Venerdì 05 Giugno 2020 | 09:41

NEWS DALLA SEZIONE

Solidarietà
Barletta, l'imprenditore Crescente dona 21mila euro alla Asl Bt con l'iniziativa «uscirne si può»

Barletta, imprenditore batte il Covid 19 e dona all'Asl Bat 21mila euro

 
l'agguato
Trinitapoli, omicidio in via dei Mulini: 43enne freddato da colpi di pistola

Trinitapoli, ucciso con 3 colpi di pistola in pieno volto: forse guerra tra clan

 
dopo il lockdown
Bisceglie, appello ai turisti: «venite qui in vacanza»

Bisceglie, l'appello ai turisti: «Venite qui in vacanza»

 
nella bat
Bisceglie, 16enne picchiato in piazza durante una rissa: naso rotto, indagano i cc

Bisceglie, 16enne picchiato in piazza durante una rissa: naso rotto, indagano i cc

 
Nel Nord Barese
Trani porto

Trani, stop alla movida irresponsabile

 
Il caso
Rssa «Bilanzuoli» di Minervino

Minervino, anziani abbandonati: chiusa pure la Rsa «Bilanzuoli»

 
la scoperta della GdF
Gel «non igienizzante» venduto in tutta Italia: sequestri e denunce a Trani

Gel «non igienizzante» venduto in tutta Italia: sequestri e denunce a Trani

 
Cultura
Trani, ecco le idee per far rivivere il vecchio Conservatorio

Trani,ex Conservatorio: ecco le idee per farlo rivivere

 
LA PROTESTA
Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

Barletta Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

 

Il Biancorosso

serie C
C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeElezioni
Bari, nel centrodestra resta il rebus Fitto-Altieri Emiliano guadagna 7 punti nei sondaggi. De Feudis pag 6

Regionali 2020, nel c.destra resta il rebus Fitto-Altieri: Emiliano guadagna 7 punti nei sondaggi

 
BatSolidarietà
Barletta, l'imprenditore Crescente dona 21mila euro alla Asl Bt con l'iniziativa «uscirne si può»

Barletta, imprenditore batte il Covid 19 e dona all'Asl Bat 21mila euro

 
LecceL'ironia
Salento, dopo Foggia spunta una nuova pantera nera in Puglia: ma è soltanto un peluche

Salento, dopo Foggia spunta una nuova pantera nera in Puglia: ma è soltanto un peluche

 
FoggiaViale Candelaro
Foggia, auto travolge donna in bicicletta: nell'impatto sfondato il parabrezza

Foggia, auto travolge donna in bicicletta: nell'impatto sfondato il parabrezza

 
TarantoLa trovata
Ginosa, l'idea di un lido per il distanziamento: «Qui come su un'isola deserta»

Ginosa, l'idea di un lido per il distanziamento: «Qui come su un'isola deserta»

 
PotenzaAgricoltura
Basilicata, dalla Regione arrivano le norme per la gestione della brucellosi bovina

Basilicata, dalla Regione arrivano le norme per la gestione della brucellosi bovina

 
Materaripresa
Sindaco De Ruggieri: «A Matera non ci sono più casi di Coronavirus»

Sindaco De Ruggieri: «A Matera non ci sono più casi di Coronavirus»

 
BrindisiL'intimidazione
Ostuni, incendiata auto a ex sindaco

Ostuni, incendiata auto in pieno giorno: terzo attentato all' ex sindaco

 

i più letti

LA STORIA

Cristian, il ballerino barlettano costretto a Cuba: «Aiutatemi a rientrare»

Il talento pugliese è l’unico italiano che sta frequentando da due anni la famosa accademia «Fernando Alonso» di Ballet de Cuba

Cristian Luce

BARLETTA - Da due anni sta vivendo il sogno di diventare un grande ballerino a livello mondiale. Adesso, però, con l'emergenza Coronavirus, vorrebbe tanto tornare nella sua Barletta per riabbracciare i suoi cari, ma le condizioni di rientro dalla lontana isola di Cuba sono alquanto proibitive, soprattutto a livello economico.

Lui è Cristian Luce, 19 anni, unico giovane danzatore italiano ad essere stato ammesso dal 2018 all’Accademia Nazionale “Fernando Alonso” Ballet de Cuba , una delle migliori accademie del mondo della danza, in cui si sono formate stelle del palcoscenico mondiale come la grande e celebre Alicia Alonso, il grande Carlos Acosta ed i celebri Viengsay Valdés, Osiel Gouneo, Taras Domitro, Alejandro Virelles, Dani Hernàndez e tantissimi altri ballerini cubani presenti nelle migliori compagnie al mondo. L’Accademia Nazionale di Cuba è stata anche la scuola degli ultimi due famosi vincitori della categoria “Ballo” di Amici, ovvero Javier Rojas e Rafael Quenedit.

Oggi Cristian sta affrontando la pandemia nella capitale cubana dell’Avana. Subito dopo la chiusura dell’accademia dovuta al Covid-19, infatti, non ha avuto l’opportunità di ritornare dalla sua famiglia nella sua città di Barletta. «Seppur Cuba presenti chiaramente una cinquantina di casi di contagio da Covid-19 – spiega Cristian Luce - la situazione a livello alimentare è preoccupante, considerando che per fare la spesa ci sono file immense di almeno 4 ore. Per ritornare in Italia, inoltre, sono state proposte pochissime misure di rientro che prevedevano un prezzo esorbitante, arrivato anche a 2500 euro, in un momento di piena emergenza mondiale».

Cristian Luce, a 4 anni ha iniziato la sua formazione sportiva nella Wellness Academy Funakoshi con lo studio del Karate grazie agli insegnamenti del maestro e padre Savino ed il fratello Fabio Luce, campione della disciplina. A 7 anni sua madre Filomena Garzillo, insegnante di danza classica, ha scoperto il suo talento ed ha iniziato a formarlo nella danza, seppur Cristian frequentasse con svogliatezza le sue lezioni. Qualche anno dopo però la sua mentalità è cambiata e dopo aver vinto il campionato italiano Cadetti di Karate, ha deciso di dedicarsi completamente alla danza. Dopo aver vinto diverse borse di studio, tra cui la Northern Ballet Academy di Leeds e l’Hungarian Ballet Academy di Budapest, alla giovanissima età di 14 anni con l’appoggio della famiglia si è trasferito a Barcellona dopo aver vinto una borsa di studio. Ad accoglierlo nella capitale catalana sono stati Beatriz Torres Etayo e Leorkis Cala Durat, ex insegnanti dell’Accademia Nazionale di Cuba, che per due anni lo hanno formato nella tecnica cubana ed inserito nel Barcelona City Ballet.

A 17 anni è l’unico danzatore italiano ad essere ammesso alla prestigiosissima Accademia Nazionale “Fernando Alonso” Ballet de Cuba e viene formato da celebri maestri come Ramona De Saa, Marta Iris Fernandez e Elena Cangas. Dopo 2 anni di duro lavoro nel 2020 è considerato tra i migliori danzatori dell’Accademia e si appresta a concludere il suo percorso accademico. «L’Accademia prevedeva un allenamento intensivo di 7 ore al giorno in tutte le specialità della danza classica e contemporanea – conclude Cristian - inizialmente non è stato assolutamente facile riuscire ad adattarsi alle difficoltà della vita cubana, completamente diversa da quella occidentale, e all’intensità degli allenamenti. È stata dura ma ce l'ho fatta. La pandemia ha interrotto i lavori, io sto bene ma in questo momento il mio unico pensiero è tornare a casa in Puglia. Per tornare in Italia, sono state proposte poche misure di rientro che prevedevano un prezzo esorbitante con tariffe triple e quadruple rispetto al solito. Per di più, vista l’assenza attuale di voli commerciali da Cuba all’Italia si aspetta il supporto dal Ministero degli Affari Esteri come avvenuto per altri 50mila europei rimpatriati gratuitamente con voli organizzati dalle proprie nazioni di competenza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie