Sabato 23 Gennaio 2021 | 15:51

NEWS DALLA SEZIONE

L'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
HomeIl caso
Racale, lancia dal balcone bombola del gas su auto con a bordo moglie e figlia: arrestato

Racale, lancia dal balcone bombola del gas su auto con a bordo moglie e figlia: arrestato

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito un altro

 
TarantoLa decisione
Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
BrindisiL'inchiesta
Fasano, maxi-truffe on line scoperta su scala nazionale: rinviato a giudizio

Fasano, maxi-truffe on line scoperte su scala nazionale: rinviato a giudizio imprenditore

 

i più letti

La riconversione

Arco sterile e nuovi macchinari: riparte l'ospedale di Trani

Un intervento chirurgico oculistico si potrà fare in sole due ore

Arco sterile e nuovi macchinari: riparte l'ospedale di Trani

L’arco sterile è già arrivato, la risonanza magnetica prenderà posto appena i locali dell’ex farmacia territoriale saranno disponibili.
Al Presidio territoriale di assistenza di Trani si cambia decisamente: del vecchio ospedale restano solo mura e ricordi, ma negli ambienti, al posto delle sale di degenza, si moltiplicano i servizi per allontanare quanto più possibile i cittadini dai letti e fornire loro risposte tempestive ed efficaci ai loro bisogni di salute.
Basti pensare che un intervento chirurgico oculistico, grazie all’arco sterile, si può effettuare nel giro di due ore passando direttamente dalla visita allo strumento appena inaugurato, per sottoporsi all’operazione senza neanche entrare in una sala operatoria, proprio perché la stessa macchina, come suggerisce il nome, è già sterilizzata grazie alla sua struttura ed ai flussi magnetici trasmessi fra i cristalli che la delimitano.


Finora, invece, serviva un approccio molto complesso, con conseguente perdita di tempo: «Per sottoporsi alla terapia intravitreale - spiega il direttore del servizio, Pasquale Attimonelli - bisognava stare nei turni delle sale operatorie, quindi ci si perdeva nella congestione delle stesse. Oggi, da noi, le liste di attesa sono di circa un mese, ed è già uno dei migliori risultati in Italia, ma capite bene quanto l’arco sterile ci farà guadagnare. Infatti, al di là della piena efficacia della terapia, la grande conquista sarà la tempestività: a Trani, quando ad un paziente verrà diagnosticata una maculopatia essudativa, immediatamente sarà condotto da una stanza all’altra per sottoporsi alla terapia intravitreale tramite arco sterile».
E, così, si risparmiano tempo e denaro: «Vogliamo fare terminare i viaggi della speranza, dice il direttore generale della Asl di Barletta-Andria-Trani, Alessandro Delle Donne -. Questa macchina, di cui Trani s’è dotata, è la seconda non solo in Puglia, dopo il Policlinico di Bari, ma in Italia. Possiamo totalmente ribaltare le tendenze e fare venire qui, da tante altre parti della penisola, pazienti a sottoposti a questo veloce ed efficace trattamento».


L’arco sterile è stata posizionato all’interno del day service chirurgico multidisciplinare diretto dal dottor Francesco Barbangelo. Il servizio è attivo da settembre 2016 ed è dotato di due sale operatorie, di cui una oculistica: nel corso del 2017 vi sono stati effettuati 1061 interventi, mentre nel corso del 2018 il numero si è accresciuto a 1155. Il day service chirurgico garantisce interventi di oculistica, chirurgia di superficie, ortopedia, ginecologia, urologia e senologia.
La risonanza magnetica, del tipo da 1,5 Tesla di ultima generazione, a sua volta verrà allocata nei locali sotterranei in cui una volta c’erano i medicinali, in quanto ambienti perfettamente collegati con la Radiologia attraverso un ascensore che pone le due strutture in piena osmosi funzionale fra loro.


I lavori di messa a punto degli ambienti sono già in corso, poi arriverà la macchina con tutto quanto il resto, per fare sì che l’Azienda sanitaria locale della Bat si doti della terza risonanza magnetica dopo quelle già disponibili ad Andria e Barletta.
Anche in questo caso i tempi di attesa per un esame si ridurrebbero drasticamente: «Dagli attuali cinque mesi - stima mediamente il direttore generale -, a non oltre venti giorni con la nuova disponibilità di Trani».
I tempi di completamento dei lavori e dotazione dello strumento sono stati stimati in non più di tre mesi, mentre nel frattempo l’azienda doterà il servizio del personale adeguato, pari ad almeno sei unità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie