Sabato 24 Agosto 2019 | 19:22

NEWS DALLA SEZIONE

Un 43enne
Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

 
Preso dai Cc
Bisceglia, spacciava «fumo» in centro: in manette un 23enne

Bisceglie, spacciava «fumo» in centro: in manette un 23enne

 
Il caso
Le saline di Margherita di Savoia diventano di proprietà francese

Le saline di Margherita di Savoia diventano di proprietà francese

 
Sanità
Andria, nuovo espianto d’organi al Bonomo: donati reni e cornee

Andria, nuovo espianto d’organi al Bonomo: donati reni e cornee

 
L'arresto
Furti in appartamento, sgominata banda di ladri: operava tra Bari, Andria e Potenza

Furti in appartamento, sgominata banda di ladri: operava tra Bari, Andria e Potenza

 
La curiosità
Barletta, una Pizza «Art» per Fiorella Mannoia

Barletta, una Pizza «Art» per Fiorella Mannoia

 
L'operazione dei cc
Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

 
Il caso
Miasmi a Barletta «salta» il Consiglio. A Trani controlli in azienda sospetta

Miasmi a Barletta «salta» il Consiglio. A Trani controlli in azienda sospetta

 
L'opificio
Trani, l’ex segheria diventerà un centro commerciale

Trani, l’ex segheria diventerà un centro commerciale

 
Il caso
Barletta appestata da puzza nauseante: cittadini costretti a chiudersi in casa

Barletta, puzza in città: la fonte è una azienda di scarti animali

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVicino Teramo
Incidenti, auto si schianta in galleria su A14: muore 76enne di Btritto

Incidenti, auto si schianta in galleria su A14: muore 76enne di Btritto

 
PotenzaUn 49enne
Incendi, arrestato piromane nel Potentino: ha distrutto 6mila mq di vegetazione

Incendi, preso piromane nel Potentino: ha distrutto 6mila mq di vegetazione

 
FoggiaArrestato 22 enne
Foggia, picchia la compagna incinta e le dice: Muori tu e il bambino

Foggia, picchia la compagna incinta e le dice: Muori tu e il bambino

 
LeccePreso dai Cc
Spocchia, 18enne segue ragazza in locale e la violenta

Specchia, 18enne segue ragazza in locale e la violenta: in cella

 
MateraCarabinieri Forestali
Policoro Lido, sbancamento in area protetta: sequestrati 7 ettari di bosco

Policoro Lido, sbancamento in area protetta: sequestrati 7 ettari di bosco

 
TarantoAl rione Salinella
Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

 
BatUn 43enne
Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

 
HomeSulla strada 379
Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

 

i più letti

La denuncia

Barletta, una città-cantiere a cielo aperto

Troppe maestranze all'opera, ma molte sono di altre regioni

Barletta, una città-cantiere a cielo aperto

«Barletta è un cantiere a cielo aperto, ma tra non molto diventerà un cantiere a tutto spiano e noi non possiamo accettare di prenderci solo i disagi che derivano da tutto questo. In ognuno dei cantieri in cui stiamo avviando lavori, operano ditte, con annesse maestranze, provenienti da tutte le parti d’Italia, senza che stipendi e utili rimangano a Barletta. Per i nostri cittadini invece? Per loro non resta niente. Non possiamo andare avanti così: a Barletta devono lavorare i barlettani».
È il grido di dolore che il consigliere comunale di Barletta, Rocco Dileo, eleva al sindaco Cannito, sollecitandone il più profondo spirito socialista, all’indomani di un’ulteriore consegna di lavori a ditte non barlettane.

«Abbiamo le competenze e le professionalità necessarie per raggiungere questo obiettivo. Politica, sindacati e anche i cittadini: tutti devono volerlo, tutti devono pretenderlo. Questo è il primo passo che noi Socialisti vogliamo fare per concedere un meritato sospiro di sollievo all’economia locale, martoriata dalla globalizzazione, massacrata dalla mano d’opera di importazione. Per questo mi rivolgo a chi nel socialismo ci ha creduto e continua a crederci, il sindaco Mino Cannito, compagno di una storica militanza politica che non ha intenzione di arrestarsi ora che è alla guida del governo cittadino. La maggioranza, sindaco, la sostiene nel lavoro avviato, ma è arrivata l’ora di occuparci anche delle imprese, delle professionalità cittadine, dei cittadini lavoratori e delle loro famiglie. Ci piace pensare che i prodotti a “Km zero” siano migliori? Bene, allora che sia così anche per il lavoro».

«In un contesto geo-politico in cui forze sovraniste e populiste rischiano di minare seriamente la cultura di sinistra che ha forgiato questo paese dopo il secondo conflitto mondiale, il socialismo sta risorgendo in Europa, pronto ad affrontare le sfide che ci impone l’attuale conformazione politica, pronto ad essere dalla parte dei cittadini. Barletta sarà uno dei punti di partenza di questo percorso.
Potremo dirci soddisfatti quando in città prolifereranno posti di lavoro, quando le ditte che opereranno sul territorio si serviranno di maestranze barlettane, di menti e professionalità brillanti che abbiamo avuto l’onore di formare nelle nostre botteghe, nelle nostre aziende e nelle nostre scuole. I barlettani non saranno lasciati soli, questa è una promessa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie