La storia

Andria, Ilaria guru dell'architettura e del design: «Resto nella mia terra fonte di ispirazione»

Contro la fuga dei cervelli, la storia di un successo tutto made in Puglia per Ilaria Todisco di 36 anni

Andria, Ilaria guru dell'architettura e del design: «Resto nella mia terra fonte di ispirazione»

ANDRIA - «Caparbietà, coraggio e capacità. Tre parole per restare nella nostra terra e realizzare i propri sogni professionali». La regola delle “ Tre C” è il segreto di Ilaria Todisco, 36enne architetto e ingegnere di Andria, promotrice di un progetto di lavoro dal nome “Archimade”, diventato nel giro di tre anni punto di riferimento sul territorio nel settore del design a 360 gradi, fissando il proprio quartier generale a Bari. «La mia storia è in totale antitesi col fenomeno che sta caratterizzando la mia terra – spiega Ilaria Todisco -. I giovani hanno le valigie pronte per partire e provare a sbarcare il lunario al Nord o all'estero, come abilmente rappresentato nel murales inaugurato nei giorni scorsi ad Andria. Ebbene, non solo non ho staccato il cordone ombelicale che mi lega alla Puglia, ma ho messo la Puglia al centro del nostro progetto, che adesso ha ramificazioni anche a Roma e Milano. Non voglio ergermi a protagonista, ma il mio esempio vuole fungere da sprone per tanti altri giovani pugliesi, perché nella nostra terra il lavoro c'è, ma va solo trovato».

Il progetto “Archimade” col tempo si è ingrandito, coinvolgendo altre sette giovani professionalità tutte pugliesi, alcune delle quali provenienti sempre dalla Bat: Davide Dico (product e graphic designer), Antonella Lasorsa (ingegnere e architetto), Luca La Bombarda (ingegnere), Giovanni Laterza (ingegnere civile), Michele Conversano (web strategy), Serena Presutto (grafica e web designer), Gianluca Todisco (social media analyst). «Dopo anni di gavetta, ed una fitta rete di contatti in tutta Italia – prosegue l'architetto/ingegnere – abbiamo creato una realtà che mancava sul territorio, perché in grado di occuparsi del design in tutte le sue sfaccettature e per ogni campo lavorativo: dalla progettazione edile all'interior design, dal food styling ai componenti d'arredo, dai siti web alla comunicazione social, dagli shooting fotografici a quelli video. Con me ci sono altri giovani professionisti pugliesi che hanno studiato a Bari, si sono formati qui e hanno sposato la mia idea. La coesione del team è vincente. Progettiamo per attività commerciali, studi, abitazioni e aziende: da noi, i clienti hanno il pacchetto completo e made in Puglia. Perché la pugliesità ispira molto le nostre creazioni, per i colori, gli odori i sapori e la storia che offre. Ed è per questo che le nostre opere vengono apprezzate anche in città come Roma e Milano. Perché non spostarci in queste metropoli? Perché lì saremmo una delle tante realtà esistenti. In terra pugliese, invece, manteniamo la nostra identità, originalità e peculiarità».

E il futuro presenta tante altre novità. «Sono una persona ottimista e mi piacciono le sfide – conclude Ilaria Todisco -. Lo spirito del gruppo è molto positivo, e cosi facendo si attrae altra positività. Stiamo allargando la compagine lavorativa inserendo altri giovani professionisti del posto. In più stiamo avviando una partnership con uno studio legale, che ci possa seguire sulle questioni legate alla privacy e alla registrazione di marchi e prototipi».

La Gazzetta del Mezzogiorno.it