Sabato 16 Febbraio 2019 | 20:58

NEWS DALLA SEZIONE

Davanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
Sanità
Andria, uomo di 67 anni dona rene e cornee

Andria, uomo di 67 anni dona rene e cornee

 
giustizia
Trani, il Csm conferma: per procuratore Di Maio investitura bis

Trani, il Csm conferma procuratore Di Maio 

 
L'operazione della Gdf
Andria, «zuccheraggio» del vino: sequestrati migliaia di ettolitri e stabilimento abusivo

Andria, «zuccheraggio» del vino: sequestrati migliaia di ettolitri e stabilimento abusivo VD

 
Trend positivo nella BAT
Donazioni di organi, tra le eccellenze adesso c'è anche Andria

Donazioni di organi, tra le eccellenze adesso c'è anche Andria

 
La manifestazione
Mezza maratona a Barletta, 2000 podisti non solo dall'Italia

Mezza maratona a Barletta, 2000 podisti non solo dall'Italia

 
Sport
Barletta, nuovi fondi dal Coni per la ristrutturazione dello stadio Puttilli

Barletta, nuovi fondi dal Coni per la ristrutturazione dello stadio

 
L'operazione della polizia
Estorsione e spaccio di stupefacenti, tre arresti a Barletta

Estorsione e spaccio di stupefacenti, tre arresti a Barletta

 
Dai Cc
Andria, chiede il pizzo per restituire auto rubata: preso 40enne

Andria, chiede il pizzo per restituire auto rubata: preso 40enne

 
Il provvedimento
Andria, occupazione abusiva, fruttivendolo sospeso

Andria, occupazione abusiva, fruttivendolo sospeso

 
Colti in flagrante
Andria, cc scoprono base per riciclaggio auto rubate: 2 arresti

Andria, cc scoprono base per riciclaggio auto rubate: 2 arresti

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
BariL'appello
Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

 
LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Il fenomeno

Barletta, picchi di biossido di azoto: non c'è spiegazione

In alcuni giorni la presenza nell'aria è particolarmente alta

Barletta, picchi di biossido di azoto: non c'è spiegazione

«E gli sforamenti dei valori di biossido di azoto continuano senza che qualcuno si degni di spiegarne le ragioni». Daniele Cascella, regista, ambientalista, torna sul fenomeno ricorrente segnalato dalla centralina Arpa (Agenzia regionale per la prevenzione e la protezione dell’ambiente) collocata in via Trani: «Credo sia il caso di ritornare sulla pubblicazione (Gazzetta del 13 gennaio scorso) della mia segnalazione degli sforamenti dei valori di legge del gas tossico NO2 (biossido d'azoto) rilevati nella Centralina Arpa collocata in via Trani. In quella occasione riportavo i dati degli sforamenti che si susseguono da dicembre 2018 alternati a periodi in cui tali livelli di biossido di azoto sono considerati a livello "normale" al pari delle altre città pugliesi». «Purtroppo - aggiunge Cascella - ciò è avvenuto ancora. Gli ultimi sforamenti del valore di legge del biossido di azoto (pari a 200 µg/m³, milligrammi per metro cubo), utilizzando il parametro di valutazione del massimo giornaliero, sono avvenuti il 19 gennaio (224 µg/m³ ) e il 21 gennaio (202 µg/m³). In quest’ultimo giorno, è significativo indicare che il secondo valore più alto di biossido di azoto rilevato in tutta la Puglia è quello di Andria pari a 114 µg/m³ ovvero quasi la metà di quello constatato a Barletta. Questo avviene anche negli altri giorni in cui si supera il valore di legge: il distacco è enorme».
Conclusione: «Perché l'Arpa non spiega quel che avviene? Quali sono i valori negli altri orari? Tali valori in quel determinato giorno sono costantemente alti o occasionali? Non dimentichiamo di aggiungere che in molti giorni la nostra città è pervasa da un odore nauseabondo la cui origine è misteriosa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400