Venerdì 22 Gennaio 2021 | 17:30

NEWS DALLA SEZIONE

Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl virus
Covid 19 a Bari, contagi in asilo nido e scuola dell'infanzia: strutture chiuse

Covid 19 a Bari, contagi in asilo nido e scuola dell'infanzia: strutture chiuse

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
TarantoLa decisione
Mittal, stabilizzazione oraria per 200 lavoratori dell'indotto. Tar: chiusura nastri in quota al 31 gennaio

Mittal, stabilizzazione oraria per 200 lavoratori dell'indotto. Tar: chiusura nastri in quota al 31 gennaio

 
HomeI dati
Allarme Xylella, altre 93 piante infette tra Taranto, Brindisi, Cisternino e Ostuni: «È inarrestabile»

Allarme Xylella, altre 93 piante infette tra Taranto, Brindisi, Cisternino e Ostuni: «È inarrestabile»

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
PotenzaIl caso
Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita

Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita VD

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

bisceglie

Festa patronale
crisi di donazioni

I festeggiamenti in onore dei santi Mauro vescovo, Sergio e Pantaleone verso il ridimensionamento

Festa patronale crisi di donazioni

LUCA DE CEGLIA

BISCEGLIE - Far quadrare i conti dell’evento storico e tradizionale per eccellenza dell’estate biscegliese, ovvero dei festeggiamenti in onore dei santi Mauro vescovo, Sergio e Pantaleone, non è stato mai un compito facile per la Commissione Feste Patronali. Anzi oggi si è molto vicini al rischio di dover ridimensionare gran parte degli aspetti caratteristici della festa popolare a causa dell’insufficienza di fondi per fronteggiare le spese, sia della grande festa in questione che di quella settembrina per la compatrona Madonna Addolorata.

La scarsità contributiva di oboli volontari da parte di commercianti, imprese e cittadini in genere, i cui bilanci risentono la crisi economica (tra i pochi a collaborare fattivamente è la Confcommercio), ed il ridotto finanziamento solitamente elargito dal Comune potrebbero già in questi giorni portare alla decisione di effettuare tagli drastici delle voci di spesa e del programma tra luminarie, fuochi d’artificio e bande musicali. Una “cornice” senza della quale tutto si ridurrebbe alla sola celebrazione religiosa ed alla processione dei busti argentei dei tre Santi Martiri. Ma a quanto pare quest’anno ci si dovrà accontentare di metà dei consueti fuochi pirotecnici e dei concerti bandistici.

A meno che in extremis non si faranno avanti altri sponsor. Tutto ciò comunque considerando che la festa patronale è alle porte: si svolgerà nella prima settimana di agosto. Ad una situazione così critica si era arrivati, nella storia della festa, in particolare nel lontano 1891 allorquando la Commissione della festa (ovvero gli amministratori della Nobile Congrega dei SS. Protettori) rese noto ai cittadini che “avendo constatato che i soliti volontari oblatori quest’anno non vogliono contribuire alla celebrazione della festa popolare è venuta nella determinazione, se questo stato continua, di non fare per quest’anno la festa... Trascorso il detto termine infruttuosamente procederà per quest’anno a celebrare la sola festa religiosa con processione che avrà luogo domenica 9 agosto .In un manifesto successivo del 1 agosto 1891 il Governatore della Nobile Congrega dei SS. Protettori, Ottavio Fiore, confermò ai cittadini biscegliesi che “non ci sarà la festa popolare ma la sola processione religiosa”. In soccorso ci fu l’amministrazione comunale con a capo il sindaco Bartolo Caprioli ad integrare una spesa complessiva che ammontava a circa 10 mila lire.

Tra gli esiti c’era il pranzo offerto ai poveri ricoverati nell’ospedale Cappuccini (20 lire) e la regalìa al Corpo della polizia urbana (70 lire). L’8 novembre 1903, con Regio Decreto n. 456, il patrimonio della Confraternita dei Santi Protettori fu trasformato “allo scopo di concedere sussidi temporanei alle famiglie di ammalati poveri ed anche a quelle di operai bisognosi, i quali, vivendo col prodotto del solo lavoro, si trovino, o per malattia o per altre circostanze, nella impossibilità di provvedere al sostentamento della famiglia”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie