Mercoledì 24 Aprile 2019 | 20:21

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
Botta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 
Il furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
Il furto
Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

 
Discariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 
La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Bari, nel mirino il belga Vandeputteala sinistra (24 anni) della Viterbese

Bari, nel mirino il belga Vandeputte
ala sinistra (24 anni) della Viterbese

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
LecceTecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

Il Puttilli

Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

Lo ha detto il sindaco Cannito nel corso di un incontro pubblico

Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

BARLETTA - Sempre più lontana l’ipotesi di un’apertura parziale dello stadio comunale «Cosimo Puttilli». D’altronde non abbiamo mai nascosto la circostanza di un’ipotesi (cioè l’agibilità parziale della struttura) davvero difficile da realizzare per la complessità del percorso burocratico laddove vi sono elementi che si traducono in autentici ostacoli quasi insormontabili. Difficoltà che sono state confermate ieri dal sindaco Cosimo Cannito in un incontro con i giornalisti e gli operatori dell’informazione presso lo stadio Puttilli.

«Tanto è stato fatto - ha detto il primo cittadino, in un discorso-confronto, poi formalizzato in un comunicato - ma non ancora abbastanza da permetterci di essere ottimisti sull’agibilità, se pure parziale, dello stadio. Per come la situazione appare ad oggi, non ritengo ci siano ancora i presupposti e le condizioni per ottenerla, ci sono elementi di pericolosità che bisogna rimuovere, perché non consentirebbero di operare in sicurezza».

«Al di la di quello che dice l’ingegnere della sicurezza - ha chiarito e ribadito il sindaco Cannito - io non sono tranquillo e credo che non ci sarà la possibilità di avere l’agibilità parziale perchè io pensavo di trovare pulito lo stadio da detriti, da terra e da pietre».

Ricordiamo che attualmente sono in corso i lavori di demolizione delle tribune che sono quasi completati e la cui fine è prevista per il prossimo mese di aprile, nel pieno rispetto di quanto prevede il crono-programma. Conclusa la rimozione dei vecchi spalti, lo step successivo dell’opera in corso riguarderà la realizzazione di un nuovo solaio a copertura del tunnel e dei servizi e locali adibiti a spogliatoi.

All’incontro coi giornalisti e altri operatori dell’informazione, oltre il sindaco erano presenti alcuni assessori e diversi consiglieri comunali nonchè i vertici dirigenziali dell’Asd Barletta 1922, la società di calcio che, ricordiamo, a causa dell’indisponibilità dello stadio Puttilli, langue da quattro anni allo stadio Manzi-Chiapuin con tutti i limiti e inefficienze della struttura.

Presente nell’occasione anche Isidoro Alvisi, referente del Coni, che è intervenuto sulla questione della progettazione dell’intervento complessivo di adeguamento funzionale dello stadio di via Vittorio Veneto. In particolare, il Coni - come è noto - dovrà elaborare la progettazione esecutiva e andare in gara per l’affidamento dei lavori.

«In questa nuova fase - secondo Alvisi - prevedere l’eventuale agibilità parziale occorrerà creare le condizioni per farlo. Certo oggi, come ha detto il sindaco, per cui la prospettiva dell’agibilità parziale si presenta davvero problematica».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400