Giovedì 18 Aprile 2019 | 14:16

NEWS DALLA SEZIONE

Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 
Il punto
«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
PotenzaA potenza
Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

 
LecceNel Leccese
Scambio di sesso e voti: condannati ex amministratori Porto Cesareo

Scambio di sesso e voti: condannati ex amministratori Porto Cesareo

 
TarantoLieto Evento
Martina, nascono 2 cavalli murgesi gemelli: Pamela e Pantaleo

Martina, nascono 2 cavalli murgesi gemelli: Pamela e Pantaleo

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

Bisceglie

Studio sulla chiesetta di Santa Margherita

È il progetto sottoscritto tra Comune e Università di Bari

Studio sulla chiesetta di Santa Margherita

BISCEGLIE - Il Comune di Bisceglie e l’Università degli Studi di Bari hanno sottoscritto il 23 maggio scorso una convenzione per la conduzione di uno studio sulla chiesetta di Santa Margherita di Bisceglie, risalente al XII secolo. Sarà poi effettuato il restauro dei manufatti di pietra addossati ad una parete esterna della chiesa, ovvero le tombe dei nobili Falcone. L’immobile storico, oggi di proprietà comunale e non più aperto al culto, è ubicato tra le case moderne del centro urbano.

A tal proposito è stata effettuata una prima ricognizione della chiesa, in cui furono rinvenute e poi vendute alla Pinacoteca di Bari due pregevoli tavole dipinte del Duecento raffiguranti la vita di San Nicola di Bari con i rispettivi miracoli e la stessa Santa Margherita. Presto, dunque, sarà avviata una campagna di restauri mirati. La suddetta convenzione, che avrà una durata triennale, è stata firmata in particolare con il corso di laurea a ciclo unico in “Conservazione e restauro di beni culturali” del dipartimento di Scienze della Terra e Geoambientali diretto dal prof. Piero Dellino. Collaborerà il dirigente della Ripartizione Tecnica del Comune di Bisceglie, l’arch. Giacomo Losapio.

I lavori saranno condotti dagli studenti sotto la guida delle docenti restauratrici dott.ssa Maria Luisa De Toma, biscegliese, e dott.ssa Antonella Martinelli. Il corso di laurea quinquennale prevede, oltre allo studio di materie scientifiche e umanistiche, attività pratiche di laboratorio per un totale di 300 ore annuali per corso. Moltissimi sono stati i manufatti restaurati durante gli scorsi anni accademici, tutti beni sottoposti a vincolo di tutela; ultimo restauro concluso è stato quello degli affreschi della basilica di San Nicola a Bari. “La fase preliminare riguarderà un lavoro di ricerca e studio di fonti scritte per ricostruire la storia e le vicende dei manufatti, per poi passare all’ osservazione diretta delle opere per comprenderne materiali costitutivi, tecniche di esecuzione e stato di conservazione al fine della redazione di un progetto di restauro ad hoc”, spiega la dott.ssa De Toma.

In particolare - in ottemperanza al D.M. del Ministero dei Beni e delle attività culturali del 22 agosto 2017, riguardante la progettazione di beni di valore storico artistico sottoposti a tutela - si intenderà procedere con le seguenti operazioni: reperimento di materiale storiografico edito e consultazione degli archivi storici; rilievo grafico e fotografico del manufatto al fine di una dettagliata documentazione finalizzata alla redazione di mappature dei materiali costitutivi e delle fenomenologie di degrado; individuazione delle analisi diagnostiche da eseguire sul manufatto ed eventuale prelievo di micro-campioni da sottoporre ad analisi. Il risultato di queste ultime consentirà di agevolare e individuare le corrette metodologie e prodotti di intervento applicativi per valutare le più idonee metodiche applicative. Saggi preliminari per l’individuazione dei più adeguati trattamenti di disinfestazione biologica, pulitura e consolidamento.

Saranno organizzati degli incontri tecnici con partnership per la sperimentazione di metodologie di restauro innovative; in particolare verranno coinvolti nel progetto i restauratori del laboratorio di restauro dei Musei Vaticani per la sperimentazione di trattamenti biocida di ultima generazione ed il Laboratorio Liace di Bisceglie, diretto dalla dott.ssa Ida Mari Catalano presso il palazzo vescovile per l’applicazione del laser per la pulitura dei materiali lapidei. Le attività proseguiranno ad ottobre prossimo, in coincidenza con l’inizio del nuovo anno accademico e prevedono varie fasi operative di restauro che saranno sorvegliate dalla Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio di Foggia, in particolare del Corso di Studi in Conservazione e Restauro. Si tratta di un “progetto pilota” volto alla valorizzazione di un importante luogo d’arte e di storia, fiore all’occhiello non solo per la città di Bisceglie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400