Lunedì 27 Maggio 2019 | 02:03

NEWS DALLA SEZIONE

In piazza
Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

 
Nella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 
La sentenza
Spinazzola, Tar boccia aumento Irpef: Comune restituirà soldi ai cittadini?

Spinazzola, Tar boccia aumento Irpef: Comune restituirà soldi ai cittadini?

 
La decisione
Barletta, villette abusive: dissequestro e proprietari assolti

Barletta, villette abusive: dissequestro e proprietari assolti

 
La sentenza
Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

 
La bomba
Barletta, paura per ordigno bellico in mare

Barletta, paura per ordigno bellico in mare

 
Dopo la scossa
Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

 
Sanità
Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

 
Sanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
L'indagine
Arresto Giancaspro, legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

Bancarotta, l'ex patron del Bari Giancaspro interrogato per 6 ore
Legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeA Monopoli e Corato
Telefonini in cabina: due denunciati nel Barese: «Mi dici come devo votare?»

Telefonini in cabina, due denunce: «Mi dici come devo votare?»

 
LecceIl caso in Salento
Novoli, sbagliano il nome del candidato sindaco: sulla scheda un "De" in più

Novoli, sbagliato il nome del candidato sindaco sulla scheda: un «De» in più

 
MateraAlcuni disagi
Matera, elettori non trovano più i seggi: erano stati cambiati

Matera, elettori non trovano più i seggi: erano stati cambiati

 
BatIn piazza
Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

 
BrindisiMala sanità
«Ceglie Messapica, cala il silenzio sull'ospedale»

Ceglie Messapica, fisiatra in aspettativa: niente riabilitazione dopo incidente

 
TarantoIl caso
Mangiano funghi velenosi: famiglia intossicata nel Tarantino

Mangiano funghi velenosi: famiglia intossicata nel Tarantino

 
FoggiaIn largo Risorgimento
Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

Stornarella, la lite tra parenti sfocia in rissa: arrestati 6 romeni

 
PotenzaControlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 

i più letti

problemi alla viabilità

Trani, le strade cittadine tra degrado e incuria

Buche e asfalto usurato: questo lo stato in diverse vie della città

Trani, inchiesta fotovoltaico: chiesti 15 rinvii a giudizio

Il Tribunale di Trani

TRANI - Forse un candidato sindaco, che si presenti promettendo i cittadini che rifarebbe tutte le strade, vincerebbe al primo turno con il 100 per cento dei consensi.
Ciò sarebbe oggettivamente impossibile, ma non è altrettanto accettabile vedere le strade di Trani nelle condizioni in cui si trovano: infatti, ad ogni pioggia, diventano come il tonno della pubblicità che si taglia con un grissino.
Qual è, dunque, lo stato dell’arte? Perché, ancora oggi, non si comprende se l’appalto pluriennale in favore dell’impresa esecutrice Pama, di Barletta, sia ancora in essere e, laddove si stia protraendo, in quale misura fino a quando? Chi fa i rifacimenti e chi le colmature? Chi deve fare che cosa?
«Per risolvere il problema delle strade di Trani avremmo bisogno almeno di 3/4 milioni di euro - risponde il sindaco, Amedeo Bottaro - che non abbiamo. Quindi, evidentemente, quello che c’è da fare ogni anno è, da un lato, impegnare delle somme per rifare alcune strade, dall’altro tamponare colmando le buche. Bisognerà muoversi su questi binari paralleli fino a quando la maggior parte delle strade saranno state rifatte».
Va da sé che, per come prospettato, le buche da Trani scomparirebbero fra molti anni, e Bottaro lo conferma: «È un processo lungo, ma l’importante è, ogni anno, fare quello che probabilmente non si è fatto in passato, vale a dire destinare una somma maggiore per il rifacimento delle strade ed una minore per chiudere le buche».
Quanto al precedente bando, aggiudicato alla Pama, «finalmente quella gara, che era stata impostata malissimo - ammette Bottaro - è terminata. L’ho detto agli uffici e l’ho anche messo per iscritto: quel contratto non andava fatto in quel modo, prevedendo di fare solo quelle strade previste nel capitolato e non la manutenzione annuale delle strade, un’autentica follia».

L’ultimo intervento ha riguardato l’ex 74ma strada a denominarsi, oggi via di Villa Friuli, i prossimi saranno a cura di un altro aggiudicatario, poiché «sono state aperte le buste - fa sapere il primo cittadino - a fronte delle quali verranno aggiudicati nuovi lavori di rifacimento strade per 250.000 euro. Il contratto si sottoscriverà entro i 45 giorni previsti per legge e poi partiremo subito con i lavori».
Il dirigente dell’Ufficio tecnico, in ogni caso, «lo scorso 31 dicembre ha emanato una nuova determina a contrarre - riferisce Bottaro - per altri 250.000 euro, per il rifacimento di altre strade. Quindi, di fatto, nel 2019 rifaremo strade per mezzo milione di euro e non ci fermeremo a questi lavori».
Con altri fondi già disponibili, infatti, a completamento del nuovo rondò di via Istria, donato da un privato e per ultimare il quale mancano solo i segnali, sarà rifatta la pavimentazione tutto intorno e nel tratto di via Falcone che si congiunge a quella rotatoria.

L’altra mattina, invece, sono state nuovamente asfaltate via Cilea e via Mascagni, in virtù di un accodo con un con 2i rete gas a margine dei lavori di metanizzazione nella vicina zona di Capirro.
Infine, con altri 30mila euro già disponibili, partiranno nuovi lavori di colmatura di buche nei luoghi in cui la pioggia ha determinato i danni maggiori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400