Sabato 20 Aprile 2019 | 05:16

NEWS DALLA SEZIONE

È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

 
LecceLa decisione
Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

 
BrindisiIl batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
TarantoA grottaglie (Ta)
Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

 
Materavittima un materano
Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

 
PotenzaL'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
BatÈ incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 

andria

I revisori dei conti
diffidano il Comune

E il centrosinistra chiede un consiglio monotematico

ANDRIA - Adesso arriva anche la diffida da parte dei revisori dei conti del Comune di Andria, sulla critica situazione finanziaria del Comune. Dopo la verifica degli ispettori del Ministero dell'Economia e Finanza, i revisori dei conti hanno scritto alla sezione regionale di controllo della Corte dei Conti oltre che al Ministero dell'Interno.

«Si diffida il Comune ad assumere con immediatezza tutte le determinazioni necessarie a rimuovere tutte le criticità evidenziate sia dal collegio che dagli Ispettori del Mef. La situazione finanziaria, in particolare presenta pesanti criticità sostanziali soprattutto in termini di solidità e futura sostenibilità di bilancio. È necessario affrontare la più volte sollecitata problematica relativa al miglioramento delle capacità di riscossione delle entrate tributarie extratributarie e patrimoniali». Questa la nota presentata il 3 luglio dal dottor Francesco Chiello, presidente del collegio dei revisori dei conti.

le critiche del centrosinistra «Non capiamo che altro si stia aspettando per fare una “operazione verità” sulla questione finanziaria del nostro Ente, così come l’hanno chiamata proprio alcuni esponenti della maggioranza». Così parte la nota sulla situazione finanziaria del Comune di Andria a firma dei gruppi consiliari Pd, Progetto Andria, Lista Emiliano e Lista Fortunato.

«Al di là di rimpalli di responsabilità, di prese di distanza (inutili) da parte di consiglieri e/o ex amministratori di centro-destra in queste ore, tutto tace - è scritto nel documento -. Non ha sortito alcun effetto la relazione del Mef, né la nostra richiesta di fare un consiglio comunale monotematico e nemmeno l’ultima nota proveniente dal collegio dei revisori dei conti. Una nuova diffida, pesante come pesa tutta l’intera vicenda. A pagare le spese di questo prepotente silenzio è l’intera nostra comunità. Perché il Sindaco si sottrae a un confronto e a darci le spiegazioni utili ad arrivare ai riequilibri di bilancio con maggiore consapevolezza? Anzi, poiché lui è stato assessore al Bilancio fino a qualche giorno fa, e a quanto pare di informazioni ne ha nascoste anche troppe, finanche alla sua stessa maggioranza che ora gli si sta rivoltando contro, pretendiamo un incontro ufficiale con il neo assessore al Bilancio che ad oggi non ha speso una parola a proposito».

«Forse doveva partire proprio da lui l’iniziativa di convocare tutti, maggioranza, opposizione e collegio dei revisori, per fare il punto della situazione in maniera chiara ed inequivocabile. Invece niente, nemmeno un sussulto. Come se tutto fosse a posto. E’ scandaloso questo modo di fare, non sapremmo come altro definirlo. Tanto più che la situazione appare drammatica non da oggi. Noi siamo sul tema dal lontano 2012. Chissà quante cose si sarebbero potute sistemare se la maggioranza, ostinata e arrogante, ci avesse un minimo dato ascolto. Ora siamo nuovamente costretti ad affidare alla stampa la nostra richiesta urgente di risposte. E a quei consiglieri di maggioranza che attaccano il Sindaco sulla stampa ma poi non sono consequenziali chiediamo: cosa vi costa sottoscrivere la nostra richiesta di consiglio comunale monotematico sulla relazione del Mef e sulla nota dei revisori? Cosa vi costa liberare la nostra città dall’incubo del dissesto? Il tempo è scaduto. Tutti a casa. Oppure dialoghiamo e proviamo a risolvere i problemi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400