Mercoledì 24 Aprile 2019 | 20:18

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
Botta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 
Il furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
Il furto
Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

 
Discariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 
La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Bari, nel mirino il belga Vandeputteala sinistra (24 anni) della Viterbese

Bari, nel mirino il belga Vandeputte
ala sinistra (24 anni) della Viterbese

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
LecceTecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

È già stata a Capo Nord

In bici fino al Giappone, l'impresa di una 35enne barlettana

Antonella Gentile si è laureata in Lingue Orientali ed è pronta a raggiungere il paese del Sol Levante in sella alla sua due ruote

In bici fino al Giappone, l'impresa di una 35enne barlettana

Dal sogno alla realtà il passo è breve. Da un mese è neo laureata in Lingue orientali. Tra un mese invece, giorno in più giorno in meno, forse in concomitanza del suo 35esimo compleanno, Antonella Gentile è pronta a coronare un altro sogno: raggiungere il «Paese del sol levante» in sella alla sua bicicletta. La sua fedele due-ruote con la quale ha già compiuto altre memorabili imprese: raggiungere Capo Nord, pedalando per cinquemila chilometri, e fare il giro d’Italia. Sempre in sella e sempre in solitaria.
Perché lo fa? Per sostenere, con le sue «pedalate», un progetto idrico di «Amref» per l'Africa. Insomma, passione per la bicicletta e solidarietà, voglia di viaggiare e filantropia.
«Sì, è vero, - ci conferma Antonella dagli occhioni vispi e carichi di determinazione -, a metà aprile partirò per un lungo viaggio in bici. Da Bari prenderò il traghetto per Dubrovnik. Poi attraverserò in bici Croazia, Slovenia, Austria, Repubblica Ceca, Polonia, Lituania e Lettonia. Dalla Lettonia prenderò un aereo e arriverò in Russia. Percorrerò con la Transiberiana il lungo tratto che va dalla Russia alla Cina per poi raggiungere il Giappone e attraversarlo in bici per tre mesi».
Una sfida con se stessa, la testimonianza di quanto la determinazione e la passione possano fare nelle nostre vite, di come sia possibile prenderle nelle nostre mani e tracciare il nostro percorso in libertà.


«Il mio viaggio durerà circa otto mesi. In questo periodo sosterrò Amref, un'associazione che combatte per ridurre la povertà in Africa. Durante il mio viaggio, sarà infatti possibile effettuare donazioni all'associazione per costruire pozzi d'acqua in Africa».
«Sarà il mio quarto viaggio in bici. Il primo, si concluse a Roma per una compressione del nervo ulnare. Due anni fa ho percorso 5000 km in bici attraversando Italia, Austria, Germania, Danimarca, Svezia e Norvegia e passando per il circolo polare artico, sono arrivata a Capo Nord. L'estate scorsa, invece, ho fatto il giro d'Italia in bicicletta. La bici per me non è solo un mezzo ma è diventato un vero e proprio stile di vita».
E ancora: «Viaggiare in bici permette di comunicare, di conoscere tante persone e luoghi diversi, di abbandonare i ritmi frenetici di vita per esplorare lentamente. È sicuramente il mio mezzo preferito ma credo che viaggiare in generale possa regalare forti emozioni. Ad esempio, il mio viaggio di ritorno dalla Norvegia all'Italia, l'ho fatto in furgoncino con una coppia di Italiani che vivevano in Norvegia e tornavano in Italia per sposarsi. Anche quella è stata un'esperienza diversa e divertente, durante la quale ho avuto modo di stare a contatto con belle persone».


Eh sì, Antonella quando viaggia in solitaria, ci confida, non è mai sola perché in ogni luogo dove arriva, finisce sempre con il conoscere e condividere bei momenti con altra gente. «Durante il mio viaggio, come è avvenuto in passato, - spiega la globetrotter barlettana - sono certa che avrò l'occasione di conoscere decine di persone di ogni età e questo forse non sarebbe accaduto se avessi deciso di affrontare questa avventura in gruppo. Mi piace quel senso di comunità che ritrovi nei posti dove vieni accolto: finisci con il riscoprire la vera umanità delle persone, quella che troppo spesso sembra non esistere più».
Sarà comunque un viaggio molto impegnativo dal punto di vista fisico ed economico. «Per questo motivo sono alla ricerca di sponsor che mi sostengano, offrendomi materiale tecnico e alloggio durante il percorso. Chi vuole può contattarmi per e-mail all'indirizzo iviaggidiantonella32@gmail.com».
Buon viaggio Antonella e pedala con il vento alle spalle verso il tuo prossimo traguardo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400