Sabato 19 Gennaio 2019 | 00:56

NEWS DALLA SEZIONE

Inchiesta da Lecce
Trani, arrestati due magistrati per corruzione e falso ideologico

Trani, arrestati due magistrati: processi venduti per soldi e diamanti. 
Imprenditore: così pagai milioni

 
Dalla Regione
Trani, fondi per il recupero del giardino Antonacci-Telesio

Trani, fondi per il recupero del giardino Antonacci-Telesio

 
Ambiente
Barletta, strani picchi di biossido d'azoto nell'aria

Barletta, strani picchi di biossido d'azoto nell'aria

 
Monitoraggio Caritas
Trani, padri separati non arrivano a fine mese

Trani, padri separati non arrivano a fine mese

 
Sulla SS16 bis
Corriere della droga fermato dai cc a Trani: hashish nascosto nel parafango

Corriere della droga fermato dai cc a Trani: hashish nascosto nel parafango

 
A Barletta
Donò rene al genero per salvarlo: il gesto compie 20 anni

Donò rene al genero per salvarlo: il gesto compie 20 anni

 
Dal 14 gennaio
Andria, parte il servizio mensa a scuola ma fra tante polemiche

Andria, parte il servizio mensa a scuola ma fra tante polemiche

 
Tragedia sfiorata
Barletta, operatore Barsa ferito dal lancio di un petardo

Barletta, operatore Barsa ferito dal lancio di un petardo

 
Esposto in Procura
Andria, in ospedale per intervento di routine: muore una 60enne

Andria, in ospedale per intervento di routine: muore una 60enne

 
Operazione della Polizia
Barletta, preso trafficante di droga: in auto un chilo di cocaina pura

Barletta, preso trafficante di droga: in auto un chilo di cocaina pura

 
All'ospedale Dimiccoli
Barletta, la Befana arriva nel reparto di Pediatria

Barletta, la Befana arriva nel reparto di Pediatria

 

Il caso

Barletta, cantieri «a sorpresa» e il traffico va subito in tilt

Benvenuti nella città del fai-da-te: chiusa la carreggiata di via Monfalcone, che porta verso il sottovia Alvisi, per lavori di rimozione di intonaco da una facciata

Barletta, cantieri «a sorpresa» e il traffico va subito in tilt

BARLETTA - I cittadini meritano delle scuse. Non è giusto che siano trattati in questa maniera. E meno male che non si è verificato il passaggio di un’ambulanza o di ujn mezzo delle froze dell’ordine: cosa sarebbe successo? Benvenuti a Barletta città dove il traffico fa rima con caos e dove la viabilità è un concetto che è lontano anni luce dalla logica. Quello che è accaduto ieri mattina è ...da manuale. Del non fare. Il tratto di via Monfalcone - che permette di andare verso il sottovia Alvisi - chiuso. Sbarrato a causa di lavori di rimozione di caduta di calcinacci. A seguito di una ordinanza emanata nei giorni scorsi. Cartelli e comunicati che lo preannunciavano? Nulla. Come nel caso di via Turbine, qualche settimana fa, per i «lavori» per la soppressione del passaggio a livello in via Milano. Idem con caos. Silenzio assoluto. I primi vigili urbani si sono intravisti visti alle 9.51. Per andare subito via. Gli altri, alle 11.50, dopo l’arrivo del sindaco Mino Cannito. Con lui, gli assessori Ruggiero Passero e Gennaro Calabrese. Alle 11, si era visto anche il responsabile dell’Ufficio traffico Franco Attolico.

Chi ha autorizzato lo sbarramento della strada? Perché, così come avvenuto per i lavori sotto il ponte di Alvisi, non si è proceduto di notte? Insomma, chiunque ieri mattina dalle 7.30 si trovava in via Monfalcone e doveva proseguire verso il quartiere Patalini si è avvitato su se stesso.

Tutto questo mentre il tratto terminale di via Sant’Antonio che sbocca su via Monfalcone - si vede nelle fotografie - era chiuso in contemporanea a causa dei lavori per la posa in opera di cavi elettrici. Una tempesta perfetta. Si è concentrata una serie di chiusure di strade, mandando il traffico irrimediabilmente in tilt. Si è materializzata così una lenta e immobile processione di auto con annesso assordante strombazzare dei clacson. Anche i nostri telefoni sono stati presi d’assalto. L’assessore Anna Maria Lacerenza, con delega alla mobilità urbana, ha da dire qualcosa. E l’Ufficio traffico? Alle 12 sono stati sospesi i lavori in via Monfalcone e una corsia del tratto di via Sant’Antonio è stata riaperta. Lo ha preteso il sindaco. Alle 14 la situazione è tornata la stessa. Due bus sono rimasti bloccati per oltre 15 minuti. La coda è la medesima della mattina. Il vice comandante dei vigili urbani, Luigi Greco ha preteso arrivano due vigili. I clacson ritornano all'opera. Poco prima delle 16, i lvori terminano e il traffico riprende a scorrere. Una mattinata indimenticabile. Anzi da dimenticare. E magari da non ripetere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400