Sabato 20 Aprile 2019 | 04:21

NEWS DALLA SEZIONE

È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

 
LecceLa decisione
Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

 
BrindisiIl batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
TarantoA grottaglie (Ta)
Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

 
Materavittima un materano
Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

 
PotenzaL'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
BatÈ incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 

bisceglie

Festa patronale
crisi di donazioni

I festeggiamenti in onore dei santi Mauro vescovo, Sergio e Pantaleone verso il ridimensionamento

Festa patronale crisi di donazioni

LUCA DE CEGLIA

BISCEGLIE - Far quadrare i conti dell’evento storico e tradizionale per eccellenza dell’estate biscegliese, ovvero dei festeggiamenti in onore dei santi Mauro vescovo, Sergio e Pantaleone, non è stato mai un compito facile per la Commissione Feste Patronali. Anzi oggi si è molto vicini al rischio di dover ridimensionare gran parte degli aspetti caratteristici della festa popolare a causa dell’insufficienza di fondi per fronteggiare le spese, sia della grande festa in questione che di quella settembrina per la compatrona Madonna Addolorata.

La scarsità contributiva di oboli volontari da parte di commercianti, imprese e cittadini in genere, i cui bilanci risentono la crisi economica (tra i pochi a collaborare fattivamente è la Confcommercio), ed il ridotto finanziamento solitamente elargito dal Comune potrebbero già in questi giorni portare alla decisione di effettuare tagli drastici delle voci di spesa e del programma tra luminarie, fuochi d’artificio e bande musicali. Una “cornice” senza della quale tutto si ridurrebbe alla sola celebrazione religiosa ed alla processione dei busti argentei dei tre Santi Martiri. Ma a quanto pare quest’anno ci si dovrà accontentare di metà dei consueti fuochi pirotecnici e dei concerti bandistici.

A meno che in extremis non si faranno avanti altri sponsor. Tutto ciò comunque considerando che la festa patronale è alle porte: si svolgerà nella prima settimana di agosto. Ad una situazione così critica si era arrivati, nella storia della festa, in particolare nel lontano 1891 allorquando la Commissione della festa (ovvero gli amministratori della Nobile Congrega dei SS. Protettori) rese noto ai cittadini che “avendo constatato che i soliti volontari oblatori quest’anno non vogliono contribuire alla celebrazione della festa popolare è venuta nella determinazione, se questo stato continua, di non fare per quest’anno la festa... Trascorso il detto termine infruttuosamente procederà per quest’anno a celebrare la sola festa religiosa con processione che avrà luogo domenica 9 agosto .In un manifesto successivo del 1 agosto 1891 il Governatore della Nobile Congrega dei SS. Protettori, Ottavio Fiore, confermò ai cittadini biscegliesi che “non ci sarà la festa popolare ma la sola processione religiosa”. In soccorso ci fu l’amministrazione comunale con a capo il sindaco Bartolo Caprioli ad integrare una spesa complessiva che ammontava a circa 10 mila lire.

Tra gli esiti c’era il pranzo offerto ai poveri ricoverati nell’ospedale Cappuccini (20 lire) e la regalìa al Corpo della polizia urbana (70 lire). L’8 novembre 1903, con Regio Decreto n. 456, il patrimonio della Confraternita dei Santi Protettori fu trasformato “allo scopo di concedere sussidi temporanei alle famiglie di ammalati poveri ed anche a quelle di operai bisognosi, i quali, vivendo col prodotto del solo lavoro, si trovino, o per malattia o per altre circostanze, nella impossibilità di provvedere al sostentamento della famiglia”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400