Sabato 19 Gennaio 2019 | 23:35

NEWS DALLA SEZIONE

Inchiesta da Lecce
Trani, arrestati due magistrati per corruzione e falso ideologico

Trani, arrestati due magistrati: processi venduti per soldi e diamanti. 
Imprenditore: così pagai milioni

 
Dalla Regione
Trani, fondi per il recupero del giardino Antonacci-Telesio

Trani, fondi per il recupero del giardino Antonacci-Telesio

 
Ambiente
Barletta, strani picchi di biossido d'azoto nell'aria

Barletta, strani picchi di biossido d'azoto nell'aria

 
Monitoraggio Caritas
Trani, padri separati non arrivano a fine mese

Trani, padri separati non arrivano a fine mese

 
Sulla SS16 bis
Corriere della droga fermato dai cc a Trani: hashish nascosto nel parafango

Corriere della droga fermato dai cc a Trani: hashish nascosto nel parafango

 
A Barletta
Donò rene al genero per salvarlo: il gesto compie 20 anni

Donò rene al genero per salvarlo: il gesto compie 20 anni

 
Dal 14 gennaio
Andria, parte il servizio mensa a scuola ma fra tante polemiche

Andria, parte il servizio mensa a scuola ma fra tante polemiche

 
Tragedia sfiorata
Barletta, operatore Barsa ferito dal lancio di un petardo

Barletta, operatore Barsa ferito dal lancio di un petardo

 
Esposto in Procura
Andria, in ospedale per intervento di routine: muore una 60enne

Andria, in ospedale per intervento di routine: muore una 60enne

 
Operazione della Polizia
Barletta, preso trafficante di droga: in auto un chilo di cocaina pura

Barletta, preso trafficante di droga: in auto un chilo di cocaina pura

 
All'ospedale Dimiccoli
Barletta, la Befana arriva nel reparto di Pediatria

Barletta, la Befana arriva nel reparto di Pediatria

 

l’appello

Barletta si mobilita per aiutare Chiara, studentessa 20enne vittima di un incidente in Spagna

Una vera e propria mobilitazione generale per aiutare economicamente la ragazza che si trova in ospedale

Barletta si mobilita per aiutare Chiara, studentessa 20enne vittima di un incidente in Spagna

BARLETTA - Una vera e propria mobilitazione generale per aiutare Chiara e la sua famiglia. Uno slancio corale e accorato che testimonia quanto e come una comunità possa essere in grado di stringersi accanto a chi soffre. Tutto questo, purtroppo, per Chiara Corcella - barlettana studentessa di 20 anni - iscritta al terzo anno del corso di Ingegneria Gestionale all’Università di Bari. Poco più di un mese fa, è partita per l’Erasmus e ha raggiunto Manresa, centro universitario a pochi chilometri da Barcellona. Un cornicione si sgretola e Chiara cade nel vuoto. La soccorrono gli amici, ma il suo battito cardiaco è già rallentato. Così la giovane viene trasportata all’ospedale universitario di Terrassa per subire un intervento al cervello della durata di 5 ore. Un calvario inenarrabile. In ogni caso Nella giornata di ieri il papà Giacomo e mamma Michelina hanno fatto sapere che: «Sono passati 46 giorni trascorsi a Terrassa in Spagna. Terribili. Eppure ieri mi sono passate per la mente tutte le persone che ci hanno fatto del bene, per la loro generosità, sensibilità e disponibilità. Sono stati degli angeli. Hanno rappresentato la Provvidenza per noi. Vogliamo ringraziare tutti di cuore indistintamente. L'Italia che ci è sembrata un autentico miraggio per tutti questi giorni oggi è a portata di mano».

E poi: «Martedì mi ha telefonato un medico della Terapia Intensiva dell'ospedale Maggiore di Bologna e mi ha detto che c'era un posto per Chiara e la neurochirurgia era quella dei Neurochirurghi del Bellaria di Bologna. Per noi, naufraghi in un mare in tempesta, è stato come ricevere un salvagente. Abbiamo accettato perché abbiamo capito che il problema principale è soprattutto neurochirurgico, per via del liquido cerebro-rachidiano in eccesso che si forma nei casi di trauma cranico grave. Bologna è a metà strada tra casa ed Innsbruck, dove noi contiamo di poter far fare a Chiara la riabilitazione, in quanto uno dei migliori centri europei. Familiari, amiche e amici grazie grazie grazie per la vostra solidarietà, per il vostro affetto, per il vostro conforto, per le vostre preghiere. Oggi le preghiere non devono mancare da parte di tutti voi, affinché la nostra fede rimanga salda, ma soprattutto per Chiara, perché il viaggio verso l'Italia vada bene e vada bene anche il proseguo delle cure che la porteranno alla riabilitazione». E poi: «Il viaggio è andato bene. Chiara è stata per tutto il tempo con gli occhi aperti. Siamo al decimo piano dov'è la terapia intensiva, e siamo in attesa di Chiara, che sta facendo una Tac definita 0, cioè di partenza qui a Bologna. Continuiamo a pregare per Chiara». Chi volesse aiutare la famiglia di Chiara in questo percorso può far riferimento ai dati sottostanti. Una occasione per fare del bene da non sprecare. Sui social in tanti hanno condiviso l’appello. Si dia seguito con fatti concreti.

Coordinate bancarie Raccolta fondi e per sostenere il risveglio di Chiara. Beneficiario: PIAZZOLLA MICHELINA (la mamma di Chiara); IBAN: IT05X0329601601000064399956; Causale: Sempre FORZA CHIARA; Banca d'appoggio: BANCA FIDEURAM. Filiale di Milano. BIC: FIBKITMM

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400