Lunedì 11 Novembre 2019 | 20:15

NEWS DALLA SEZIONE

La denuncia
Andria, è allarme furti in ospedale

Andria, è allarme furti in ospedale

 
teatro
Compagnia Dialettale Biscegliese: la storia diventa argomento di una tesi di laurea

Compagnia Dialettale Biscegliese: la storia diventa argomento di una tesi di laurea

 
il progetto
Margherita di Savoia: un museo nel «Magazzino Nervi», convenzione col Politecnico

Margherita di Savoia: un museo nel «Magazzino Nervi», convenzione col Politecnico

 
L'inchiesta
Andria, crollo palazzina via Pisani: gli indagati salgono a 8

Andria, crollo palazzina via Pisani: gli indagati salgono a 8

 
il caso
Andria, picchia fidanzata ma lei non lo denuncia: arrestato grazie a video sul web

Andria, picchia fidanzata ma lei non lo denuncia: arrestato grazie a video sul web

 
nel Nordbarese
Trinitapoli, GdF trovò enorme piantagione di marijuana: identificati e arrestati 2 responsabili

Trinitapoli, GdF trovò enorme piantagione di marijuana: identificati e arrestati 2 responsabili

 
nel Nordbarese
A Minervino Murge giunta troppo «rosa»: proteste

A Minervino Murge giunta troppo «rosa»: proteste

 
nel Nordbarese
Barletta, lite in un bar, calci e pugni a un poliziotto: 2 fratelli arrestati

Barletta, lite in un bar, calci e pugni a un poliziotto: 2 fratelli arrestati

 
Il caso
Andria, pestano un mendicante per rubargli i soldi: due arresti

Andria, pestano un mendicante per rubargli i soldi: due arresti

 
Il sequestro
Bisceglie, a bordo con 16 chili di datteri di mare: denunciati due pescatori

Bisceglie, a bordo con 16 chili di datteri di mare: denunciati due pescatori

 
Il caso
Barletta, guardia giurata tenta di stuprare una donna: arrestato, in casa aveva 48mila euro

Barletta, guardia giurata tenta di stuprare una donna: arrestato, in casa aveva 48mila euro

 

Il Biancorosso

dopo il derby
Vivarini guarda la classifica: «Dobbiamo alzare il passo»

Vivarini guarda la classifica: «Dobbiamo alzare il passo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariPuglia
Influenza, primi due casi a Bari: colpiti due bambini. Il ceppo è quello dei vaccini in uso

Influenza, primi due casi a Bari: colpiti due bambini. Il ceppo è quello dei vaccini in uso

 
MateraAllerta meteo
Maltempo, sindaco Matera ordina chiusura scuole martedì

Maltempo, sindaco Matera ordina chiusura scuole martedì

 
Tarantonel Tarantino
Grottaglie, in aeroporto trovato ordigno bellico inesploso

Grottaglie, in aeroporto trovato ordigno bellico inesploso

 
Lecceidee in cucina
Solidarietà a Balotelli: a Lecce nasce il «pasticciotto nero»

Solidarietà a Balotelli: a Lecce nasce il «pasticciotto nero»

 
Foggianel Foggiano
S.Severo, rubano 3 quintali di olive, ma un cittadino li vede e chiama i cc: furto sventato

S.Severo, rubano 3 quintali di olive, ma un cittadino li vede e chiama i cc: furto sventato

 
BatLa denuncia
Andria, è allarme furti in ospedale

Andria, è allarme furti in ospedale

 
Brindisiil cantiere
Brindisi, ordigno bellico durante lavori al multisala: piano evacuazione per 50mila persone

Brindisi, ordigno bellico durante lavori al multisala: piano evacuazione per 50mila persone

 
Potenzail rapporto
Fabbisogni standard: Basilicata tra gli ultimi

Fabbisogni standard: Basilicata tra gli ultimi

 

i più letti

Il caso

Barletta, campo di gioco non omologato: chiuso lo stadio «Simeone»

Si allunga la «lista nera» delle strutture sportive cittadine inutilizzabili

Barletta, campo di gioco non omologato: chiuso lo stadio «Simeone»

BARLETTA - Un’altra struttura sportiva chiusa in città. Da alcuni giorni è chiuso, inaccessibile all’utenza sportiva, lo stadio comunale e velodromo «Lello Simeone» di via Libertà. Si allunga così l’elenco degli impianti sportivi cittadini chiusi e al momento non disponibili.

Difatti, il «Simeone» si aggiunge allo stadio Puttilli (chiuso da oltre quattro anni per lavori di ampliamento e ristrutturazione) e al PalaDisfida «Mario Borgia» (chiuso dallo scorso maggio perchè posto sotto sequestro giudiziario a causa di incidente occorso ad un giovane tesserato di una società di arti marziali).
Una «lista nera» che non fa onore a Barletta, una città con una prestigiosa e storica tradizione sportiva che vanta un illustre concittadino: il compianto Pietro Paolo Mennea, colui che conquistò record mondiali e medaglie d’oro, portando il nome di Barletta alla ribalta internazionale.
Proprio Mennea, lo ricordiamo, iniziò i primi passi nell’atletica allo stadio Simeone. Proprio su quella pista si vide il talento di colui che divenne campione olimpico, entrando negli annali storici di sempre dell’atletica leggera, quindi nella velocità, con quel record di 19’72” nei 200 metri conquistato il 12 settembre 1979 a Città del Messico e che è durato ben 17 anni!

Oggi lo stadio-velodromo «Simeone» è un impianto fatiscente, ai limite della funzionalità. È stato chiuso su disposizione, quindi interdetto all’uso, ad opera del competente organo regionale della Figc (federazione calcio) perchè il terreno di gioco non è omologato e manca la completa ristrutturazione dei servizi (spogliatoi, bagni e docce). Omologazione scaduta nel novembre 2016: all’epoca fu concessa una proroga di tre mesi, sino al febbraio 2017, a condizione che venissero eseguiti i lavori e le opere di ristrutturazione sia del terreno di gioco (che, ricordiamo, è in terra battuta) e sia degli spogliatoi e servizi igienici. Ma da quella data non risulta essere stato operato alcun intervento. Di qui la decisione della Figc regionale di chiudere l’impianto e inibirne l’uso. Anche del velodromo.

Al Comune, la notizia della chiusura dello stadio-velodromo «Simeone» è stata comunicata da alcuni rappresentanti delle società di calcio giovanile che già hanno iniziato l’attività agonistica e ufficiale, per cui vi è la necessità che si intervenga con una soluzione alternativa. A proposito, le società in questione hanno chiesto al Comune l’autorizzazione di poter disputare le partite dei campionati provinciali allo stadio Manzi-Chiapulin, unico impianto disponibile. La richiesta riguarderebbe il lunedì, giorno in cui le associazioni e società che ne fanno uso non lo utilizzano. Ma dal Comune han fatto sapere che l’autorizzazione potrà essere formalizzata solo in presenza di una comunicazione ufficiale della chiusura del «Simeone» - appunto - da parte della Figc! Di conseguenza, le società di calcio giovanile dovranno optare per campi fuori città, sobbarcandosi ulteriori oneri e disagi organizzativi. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie