienda edile tra San Paolo e zona Stanic

 
PotenzaIl caso
Venosa, tenta di cambiare soldi falsi: arrestato dai Carabinieri

Venosa, tenta di cambiare soldi falsi: arrestato dai Carabinieri

 
MateraL'accordo
Comuni: firmata intesa Maratea-Matera, programmi comuni

Comuni: firmata intesa Maratea-Matera, programmi comuni

 
LecceStart-up Gelesis
Dispositivo contro l'obesità made in Calimera sbarca in borsa: sarà quotata a New York

Dispositivo contro l'obesità made in Calimera sbarca in borsa: sarà quotata a New York

 
Brindisiambiente
Brindisi, serbatoio Edison Gnl: No del Comune è danno per l’ambiente e la Puglia

Brindisi, serbatoio Edison Gnl: No del Comune è danno per l’ambiente e la Puglia

 
TarantoAmbiente
Taranto, video-trappole in azione contro gli incivili

Taranto, video-trappole in azione contro gli incivili

 
BatOra è in cella
Barletta, detenuto ai domiciliari coltivava droga

Barletta, detenuto ai domiciliari coltivava droga

 

i più letti

Il progetto

Barletta,  la storia di Eraclio raccontata dai bimbi della «Musti Dimiccoli» tra integrazione e bontà

Il video partecipa al contest SuperArè - senza barriere

Barletta,  la storia di Eraclio raccontata dai bimbi della «Musti Dimiccoli» tra integrazione e bontà

Barletta - I piccoli alunni delle classi 1A e 1 B della scuola primaria dell'Istituto Comprensivo Musti Dimiccoli di Barletta hanno accolto con entusiasmo la formidabile opportunità di partecipare al contest per le scuole: «SuperAre'-insieme tutto è superAbile» lanciato dall'Amministrazione comunale di Barletta in collaborazione con l'associazione di promozione sociale Binario 10.

L'obiettivo è quello di sensibilizzare sui temi della diversità, inclusione, integrazione per educare gli alunni al rispetto della fragilità e i piccoli scolari hanno offerto una grande lezione di umanità. 

La professoressa Rosa Carlucci, dirigente del comprensivo Musti - Dimiccoli, ha potuto contare sull'entusiasmo dei bambini guidati con passione dalle professoresse Margherita Comitangelo e Elisabetta Ciannarella.

https://www.facebook.com/superarebarletta/videos/833622917240167/

Viaggiando con la fantasia hanno creato la filastrocca dal titolo: «La storia del gigante raccontata dai bambini» nata dall'unione dei loro pensieri ricchi di fantasia e originalità e arricchita dai loro disegni. I piccoli alunni hanno immaginato le difficoltà di un giovane cittadino Eraclio troppo alto per la piccola cittadina di Barletta.

Gli ostacoli che Eraclio ha dovuto superare sono stati tanti le barriere architettoniche: strade troppo strette e porte piccine che gli impedivano di passare, ma anche le barriere invisibili, quelle sociali che gli impediscono di vivere una vita come tutti gli altri. Un bambino all'inizio spaventato dal gigante Eraclio comprende le difficoltà che il barlettano dall' altezza smisurata deve affrontare. E, solo come i bambini sanno fare, riesce a far comprendere al gigante buono che ognuno di noi è unico e speciale e che ciò che poteva sembrare un limite diventa un dono.

L'altezza smisurata diventa una risorsa. Eraclio Gioca meglio di ogni altro barlettano alla pallacanestro, può aiutare i suoi concittadini, con un solo gesto riesce a scavare grandi fossi. Tutti i barlettani comprendono gli errori commessi e chiedono perdono al giovane Eraclio. Una storia a lieto fine che ha permesso ai piccoli alunni di comprendere temi importanti come l'abbattimento delle barriere visibili ed invisibili, un percorso didattico educativo che ha permesso di comprendere che la diversità può e deve essere vista come risorsa, che ognuno di noi in qualcosa è unico e speciale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie