Venerdì 22 Gennaio 2021 | 13:55

NEWS DALLA SEZIONE

Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl caso
Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita

Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita VD

 
LecceL'iniziativa
«Back to school»: a Lecce l'evento in streaming con i ministri Azzolina e Spadafora

«Back to school»: a Lecce l'evento in streaming con i ministri Azzolina e Spadafora

 
Barinel Barese
Modugno, 51enne si sente male in casa: cane abbaia a lungo e allerta i vicini: è salva

Modugno, 51enne si sente male in casa, cane abbaia a lungo e allerta i vicini: è salva

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
FoggiaIl caso
Foggia: «Ho fatto il tampone, ma forse non è il mio»

Foggia: «Ho fatto il tampone, ma forse non è il mio»

 
Brindisimaltrattamenti in famiglia
Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

 
Tarantoil progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

bisceglie

Degrado sulla costa a Cala Pantano
aperto un fascicolo d’inchiesta

Degrado sulla costa a Cala Pantano aperto un fascicolo d’inchiesta

LUCA DE CEGLIA

BISCEGLIE - Sul caso del grave stato di degrado in aumento a Cala Pantano, sulla costa di levante a Bisceglie, è stato aperto un fascicolo di indagine da parte di guardia costiera e magistratura. Intanto il gruppo Pro Natura coordinato dal dott. Mauro Sasso ha presentato un ulteriore esposto in merito. Al Pantano, laddove erano state censite 120 specie di uccelli, ora si può avvistare solo l’abbandono e il regresso sociale che col passar del tempo sta distruggendo il prezioso ecosistema umido costiero e ha fatto fuggire la gran parte dell’avifauna di interesse naturalistico, che ora preferisce sostare sui lidi tranesi più tranquilli di Ariscianne e Boccadoro.

“Non solo ci sono tonnellate di rifiuti invadono l’area demaniale e le strade di accesso, ma è facile imbattersi anche in automezzi che circolano indisturbati sin sulle rive della Cala e camperisti abusivi e sono stati segnalati episodi di musica sparata a tutto volume, in barba a leggi ed ordinanze”, dice Sasso.

“Dopo l’operazione “Pantano pulito” svoltasi a maggio scorso, nella quale sono stati raccolti 30 sacchi di rifiuti, abbiamo inviato una lettera a sindaco, Ufficio Locale Marittimo, comandante della polizia locale e gestore della raccolta rifiuti e degli uffici comunali preposti, per segnalare la presenza di rifiuti ingombranti che non era stato possibile rimuovere, tra i quali sanitari rotti, mobili fracassati, pneumatici, carcasse di barche, materiale plastico ingombrante, tronchi e rami, nonché materiale speciale e pericoloso come carcasse di televisori e lastre presumibilmente di amianto – sostiene Pro Natura - non avendo ricevuto alcun riscontro, alla fine di maggio abbiamo sollecitato l’intervento di bonifica con una nuova istanza, sottolineando che tale situazione, oltre ad essere segno di profonda inciviltà, potrebbe causare un grave danno alla salute dei fruitori degli spazi pubblici”.

Nel frattempo continua con SpazzaTour” l’attività di monitoraggio dell’agro. “A giugno 2017 abbiamo reso noto il risultato della mappatura di 84 siti nelle zone extraurbane e periurbane oggetto di abbandono abusivo dei rifiuti ma dopo un anno, a fronte della bonifica di alcuni dei siti individuati, registriamo l’aumento a 90 dei luoghi utilizzati per l’abbandono illegale, dei quali 6 su suolo privato, 1 in area demaniale costiera (Cala Pantano), 83 ai margini delle strade – dice il presidente Sasso - il 15% è contaminato da amianto e sono aumentate a 10 le zone di accumulo temporaneo, che vengono periodicamente pulite.

Va sottolineato che i dati raccolti sono sottostimati e l’abbandono abusivo dei rifiuti non si arresta rispetto ad un analogo censimento eseguito nel 2004. Abbiamo individuato, infatti, 56 nuovi siti mentre sono ancora utilizzati per l’abbandono abusivo dei rifiuti 34 siti già segnalati 14 anni fa e dalla nostra mappatura si potrebbe ipotizzare che la superficie interessata è non inferiore a mille mq per un ammontare di almeno 10 tonnellate di spazzatura.

Particolarmente preoccupante è la situazione di via Penta Palomba e delle complanari”. In conclusione secondo Pro Natura “occorre un radicale cambio di queste fallimentari politiche ambientali e restiamo fermamente convinti che non ci sarà mai valorizzazione delle aree di interesse naturalistico senza una vera forma di tutela legislativa, consci che le dinamiche stanno finalmente cambiando, confidiamo nel nuovo corso, nella speranza che le i nostri amici uccelli tornino a ripopolare l’area umida di Cala Pantano”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie