la denuncia

Barletta, tenta approcci sessuali con ragazzini, inchiesta delle Iene in tv

Presunto caso di pedofilia nel mondo del calcio

Barletta, tenta approcci sessuali con ragazzini, inchiesta delle Iene in tv

La Procura di Trani ha ordinato una serie di perquisizioni per cristallizzare le fonti di prove a proposito del presunto caso di pedofilia messo in evidenza dalla trasmissione «Le Iene», andata in onda domenica sera su Italia Uno.
Veronica Ruggeri, inviata del programma, ha incontrato un uomo sui sessant’anni, «osservatore di calcio».
«Sono stato contattato da quest’uomo su Instagram - dice nel filmato un ragazzino che l’uomo vuole adescare -. Ad un certo punto mi ha detto se mi andava di giocare in una squadra».

Durante l’incontro, l’«osservatore» tenta un approccio sessuale, il ragazzo ne rimane scovolto, ma non dice nulla ai genitori. È la fidanzatina a trovare il coraggio di parlarne con loro. Così la madre dell’adolescente decide di creare un falso profilo su Instagram, di contattare l’«osservatore» e anche «Le Iene».
Un altro ragazzo racconta: «Lui si avvicinava con il tentativo di fare amicizia e arrivò ad abbassarsi le mutande. Io allora ero minorenne ma non è capitato soltanto a me e al mio amico, ma anche ad altri ragazzi».
Oltre alla perquisizione condotta agli investigatori del Commissariato, sarebbero al vaglio i racconti dei destinatri delle «attenzioni particolari» dell’uomo.

La Gazzetta del Mezzogiorno.it