Domenica 21 Aprile 2019 | 22:04

NEWS DALLA SEZIONE

La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatLa sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
BariL'analisi
Bari, La Zona industriale grande assente dal dibattito elettorale

Bari, la Zona industriale grande assente dal dibattito elettorale

 
LecceIl caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 
TarantoSanità
Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

Taranto, 4 anni per avere una diagnosi: denunciata la Asl

 
BrindisiCuriosità
Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

Ponte festività, i vip nel Brindisino: ecco gli arrivi e i «ritrovi»

 

Trani

Sbarre abbassate e disagi
cittadini stufi di attendere

Urge sottovia su via Corato Il passaggio a livello sabato scorso è rimasto chiuso per oltre 40 minuti

 Sbarre abbassate e disagi cittadini stufi di attendere

LUCIA DE MARI

TRANI - Ancora disagi, ormai cronaca quotidiana, alla barriera ferroviaria che divide in due la città fra via S. Annibale Maria di Francia e via De Robertis: proprio sabato sera, ultimo esempio, è stata una sera di «ordinaria follia per i residenti del quartiere stadio – spiega infatti Alessandro Moscatelli, presidente del movimento di Impegno civico per la realizzazione del sottovia veicolare e pedonale di Via Corato - che a piedi si sono recati in centro ma hanno dovuto ancora una volta fare i conti con il passaggio a livello, rimasto chiuso per oltre quaranta minuti tra le ore 21.00 e le ore 21.40».

Dunque ancora una volta «centinaia di persone bloccate dalle sbarre sia in direzione del centro che nel senso opposto, a causa del via vai di convogli che sfrecciavano sulla ferrovia».

Un problema che si presenta ormai da anni e che per chi lo vive in prima persona diventa davvero esasperante, sotto diversi punti di vista: «Come abbiamo più volte segnalato, ed è il caso che il Sindaco – dice Moscatelli - si informi e se ne renda conto, negli ultimi mesi, soprattutto nelle ore serali, ai treni ordinari si sono aggiunti convogli oltre gli orari prefissati per il trasporto commerciale che impediscono l’apertura delle sbarre per lunghi intervalli temporali».

Purtroppo in tanti, pur in presenza di divieti e di oggettiva pericolosità, hanno anche attraversato il passaggio sotto le sbarre, e il «disservizio ha riguardato anche i veicoli provenienti dal centro con il congestionamento del traffico a partire da piazza XX Settembre, quello antistante la stazione ferroviaria. Su via Annibale Maria di Francia, poi, al crocevia con via Verdi e via Togliatti il caos totale con autovetture ferme in attesa che le sbarre si alzassero ed altre che impegnavano la corsia del senso opposto ostruendo il passaggio». Solo grazie all’intervento casuale di una volante della Polizia di Stato il traffico veicolare è stato sbloccato.

«Il problema del passaggio a livello non può essere procrastinato costituendo un nodo essenziale sia per il traffico veicolare che per quello pedonale. Urge l’inizio dei lavori dei sottoservizi per consentire alle Ferrovie la realizzazione del sottovia pedonale e veicolare: un progetto che da anni è nel cassetto dell’amministrazione Bottaro».

Intanto, il movimento è «in attesa di essere ricevuto dal Sindaco – conclude Moscatelli - che continua a latitare sull’argomento».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400