Domenica 21 Aprile 2019 | 10:50

NEWS DALLA SEZIONE

Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 
TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
FoggiaUn 23enne
Cerignola, spacciatore ingoia dosi di coca: è in Rianimazione

Cerignola, spacciatore ingoia dosi di cocaina: finisce in Rianimazione

 
LecceInchiesta Favori & giustizia
Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 
BariVerso il voto
Europee, i derby tutti pugliesi per Bruxelles

Europee, i derby tutti pugliesi per Bruxelles

 
BatLotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
PotenzaElezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 

TRANI

Indennità per l’anziano
«sfrattato» dagli abusivi

La richiesta dei parenti dell’uomo in attesa dello sgombero

Indennità per l’anziano «sfrattato» dagli abusivi

di Nico Aurora

Trani - Un’indennità di accompagnamento per sostenere le spese, sempre più ingenti, della residenza del loro genitore in una casa alloggio a Margherita di Savoia. È questa la soluzione che auspicano i figli dell’uomo di 89 anni la, la cui casa è stata occupata da 34 giorni da abusivi, nell’attesa che quell’abitazione sia finalmente sgomberata.

Era l’ormai sempre più lontano 20 giugno 2018 quando in via Olanda, nella periferia nord di Trani, approfittando dell’assenza dell’anziano assegnatario di quella appartamento, finito in ospedale a seguito di una caduta, un nucleo familiare scassinava la porta d’ingresso occupando quell’alloggio popolare: da quel momento in poi non sarebbero più andati.

Inutili sia gli sforzi compiuti dai servizi sociali, sia le non poche trattative, all’insegna della ormai più che vana diplomazia, per convincere gli inquilini abusivi ad andare via. Infatti, anche da quella parte ci sarebbe uno stato di bisogno legato alla presenza di una donna disabile, una incinta ed un minore. Ed è proprio questo che rallenta decisamente la procedura, perché adesso bisogna trovare un alloggio per loro.

A quanto si è appreso, un provvedimento della Procura della Repubblica di Trani sarebbe già pronto per innescare l’azione di sgombero forzoso da parte delle forze dell’ordine, ma prima c’è da assicurare un tetto a quelle donne. Certo, fa specie notare che i tempi per trovare loro un alloggio siano lunghi, mentre i figli di quell’uomo sono stati rapidissimi nel trovare, peraltro a loro spese, quella casa alloggio a Margherita di Savoia.

Nel frattempo l’uomo non starebbe per nulla bene: dopo le dimissioni dall’ospedale il braccio non ha mostrato segni di ripresa, anzi sembra non rispondere più. Probabilmente concorre a questa condizione il fattore psicologico e questo, a maggior ragione, ha convinto la famiglia a richiedere l’indennità di accompagnamento in favore dell’uomo.

Nella sua tuttora «ex» casa di Trani, intanto, sono partite le procedure di distacco di tutte le utenze - acqua, luce e gas - per evitare che gli occupanti continuino ad utilizzare i servizi a spese dell’occupato. Ma di certo, ancora una volta, il tempo passa e nulla di sostanziale accade: siamo a quota 34 giorni nell’attesa di ristabilire un diritto violato e, giorno dopo giorno, la certezza di quel diritto vacilla sempre più.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400