Domenica 21 Aprile 2019 | 10:28

NEWS DALLA SEZIONE

Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaUn 23enne
Cerignola, spacciatore ingoia dosi di coca: è in Rianimazione

Cerignola, spacciatore ingoia dosi di cocaina: finisce in Rianimazione

 
LecceInchiesta Favori & giustizia
Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 
BariVerso il voto
Europee, i derby tutti pugliesi per Bruxelles

Europee, i derby tutti pugliesi per Bruxelles

 
TarantoA taranto
Ex Ilva, ambientalisti Taranto: «Il 24 aprile presidio per arrivo Di Maio»

Ex Ilva, ambientalisti Taranto: «Il 24 aprile presidio per arrivo Di Maio»

 
HomeLe festività pasquali
Pasqua, previsto a Matera un lungo ponte da tutto esaurito

Pasqua, previsto a Matera un lungo ponte da tutto esaurito

 
BatLotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
PotenzaElezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 

La riconversione

Arco sterile e nuovi macchinari: riparte l'ospedale di Trani

Un intervento chirurgico oculistico si potrà fare in sole due ore

Arco sterile e nuovi macchinari: riparte l'ospedale di Trani

L’arco sterile è già arrivato, la risonanza magnetica prenderà posto appena i locali dell’ex farmacia territoriale saranno disponibili.
Al Presidio territoriale di assistenza di Trani si cambia decisamente: del vecchio ospedale restano solo mura e ricordi, ma negli ambienti, al posto delle sale di degenza, si moltiplicano i servizi per allontanare quanto più possibile i cittadini dai letti e fornire loro risposte tempestive ed efficaci ai loro bisogni di salute.
Basti pensare che un intervento chirurgico oculistico, grazie all’arco sterile, si può effettuare nel giro di due ore passando direttamente dalla visita allo strumento appena inaugurato, per sottoporsi all’operazione senza neanche entrare in una sala operatoria, proprio perché la stessa macchina, come suggerisce il nome, è già sterilizzata grazie alla sua struttura ed ai flussi magnetici trasmessi fra i cristalli che la delimitano.


Finora, invece, serviva un approccio molto complesso, con conseguente perdita di tempo: «Per sottoporsi alla terapia intravitreale - spiega il direttore del servizio, Pasquale Attimonelli - bisognava stare nei turni delle sale operatorie, quindi ci si perdeva nella congestione delle stesse. Oggi, da noi, le liste di attesa sono di circa un mese, ed è già uno dei migliori risultati in Italia, ma capite bene quanto l’arco sterile ci farà guadagnare. Infatti, al di là della piena efficacia della terapia, la grande conquista sarà la tempestività: a Trani, quando ad un paziente verrà diagnosticata una maculopatia essudativa, immediatamente sarà condotto da una stanza all’altra per sottoporsi alla terapia intravitreale tramite arco sterile».
E, così, si risparmiano tempo e denaro: «Vogliamo fare terminare i viaggi della speranza, dice il direttore generale della Asl di Barletta-Andria-Trani, Alessandro Delle Donne -. Questa macchina, di cui Trani s’è dotata, è la seconda non solo in Puglia, dopo il Policlinico di Bari, ma in Italia. Possiamo totalmente ribaltare le tendenze e fare venire qui, da tante altre parti della penisola, pazienti a sottoposti a questo veloce ed efficace trattamento».


L’arco sterile è stata posizionato all’interno del day service chirurgico multidisciplinare diretto dal dottor Francesco Barbangelo. Il servizio è attivo da settembre 2016 ed è dotato di due sale operatorie, di cui una oculistica: nel corso del 2017 vi sono stati effettuati 1061 interventi, mentre nel corso del 2018 il numero si è accresciuto a 1155. Il day service chirurgico garantisce interventi di oculistica, chirurgia di superficie, ortopedia, ginecologia, urologia e senologia.
La risonanza magnetica, del tipo da 1,5 Tesla di ultima generazione, a sua volta verrà allocata nei locali sotterranei in cui una volta c’erano i medicinali, in quanto ambienti perfettamente collegati con la Radiologia attraverso un ascensore che pone le due strutture in piena osmosi funzionale fra loro.


I lavori di messa a punto degli ambienti sono già in corso, poi arriverà la macchina con tutto quanto il resto, per fare sì che l’Azienda sanitaria locale della Bat si doti della terza risonanza magnetica dopo quelle già disponibili ad Andria e Barletta.
Anche in questo caso i tempi di attesa per un esame si ridurrebbero drasticamente: «Dagli attuali cinque mesi - stima mediamente il direttore generale -, a non oltre venti giorni con la nuova disponibilità di Trani».
I tempi di completamento dei lavori e dotazione dello strumento sono stati stimati in non più di tre mesi, mentre nel frattempo l’azienda doterà il servizio del personale adeguato, pari ad almeno sei unità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400