Mercoledì 20 Gennaio 2021 | 22:55

NEWS DALLA SEZIONE

sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 
Paura in città
Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

 
Storie
Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

Bari, nella rincorsa alla Ternana c'è il San Nicola da riconquistare

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIndagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Bariemergenza coronavirus
Bitonto, focolaio Covid in cento anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

Bitonto, focolaio Covid in centro anziani: positivi 3 educatori e una decina di ospiti

 
FoggiaControlli dei CC
Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

Foggia, a spasso con la cocaina nell'auto: arrestato 34enne incensurato

 
LecceL'ente fallito
Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

Novoli, la Focara affossata dai debiti: i creditori avanzano oltre un milione

 
Batsanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
Potenzala richiesta
Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

Fca fa spazio a Stellantis, Confindustria Basilicata: «Stabilimento Melfi sia centrale»

 
Covid news h 24L'annuncio
Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hib vaccinale

Fasano, emergenza Covid: padiglione centro commerciale diventerà hub vaccinale

 
MateraIl caso
Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

Matera, minaccia convivente disabile con una katana, arrestato 70enne

 

i più letti

L'attentato

Trani, incendio doloso in studio commerciale: avvertimento?

L'episodio si è verificato nella notte tra mercoledì e giovedì in via Firenze

Trani, incendio doloso in studio commerciale: avvertimento?

TRANI - Le indagini del commissariato di pubblica sicurezza non si fermano, e questo è il primo episodio di rilievo di cui si occuperà, molto attivamente, il neo dirigente della Polizia di Stato di Trani, Francesco Triggiani, oggi al quarto giorno di lavoro alla guida della struttura di via Sant’Annibale Maria di Francia.

Gli agenti dovranno accertare che il principio di incendio, verificatosi nella notte tra mercoledì e giovedì scorsi in via Firenze, sia effettivamente di origine dolosa, come sembra, e di conseguenza individuare gli eventuali responsabili di un atto che potrebbe ritenersi, se confermata l’ipotesi del dolo, di matrice estorsiva o ritorsiva.

A quanto si è appreso, ignoti avrebbero cosparso la porta d’ingresso di uno studio commerciale, al piano rialzato di quello stabile, con del liquido infiammabile che avrebbero fatto penetrare all’interno di quell’appartamento anche attraverso la fessura tra porta e pavimento.

Le fiamme sono divampate immediatamente, ma hanno procurato danni limitati soprattutto grazie al tempestivo arrivo dei Vigili del fuoco, allertati dei residenti che, ben presto, avrebbero respirato l’odore acre e del fumo che saliva verso i piani superiori. In poco tempo molti di loro sono scesi in strada, alcuni in pigiama e pantofole, comprese alcune mamme con i loro piccoli in braccio, avvolti da coperte.

Solo quando l’incendio è stato spento e i pompieri hanno verificato l’assenza di ulteriori potenziali pericoli per la pubblica incolumità, tutti hanno fatto ritorno nelle loro abitazioni e ripreso a dormire serenamente dopo il forte spavento.

La presenza di una volante della Polizia sul posto, peraltro, lasciava intendere che le cause del rogo non fossero accidentali, ma di altra natura, e a questo punto sarà proprio l’indagine del commissariato a cercare di fare luce sull’episodio.

Allo stato si sarebbe in presenza di un possibile avvertimento ad una persona, riconducibile per parentela a quello studio, presso il quale potrebbe anche collaborare, che in passato potrebbe avere avuto frequentazioni e, magari, problemi con esponenti della malavita locale.

Quello che potrebbe essere molto più che un suo omonimo, infatti, figura fra i nomi di un’importante operazione che proprio il commissariato di Trani, nel 2008 portò a termine, sgominando un sodalizio dedito allo spaccio della droga fra foggiano e Nordbarese. La Procura di Trani dispose venticinque ordinanze di custodia cautelare, una delle quali riguardò proprio il possibile obiettivo dell’atto incendiario dell’altra notte.

Dunque, fra vecchie ruggini ed un eventuale debito non onorato, potrebbe essere scattata l’azione punitiva. Massimo, comunque, è il riserbo nell’attesa di eventuali, ulteriori sviluppi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie