Giovedì 28 Gennaio 2021 | 00:38

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
Il polivalente sociale
Barletta, ecco che nasce «l’Angioletto»: il centro per i disabili

Barletta, ecco che nasce «l’Angioletto»: il centro per i disabili

 
L'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
viabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
L'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

Bari calcio, pressing su Cianci per sostituire Montalto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa tragedia
Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

Bimbo morto a Bari, autopsia conferma: soffocato da una cordicella

 
Brindisia S. Michele Salentino
Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

Brindisi, solaio crollato in un capannone: 4 indagati per omicidio colposo

 
TarantoL'iniziativa
Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

Giornata della Memoria, musica dal teatro chiuso di Taranto: l'omaggio degli artisti

 
PotenzaSHOAH
Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

Giornata della Memoria, a Potenza consegnate 3 medaglie d’onore ai familiari dei deportati

 
FoggiaIl caso
Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

Femminicidio a Orta Nova, 46enne indagato non risponde a pm: aveva tracce di sangue sui vestiti

 
BatIl caso
Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

Scontro treni, la pm in foto con l'avvocato di un indagato, Csm la boccia ma si spacca

 
MateraIl caso
Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

Tricarico, rubati 12 quintali di rame: 4 arresti

 
LecceIl caso
Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

Lecce, litiga con il cugino e gli spara: arrestato

 

i più letti

opera pubblica nuovissima Barletta

«Il sottovia Einaudi si allaga
per responsabilità del Comune»

L’impresa chiede che si completi il tronco fognario

 «Il sottovia Einaudi si allaga per responsabilità del Comune»

BARLETTA - «Sottovia carrabile e pedonale al km 592+875 della linea Foggia-Bari di collegamento tra Viale Giovanni XXIII e Viale Einaudi. In conseguenza delle copiose piogge verificatesi a Barletta negli ultimi mesi, il sottopasso di via Sandro Pertini, aperto al traffico nello scorso mese di maggio, ha riportato allagamenti che hanno costretto l’Amministrazione Comunale alla chiusura momentanea dello stesso sottovia al fine di garantire la sicurezza e l’incolumità della cittadinanza. Tale situazione ha “scatenato” soprattutto sui social network, una serie di considerazioni e di commenti che rendono indispensabile, da parte della Doronzo Infrastrutture S.r.l., Impresa Appaltatrice dei lavori per la soppressione dei passaggi a livello nel Comune di Barletta, fare chiarezza sull’accaduto». Così Michele Doronzo rappresentante dell’impresa.

E poi: «L’intervento per la realizzazione del sottopasso carrabile e pedonale alla linea ferroviaria Foggia – Bari in corrispondenza del Km 592+875, di collegamento tra Via Papa Giovanni XXIII e Via Einaudi, si compone di due differenti stralci funzionali, il primo dei quali interamente a carico di Rete Ferroviaria Italiana, mentre il secondo, viene realizzato a carico del Comune di Barletta. La scrivente Impresa Appaltatrice dei lavori in oggetto, ha realizzato soltanto il primo lotto, che prevedeva la costruzione di un sistema per la raccolta e il collettamento della acque meteoriche a gravità».

Doronzo specifica che: «Tale sistema di drenaggio a gravità è in grado di convogliare i contributi meteorici verso i recapiti finali costituiti dai collettori della rete di fognatura bianca comunale. Il secondo lotto invece, prevedeva la realizzazione di un nuovo tronco di fognatura bianca lungo via De Nicola per lo scarico delle portate meteoriche captate dalla rete di drenaggio dell’intervento oggetto dell’appalto, fino al recettore finale costituito dalla rete bianca esistente sotto il sedime della via Regina Margherita. La realizzazione di tale opera, esclusa dal suddetto appalto, non è stata ancora eseguita dal Comune di Barletta».

«La Doronzo Infrastrutture S.r.l. vuole precisare che la funzionalità idraulica del sottovia carrabile e pedonale al km 592+875 della linea Foggia-Bari di collegamento tra Viale Giovanni XXIII e Viale Einaudi, è subordinata alla realizzazione e messa in funzione del collettore di scarico al recettore finale di via Regina Margherita. Tale ultimo intervento, che risulta estraneo rispetto all’oggetto di cui al contratto di appalto stipulato tra la Committente RFI e l’Impresa Appaltatrice Doronzo Infrastrutture S.r.l., attiene esclusivamente alla competenza e connessa responsabilità del Comune di Barletta».

La conclusione: «Alla luce di tutto quanto sopra esposto e di quanto erroneamente riportato con toni diffamatori sui social network citati in precedenza, la Doronzo Infrastrutture S.r.l. si riserva sin d’ora la facoltà di querelare chiunque abbia tentato di compromettere la propria immagine fornendo una rappresentazione distorta dei fatti e delle cause che ne sono all’origine, nonché di adottare presso le sedi competenti tutte le azioni che si renderanno necessarie al fine di tutelare il diritto alla conservazione della propria integrità etica e professionale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie